Comprare Casa all’Estero: Dove Conviene Investire?

Comprare casa all'estero

Hai messo da parte un gruzzoletto e stai pensando di comprare casa all’estero? Oppure magari hai fiutato, da bravo investitore, una delle tante opportunità che si sono create all’estero nel settore immobiliare?

Sei nel posto giusto, perché nella guida di oggi parleremo dei migliori posti dove acquistare casa all’estero: una guida pensata sia per chi vuole comprare una casa da mettere a reddito, sia per chi magari vuole trasferirsi e cambiare vita.

Quali sono i paesi più convenienti del momento? Quali sono quelli che garantiscono meglio il capitale investito? Dove si può portare a casa una rendita senza troppi problemi?

I criteri più importanti per la scelta della casa all’estero

Prima di metterti in cerca di appartamenti o immobili all’estero, ti proponiamo una lista di pochi punti, che non dovrai mai dimenticare dall’inizio a quando metterai la firma sull’acquisto. Ci sono diversi criteri per la scelta della casa perfetta all’estero, per investimento o per cambiare vita:

  • quanto si sono abbassati i prezzi: alcuni paesi hanno affrontato una crisi del mattone molto più profonda (USA, ma non solo) e le occasioni di fare affari si moltiplicano;
  • facilità di acquisto per gli stranieri: in alcuni paesi la legislazione può creare ostacoli a chi non è residente e/o cittadino;
  • prospettive del paese: potrebbero invogliarti i prezzi bassi, oppure l’occasione del secolo. Pensa a mente fredda e lucida: se un immobile costa poco, troppo poco, potrebbe trovarsi in un contesto nazionale o cittadino privo di prospettive;
  • le città, come le aziende, possono fallire: e non è soltanto una questione che interessa i paesi in via di sviluppo; per citarne una (ma ci torneremo insieme) pensiamo a Detroit: da polo industriale di prima fascia a deserto in mano alle bande nel giro di pochi anni, con il valore degli immobili che non ha potuto che risentirne.

La crisi: dove è alle spalle, dove non lo è

La crisi del settore immobiliare cominciata nel 2007 non ha colpito ovunque. Molti paesi, dove il ciclone dei subprime ha colpito con maggiore forza (pensiamo agli USA), ne hanno risentito in modo evidente. Una situazione che non è però omogenea:

  • nelle grandi città i prezzi si son mantenuti comunque alti;
  • nei paesi con una buona crescita economica il crack è stato ammortizzato;
  • in alcuni paesi la crescita della valuta nazionale ha annullato i vantaggi eventuali del crollo.

Prenderemo ad esempio gli USA, luogo dove con ogni probabilità avrai pensato di posare gli occhi almeno una volta. I prezzi (vedi foto allegata) sono tornati già ai livelli pre-crisi, dopo aver toccato il momento più basso sul finire del 2011.

Lo stesso vale per il grosso dei paesi sviluppati. Vuol dire che non si possono più fare affari all’estero? Assolutamente no, e con un po’ di oculatezza potrai senza problemi, trovare la casa giusta per fare reddito o per trasferirti.

Perché non l’Italia?

Stiamo chiacchierando sulla possibilità di acquistare casa all’estero, mettendo da parte il nostro Paese. Ma perché farlo? Cosa possono offrire i paesi stranieri che l’Italia non può?

  • problemi fiscali: in Italia le tasse sulla prima casa sono tra le più basse del mondo, ma quelle sulla seconda, la terza, la quarta… sono tra le più alte;
  • lungaggini burocratiche: comprare una casa è un percorso lunghissimo e denso di ostacoli, che potrebbe far passare la voglia a chi vuole mettersi alla ricerca di un buon immobile per investire;
  • il mercato estero è infinitamente più grande: invece di avere poche opportunità, concentrate in un paese di 60 milioni di persone, avremo la possibilità di diventare padroni di casa per potenzialmente oltre 6 miliardi di persone.

In quali paesi stranieri conviene comprare casa?

Dove conviene comprare casa all estero? Se vuoi fare un investimento o semplicemente comprare una seconda casa in una meta che ti piace è fondamentale rispondere correttamente a questa domanda.

