Comprare casa a Ibiza: come cercare un immobile e come procedere all’acquisto!

0
30
comprare casa a Ibiza

Vuoi comprare casa a Ibiza? Ottima idea, sia che tu voglia semplicemente investire in questo specifico mercato, sia che invece sia tuo interesse acquistare una casa da villeggiatura.

Le Baleari e più nello specifico Ibiza sono un’ottima destinazione, da molti anni sulla cresta dell’onda. Continueranno con ogni probabilità a rimanerci ancora a lungo, motivo per il quale un immobile o un appartamento a Ibiza dovrebbero interessare sia chi vuole investire, sia chi invece vuole una bella casa per le vacanze.

Se non sai come muoverti, continua a leggere, perché i nostri esperti hanno preparato per te un vademecum per cercare prima e scegliere poi l’immobile dei nostri sogni, con una specifica sezione sui procedimenti, i documenti e le tasse.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere.

Come cercare un buon immobile ad Ibiza

Ibiza è tecnicamente in Spagna, anche se essendo un territorio insulare e sottoposto inoltre a legislazione speciale segue delle dinamiche proprie che devono essere necessariamente analizzate prima di procedere.

Questo si riflette innanzitutto sui siti di ricerca degli immobile a Ibiza che ci interessa. Siamo davanti infatti ad un nucleo di siti specifici, che sono i seguenti (e diversi da quelli che vi abbiamo proposto per la Spagna e per Barcellona):

  • Balearic Properties: sito specializzato nelle isole Baleari, dove, di conseguenza, potremo trovare anche molto di quanto ci interessa trovare a livello di abitazioni a Ibiza;
  • Spain Houses: sito che funziona per immobili su tutto il territorio spagnolo e in particolare per quello di Ibiza e delle Baleari;

Nulla ovviamente ti vieta di rivolgerti al mercato spagnolo classico e ai suoi motori di ricerca:

  • idealista.es è un portale che ci permette di svolgere ricerche anche avanzate e di trovare l’immobile che fa al caso nostro in pochissimi click; c’è una discreta presenza di immobili che si trovano proprio a Ibiza;

Stipulare il compromesso per l’acquisto dell’immobile ad Ibiza

Su tutto il territorio spagnolo, e dunque anche ad Ibiza, è prassi procedere con la stipula di un compromesso che è il primo degli atti che coinvolgeranno il venditore e il compratore, facendo partire quello che è il cammino che porterà alla conclusione della negoziazione.

Non è assolutamente necessario farsi assistere da un notaio, anche se, nel caso in cui non dovessimo avere particolare dimestichezza con lo spagnolo, è consigliatissimo farsi assistere da un avvocato che possa non solo verificare l’atto e la presenza dei documenti necessari, ma anche tradurci gli accordi accessori che andiamo a stipulare con il compromesso.

Ricordati comunque che per stipulare un compromesso valido per la legge Spagnola e utile alla nostra compravendita dovremo verificare che:

  • Sia presente una dazione di almeno il 10% del valore, la cosiddetta caparra; nel caso in cui il venditore dovesse poi tirarsi indietro, sarà tenuto a restituirne il doppio a titolo di penale; nel caso in cui fossimo invece noi a tirarci indietro, l’avremo persa;
  • Sia presente un limite temporale massimo per la chiusura dell’atto;
  • Ci si occupi anche di eventuali spese condominiali non saldate: queste infatti gravano direttamente sull’immobile e saremmo noi a dovercene occupare nel caso in cui il vecchio proprietario non abbia provveduto a saldarle;

Nel caso in cui il compratore non avesse provveduto a saldare il totale delle spese condominiali, queste dovranno essere scalate dal prezzo totale di vendita.

Dal Notaio per l’atto

Per l’atto finale, quello che noi chiamiamo rogito in Italia, è invece necessario il notaio, proprio come avviene in Italia. I costi sono mediamente più bassi, e finiremo per spendere una cifra tra i 700 e i 1000 euro.

In questo frangente diventa fondamentale procedere con l’assistenza di un avvocato: è lui che controllerà, per conto nostro, che quanto incluso nell’atto sia congruo con le leggi vigenti in Spagna, e che soprattutto siano presenti tutti i documenti necessari per procedere ad una compravendita senza alcun tipo di problema.

Ti ricordiamo che i documenti necessari in Spagna sono i seguenti:

  • Attestazione di abitabilità: è un certificato che garantisce l’abitabilità dell’appartamento o dell’immobile;
  • Valore catastale dell’immobile, dimostrato tramite le visure catastali relative;
  • Il certificato di assenza di ipoteche, la Nota Simple de Registro;
  • L’attestazione di efficienza energetica;

Cosa fare nel caso in cui ci sia un’ipoteca sull’immobile

Nel caso di ipoteca sull’immobile è assolutamente necessario procedere alla rimozione della stessa. Nel caso in cui suddetta ipoteca dovesse essere a favore della banca, questa parteciperà all’atto e una volta ricevuto il denaro dal compratore provvederà a rimuoverla.

Nel caso in cui invece si dovesse trattare di un’ipoteca a favore di terzi che siano diversi dalla banca, sarà necessario accordarsi anche per tramite di un avvocato, alla rimozione della stessa.

Ti ricordiamo che l’ipoteca grava non sul proprietario ma sull’immobile, e che dunque, nel caso in cui tu dovessi acquistare un immobile ad Ibiza con ipoteca, i creditori del venditore potrebbero comunque rifarsi sulla casa che hai appena acquistato.

Tasse, spese, parcelle per comprare casa ad Ibiza

La compravendita di un immobile, in qualunque luogo del mondo, è un atto che purtroppo prevede dei costi, delle tasse e delle parcelle da pagare.

Per il tuo immobile ad Ibiza dovrai:

  • Pagare al notaio una somma, a titolo di parcella, che va dai 700 euro e può raggiungere i 1000
  • Pagare la tassa di registro, che parte da poche centinaia di euro e può arrivare a migliaia per immobili di particolare pregio e di alto valore
  • Pagare anche il 10% di tasse sul totale della compravendita

Si tratta di tasse particolarmente alte, che secondo l’ordinamento spagnolo non possono neanche essere oggetto di sgravi: dopotutto non siamo residenti e non possiamo godere di alcun tipo di legislazione di favore. Dovremo dunque accontentarci, e pagare quanto abbiamo appena elencato.

Il costo di tasse, parcelle e altri tipi di spese vanno correttamente computati prima di procedere anche soltanto con il compromesso: il 10% di tasse sull’immobile possono rendere un immobile che pensavamo di poterci permettere in una avventura finanziaria molto rischiosa per le nostre finanze.

Se stai valutando di comprare casa all’estero, abbiamo raccolto informazioni utili e preziose su altre città:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here