Come Comprare Case Senza Soldi?

comprare case senza soldi come si fa

Si possono comprare case senza soldi?

La risposta a questa domanda è affermativa, ma come comprare case senza soldi?

Molti pensano alla necessità di richiedere un mutuo per comprare case senza soldi, anche quando non si ha a disposizione subito tutto il denaro necessario per acquistare un immobile.

In realtà esistono anche altri modi da tenere in debita considerazione, al di là delle forme più tradizionali di finanziamenti che possiamo richiedere ad una banca o ad una compagnia finanziaria.

Possiamo anche comprare case senza soldi, senza necessariamente dover richiedere un mutuo.

Tuttavia il problema fondamentale è quello di ragionare sul fatto se sia più conveniente restare in affitto oppure comprare una casa.

Molti ritengono che rimanere in affitto per troppo tempo possa comportare una perdita economica, perché si finisce col far guadagnare il proprietario della casa, praticamente “buttando i soldi”.

Ma è veramente così?

Comprare case senza soldi può rappresentare una forma di investimento?

Proviamo a ragionare su questi punti per capire come si può comprare una casa senza soldi!

Conviene rimanere in affitto?

Anche se apparentemente restando in affitto finiamo col mettere i soldi nelle mani del proprietario dell’immobile, non ricavandone niente e non avendo la possibilità di recuperare il denaro in un futuro più o meno prossimo, non dobbiamo dimenticare comunque che ci sono anche delle agevolazioni che pongono l’accento sugli incentivi per gli affitti.

Usufruendo di queste possibilità, si possono avere anche importanti e significative detrazioni sulle imposte da pagare.

Eppure, specialmente quando si tratta di coppie giovani che vogliono acquistare una casa, è molto difficile con uno stipendio medio ottenere un mutuo vantaggioso da parte di una banca.

In genere si può ottenere il finanziamento per l’80% del valore dell’immobile e non il 100%.(si tratta del mutuo senza anticipo: VAI QUI)

Quindi resta una parte pari al 20% che deve essere pagata subito, ma non tutti possono permetterselo.

È da considerare anche che spesso gli istituti di credito cambiano di frequente le offerte.

Inoltre devono essere considerate tutte le altre spese necessarie per l’acquisto di un immobile, la mediazione dell’agenzia immobiliare, con spese comprese tra 3.000 e 4.000 euro, i costi per l’onorario del notaio, in media circa 4.000 euro, l’arredamento, i lavori e l’imposta di registro, che è pari per la prima casa al 2% e per la seconda casa al 9% del valore dell’immobile.

Quando è meglio aspettare

Come comprare casa senza soldi da parte?

Considerando tutte queste spese che abbiamo enumerato precedentemente, è facile rendersi conto che non per tutti può essere conveniente acquistare casa subito.

Per comprare case senza soldi, in molte situazioni, l’unica soluzione è quella di aspettare, mettendo i soldi da parte nel corso degli anni, per poi acquistare un appartamento senza contrarre debiti.

Magari dovremmo aspettare 20 anni invece di 15 per raggiungere il nostro obiettivo, ma potrebbe essere più conveniente che richiedere un mutuo e poi ritrovarsi in difficoltà nel pagare le rate mensili del finanziamento ottenuto.

È anche vero che la vita e le condizioni lavorative attuali sono sempre molto incerte e quindi ci si può ritrovare inaspettatamente anche a perdere la propria attività lavorativa per diverse cause, non potendo più restituire il debito.

Aspettare per qualche anno e acquistare la casa con il denaro che si ha a disposizione e che si è accumulato nel corso degli anni potrebbe essere molto vantaggioso.

Infatti in caso ci si ritrovasse in difficoltà per cause improvvise e inaspettate o in caso si avesse una maggiore necessità di disporre di liquidità, la casa acquistata senza mutuo si può comunque rivendere.

Insomma, è questa una soluzione per “comprare case senza soldi”, che a conti fatti può risultare utile.

Acquistare case in leasing

Un altro modo per comprare case senza soldi è rappresentato dal leasing immobiliare (QUI ti spieghiamo come funziona), in particolare dalla formula residenziale.

Chi è interessato ad acquistare una casa chiede ad una banca (o si può rivolgere anche ad apposite società di leasing) di comprare un immobile o di farlo costruire secondo le proprie preferenze.

La banca o la società divengono proprietarie dell’abitazione.

Quest’ultima viene messa a disposizione del cliente.

Vi può abitare pagando un canone mensile o semestrale, proprio in modo molto simile a quanto avviene con la locazione.

Dopo la scadenza del contratto fatto con la banca o con la società di leasing, il cliente ha due possibilità: può riscattare la casa pagando il prezzo che rimane e ne diviene proprietario oppure può recedere dal contratto e in questo caso deve liberare l’appartamento.

In alternativa a tutto ciò, il cliente può prorogare il contratto stabilito inizialmente per un altro periodo da concordare.

È da specificare che la rata che si paga con il leasing si rivela molte volte superiore rispetto a quella richiesta per un affitto tradizionale.

Tuttavia il leasing si rivela vantaggioso, perché tutte le rate che vengono pagate sono considerate degli anticipi sul prezzo di acquisto.

Inoltre, con il leasing immobiliare residenziale, il cliente conosce il prezzo della casa fin dal primo momento e non corre il rischio di possibili oscillazioni sul mercato.

Poiché il mercato immobiliare è soggetto a forti oscillazioni nel tempo, con il leasing ci si mette al riparo da eventuali rincari.

Da tenere presente che coloro che hanno un reddito che non supera i 55.000 euro e vogliono usufruire della possibilità offerta dal leasing possono contare su una detrazione del 19% dell’Irpef, ammissibile sia sui vari canoni da pagare nel tempo sia sul prezzo finale del riscatto (per tutti i contratti che vengono stipulati fino al 2020).

Per ottenere queste detrazioni, però, l’utilizzatore deve trasferire la propria residenza entro un anno nell’abitazione stessa e questa deve diventare la sua dimora principale.

Inoltre bisogna avere un’età che non superi i 34 anni.

Per gli utilizzatori che hanno compiuto 35 anni, la detrazione fiscale è dimezzata, quindi si ha una detrazione di circa 4.000 euro sui canoni e di circa 10.000 euro sul prezzo finale del riscatto dell’immobile.

Il prestito vitalizio ipotecario

Un’altra forma per comprare case senza soldi può essere il prestito vitalizio ipotecario.

È una soluzione adatta a chi ha più di 60 anni ed è già proprietario di un immobile.

L’interessato chiede un prestito ad una banca ed acconsente all’imposizione di un’ipoteca sulla sua casa.

Alla sua morte gli eredi possono scegliere di estinguere l’ipoteca rimborsando il prestito alla banca e di diventare così proprietari dell’immobile oppure di lasciare che la banca venda la casa.

Non fermarti qui! Informati come si deve!

Consigli di Likecasa

Se sei alla ricerca di una casa da investimento e hai un piccolo budget da investire potrebbe fare al caso tuo il crowdfunding immobiliare. I crowdfunding si sta sviluppando notevolmente in Europa soprattutto in Italia e può essere una valida opportunità di investimento immobiliare.

Ti segnaliamo alcune letture che ti potranno essere d’aiuto:

Abbiamo preparato una “GUIDA AGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARItramite la quale potrai scegliere tutte le informazioni che ti servono e toglierti ogni dubbio!