Comprare casa all estero! Arriviamo al dunque: hai messo da parte una buona liquidità, sei pronto all’acquisto magari senza passare dalla banca per un mutuo, sei alla ricerca di quell’occasione che ti faccia dire davvero “sì, voglio comprare una casa all’estero”.

Ci sono circa 200 paesi esteri e muoversi senza cognizione di causa vuol dire perdere tanto il tempo quanto le occasioni.

Con l’aiuto dei nostri specialisti, abbiamo preparato per te una guida per cominciare a sondare le migliori opportunità in relazione al tuo capitale e alla tua personalità e capire dove conviene investire in immobili all estero.

Iniziamo!

Stati Uniti d’America

Abbiamo detto che i prezzi sono tornati a livelli di pre-crisi, ma questo non vuol dire che gli USA non siano uno dei paesi più interessanti per chi vuole investire in immobili.

  • prezzi: medio-alti
  • complessità della legislazione: bassa
  • rendita: alta
  • rivalutazione: alta
  • prospettiva investimento: breve e medio periodo

Gli Stati Uniti sono un paese enorme, all’interno del quale si trovano realtà radicalmente diverse (Miami, New York, San Francisco, Atlanta, Kansas City o Minneapolis sono realtà molto diverse tra loro, con differenze anche maggiori di quelle che ci aspetteremmo in Europa).

Gli Stati Uniti presentano una legislazione particolarmente snella per l’acquisto della casa, ottime possibilità di rendita, anche se richiedono un investimento che sicuramente non è a basso costo.

Situazione politica stabile e presenza di strutture che possono occuparsi per noi di riscuotere l’affitto completano un quadro di prima fascia assoluta.

Spagna

Per tornare vicini a casa nostra, possiamo penare alla Spagna, paese colpito tanto dalla crisi immobiliare quanto da una fortissima crisi economica. Il risultato? I prezzi delle case sono tornati a livello del 2004 e non accennano a risalire:

  • prezzi: medio-bassi
  • complessità della legislazione: medio-alta
  • rendita: media
  • rivalutazione: alta
  • prospettiva investimento: medio e lungo periodo Quello che pensiamo che possa interessarti è la combinazione di prezzi bassi a livello storico, possibilità di visitare la casa con un certo agio, possibilità di trasferirti, legislazione comparabile a quella italiana e ottime possibilità di rivalutazione. La Spagna può essere davvero l’occasione che stavi aspettando.

Grecia

La Grecia sta vivendo vicissitudini che dovresti conoscere bene e che hanno mandato per strada quasi un milione di persone. Il mercato immobiliare è crollato, anche nelle località turistiche più popolari. I prezzi sono del 40% inferiori rispetto a quelli del 2006 e nulla lascia pensare che si alzino per i prossimi anni.

  • prezzi: molto bassi
  • complessità della legislazione: media
  • rendita: medio-bassa
  • rivalutazione: media
  • prospettiva investimento: lungo (lunghissimo periodo)

La Grecia potrà sembrare a prima vista la migliore opportunità per comprare casa all’estero, ma questo non vuol dire necessariamente che sia davvero il migliore affare. È vero che puoi comprare casa a cifre estremamente basse, ad una frazione di quello che spenderesti in Italia. È altrettanto vero che però le prospettive di crescita sono nulle e che l’investimento all’estero potrebbe cominciare ad apprezzarsi sul serio solo sul lungo periodo.

La Grecia può essere un investimento all’estero ideale per chi ha capitali non ingenti e può accontentarsi di prospettive di lunghissimo periodo.

Francia e Parigi

La Francia e Parigi meritano un discorso a parte. Da sempre rifugio immobiliare di chi aveva un gruzzoletto, il paese transalpino potrebbe presentare per te che sei alla ricerca di un buon investimento all’estero un ottimo prospetto.

