Simulazione mutuo prima casa: quanto contano i confronti!

0
27
simulazione mutui prima ca

La simulazione del mutuo per la prima casa si può fare anche online, utilizzando gli appositi simulatori che i siti delle varie banche mettono a disposizione, in modo che i loro clienti potenziali possano rendersi conto preventivamente di quanto andranno a pagare, se scelgono una determinata soluzione.

Attraverso i simulatori online, è possibile ottenere una simulazione di mutuo prima casa, una simulazione per la rata del mutuo per la prima casa e una simulazione del mutuo per la prima casa per i giovani.

In particolare per questi ultimi ricordiamo che sono a disposizione delle agevolazioni, a cui gli under 35 possono accedere, facendo un’apposita richiesta per ottenere l’accesso al Fondo di Garanzia dello Stato.

Con questo fondo, lo Stato si impegna a coprire il 50% del capitale ottenuto con il finanziamento, dando la possibilità anche ai meno abbienti e a coloro che non hanno una condizione economica stabile di accedere all’acquisto della prima casa.

Ma come funziona la procedura?

Quali comparatori online dobbiamo utilizzare per ottenere dei preventivi che corrispondono a realtà? Andiamo più in fondo nell’argomento e scopriamo ulteriori dettagli.

Mutuo prima casa simulazione: come confrontare le offerte

Quando parliamo di mutuo, ci riferiamo ad un contratto stipulato tra due parti.

Una di esse presta del denaro all’altra e quest’ultima si impegna a restituirlo ad alcune condizioni, soprattutto per quanto riguarda le somme mensili da dare e i tempi di restituzione.

Il primo passo da fare, per confrontare i mutui, è quello di individuare l’acquisto della prima casa.

Poi, dopo una valutazione del valore dell’immobile, può essere presentata la domanda per ottenere i fondi che servono per l’acquisto.

Per selezionare i mutui teniamo in considerazione diversi fattori, in particolare la somma, la durata del finanziamento e il tasso di interesse applicato. Tutti questi elementi sono molto importanti per calcolare l’importo delle rate da pagare.

E’ fondamentale fare dei calcoli precisi e capire l’importo del mutuo che ci possiamo permettere. Pertanto per non fare passi falsi ti consigliamo di leggere questo articolo:Che Mutuo Posso Permettermi? Guida al Calcolo della Rata

Generalmente la soluzione a tasso fisso è la migliore, se si vuole contare su una certa sicurezza, visto che con il tasso fisso dobbiamo pagare mensilmente rate che avranno sempre lo stesso importo fino alla fine.

Se disponiamo di condizioni economiche particolarmente vantaggiose, in grado di metterci al riparo da eventuali variazioni, possiamo scegliere i mutui a tasso variabile.

In questi casi l’importo delle rate da pagare mensilmente cambierà a seconda dell’andamento del mercato. Quindi, se da un lato possiamo risparmiare, dall’altro dobbiamo essere pronti ad affrontare anche gli eventuali rialzi.

Attraverso i simulatori online, possiamo calcolare la simulazione del mutuo per la prima casa a tasso fisso o possiamo fare una simulazione anche per il tasso variabile. Poi, dopo aver provato varie simulazioni di mutui differenti, possiamo scegliere la soluzione che più corrisponde alle nostre esigenze.

Il ruolo della mediazione

La mediazione finanziaria è un aiuto molto importante che ci consente di scegliere il mutuo per l’acquisto della prima casa che più può essere adatto a noi. Infatti, attraverso la mediazione, abbiamo l’opportunità di farci assistere da esperti del settore che ci proporranno un’apposita simulazione del mutuo e ci daranno dei consigli per scegliere il finanziamento più corrispondente alle nostre esigenze economiche.

È molto importante rivolgersi agli esperti, perché così siamo sicuri di non spendere troppo anche per quanto riguarda gli interessi che la banca o la finanziaria applicano quando ci concedono un prestito.

Gli esperti della mediazione ci possono assistere anche nella fase di trattativa per l’acquisto di un immobile, in modo da ottenere una negoziazione corretta, di cui possiamo beneficiare.

Simulazione con agevolazioni sull’acquisto della prima casa

Molto importante è anche la simulazione del mutuo per l’acquisto della prima casa, anche per capire quanto possiamo risparmiare con le agevolazioni che sono riservate ad alcune categorie di contribuenti.

I giovani al di sotto dei 35 anni e le giovani coppie, in cui almeno un componente abbia meno di 35 anni, possono richiedere di accedere al Fondo di Garanzia per la prima casa offerto dallo Stato. 

Si tratta di un fondo che è messo a disposizione di coloro che, pur non avendo una condizione economica stabile o non potendo contare su un patrimonio familiare, vogliono acquistare la prima casa.

Lo Stato si impegna a dare la garanzia di coprire il 50% del capitale rilasciato dalla banca o dalla finanziaria per l’acquisto dell’abitazione principale.

Abbiamo raccolto informazioni preziose su questo specifico argomento in questo articolo:Mutuo prima casa giovani: come funziona!

Naturalmente per poterne usufruire sono previste alcune condizioni!

È necessario, però, che l’acquirente si impegni a trasferire la propria residenza nella casa che ha scelto come prima abitazione entro 18 mesi dall’acquisto.

Inoltre queste agevolazioni possono essere concesse soltanto per immobili che non abbiano caratteristiche di lusso e che non superino i 95 metri quadrati di superficie.

Di solito il Fondo di Garanzia statale si impegna a coprire metà della somma erogata in caso di mutui che non superino però i 250 mila euro totali.

Ricordiamo anche che la simulazione ci può dare un’idea molto precisa delle agevolazioni fiscali di cui si può godere per l’acquisto della prima abitazione.

Le agevolazioni fiscali riguardano soprattutto le imposte da pagare: l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria e quella catastale. Nel caso di acquisto della prima casa, l’imposta di registro verrà calcolata al 2% e non al 9%.

L’imposta ipotecaria e quella catastale corrispondono a 50 euro ciascuna. Inoltre il contribuente può usufruire di sgravi dall’Irpef, se adibisce ad abitazione principale l’immobile che ha comprato entro un anno dall’acquisto.

In questo caso si avrà una detrazione pari al 19% degli interessi passivi e degli oneri accessori, come per esempio le spese notarili e i costi che riguardano la perizia effettuata dalla banca.

Secondo la legge, il tetto massimo che si può risparmiare corrisponde a 4 mila euro.

Quindi, calcolando il 19% di detrazione dall’Irpef, possiamo risparmiare in totale 760 euro. La simulazione anche da questo punto di vista è molto importante, perché ci può indurre a fare un’attenta riflessione sulle nostre disponibilità economiche e su quanto ogni mese abbiamo a disposizione per pagare le rate del finanziamento, pur sottraendo tutte le spese che possiamo risparmiare grazie alle agevolazioni previste per gli under 35 e per le giovani coppie.

Basarsi sulla consapevolezza di quanto si pagherà è fondamentale per non ritrovarsi ad avere brutte sorprese in seguito.

Riguardo i mutui, la lettura di questi articoli ti aiuteranno a fare le scelte giuste e a non commettere errori:

Oppure scegli l’articolo sul mutuo che ti interessa di più: CLICCA QUI!

Articolo precedenteMutuo prima casa agevolazioni: quali sono e come richiederle!
Articolo successivoMercato immobiliare in Italia: prezzi in leggero calo nel mese di Aprile
Caterina De Leo
Laurea in Comunicazione per le Imprese e appassionata di comunicazione digitale. Ha operato per 10 anni nel settore della formazione in ambito legale e fiscale acquisendo una forte specializzazione nell’ambito patrimoniale. E’ mamma di 2 splendidi figli e non si ferma mai: ha approfittato della maternità per mettere a frutto la propria predilezione per i rimedi naturali e il benessere del corpo attraverso un blog. Collabora oggi con Affari Nostri Srl in qualità di editor e ha fondato LikeCasa.it il sito di riferimento non solo per chi vuole comprare, vendere, affittare o ristrutturare casa, ma anche per coloro che vogliono investire nel mattone e togliersi ogni dubbio sulla fiscalità e sulle news che regolamentano il mercato della casa in Italia. Il suo motto è: non rimandare a domani quello che puoi fare oggi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here