  • prezzi: medio-alti
  • complessità della legislazione: media
  • rendita: medio-alta
  • rivalutazione: alta
  • prospettiva investimento: medio e lungo periodo

La Francia sta vivendo una fase molto particolare nel mercato immobiliare, con prezzi molto poco stabili e che oscillano grandemente anche sull’arco temporale di un anno. Si possono fare ottimi affari, anche a Parigi, città che consente rendite ottime sia per chi voglia affittare a studenti, sia per chi sia invece alla ricerca di un inquilino classico.

Croazia

La Croazia è a pochi chilometri di distanza dalle nostre coste adriatiche e sembra uno di quei paesi ad alto tasso di paradiso inespresso. Gli immobili non costano granché (nella capitale si viaggia intorno ai 1.500 euro al mq) e soprattutto nelle località turistiche potrebbero presentare delle ottime prospettive di rendita presenti e future:

  • prezzi: medio-bassi
  • complessità della legislazione: media
  • rendita: media
  • rivalutazione: alta
  • prospettiva investimento: medio e lungo periodo

La Croazia però ha problemi che deve provare a risolvere per diventare membro pieno, anche a livello di benessere, dell’Europa. Chi compra una casa in Croazia, adesso a prezzi relativamente convenienti (siamo leggermente sopra i prezzi pre-crisi) sta scommettendo sul futuro del paese. Tutto al momento lascia pensare che sia particolarmente roseo. E tu che ne pensi?

Come comprare una casa all’estero

All’interno del nostro sito potrai trovare le guide complete a ciascuno dei paesi inclusi in questa breve guida, nonché altre opportunità per avventure immobiliari lontano dall’Italia.

Sebbene chi fa da sé potrebbe guadagnare per tre, c’è da sottolineare il rischio che potresti correre a muoverti in un paese del quale non conosci le leggi, non conosci le usanze e non conosci la lingua.

Affidarsi ad una buona agenzia immobiliare, costi quel che costi, è spesso la scelta migliore che tu possa fare a tutela del tuo capitale.

Come guadagnare da una casa all’estero?

Se stai pensando all’investimento in un immobile all’estero avrai già le idee particolarmente chiare su come guadagnare una rendita dal tuo investimento. Ti chiediamo solo di dedicarci un paio di minuti in più – vogliamo condividere con te delle idee alle quali avresti potuto non pensare:

  • affitto: è la rendita per eccellenza e sarà il nostro pane quotidiano fino a quando decideremo di vendere e incassare una ricca plusvalenza; l’affitto può essere riscosso da un’agenzia in loco (mai la stessa che ci ha fatto acquistare l’immobile), oppure da avvocati che offrono questo tipo di servizi;
  • plusvalenza alla vendita: se hai scommesso su un paese dalle buone prospettive, tra qualche anno potrai vendere la casa ad un prezzo molto maggiore di quello di acquisto;
  • tasse risparmiate: le rendite all’estero, se gestite da un bravo commercialista, possono avere un prospetto fiscale molto più interessante; quello che avresti pagato in Italia in tasse e non pagherai più, caro mio lettore, è tutto guadagno;

Occhio ai paesi con una valuta diversa dall’Euro

L’ultimo avvertimento che si sentiamo di darti è quello della valuta. Investire in paesi che non utilizzano l’euro vuol dire scommettere sulla capacità di quelle valute di tenere botta con l’Euro. Immaginate di comprare una casa in un paese paradisiaco, al quale non manca nulla, nel quale però la valuta perde un 20% in media sull’Euro nel corso di un anno.

Le nostre prospettive sia di rendita (che sarà quasi sempre pagata in valuta locale) prima, e di plusvalenza poi ne escono molto ridimensionate.

Tieni conto anche di questa particolare prospettiva prima di comprare casa all’estero.

Ultimi consigli per fare un buon investimento all’estero

Una meta poco considerata quando si vuole fare un investimento all’estero è Malta.

Malta in questo periodo ha un buon mercato immobiliare e per chi volesse investire è sicuramente un paese da prendere in considerazione.

Abbiamo raccolto molte informazioni utili in questo articolo che ti proponiamo:Comprare Casa a Malta: Prezzi, Burocrazia e Consigli Fondamentali

Altre informazioni puoi trovarle nella nostra pagina dedicata a:Comprare casa all’estero!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here