Guida all’acquisto sicuro

Rogito Notarile: Guida all’Atto di Compravendita

984
rogito notarile

Il rogito notarile è l’atto più importante della compravendita della casa e trattandosi di un acquisto così importante, è anche normale che generi in te qualche timore.

Si fa difficoltà a capire un linguaggio tanto arcaico e si fa spesso altrettanta difficoltà a capire come muoversi e come prepararsi per l’atto.

Niente paura però, perché di seguito troverai la guida completa a quello che serve per arrivare al rogito, al modo migliore per prepararsi nonché ai costi che sono collegati all’atto stesso.

Quanto costa il rogito notarile? Quali sono i contrattempi più comuni? Come bisogna muoversi per arrivarci al meglio?

Troverai tutte le risposte ai tuoi dubbi e alle tue domande nella guida che i nostri specialisti hanno preparato per te.

Perché il rogito dal notaio?

Se ne sentono di cotte e di crude sul sistema italiano, che come in larga parte d’Europa (e del mondo, ci viene da aggiungere) si affida al notaio per la gestione degli acquisti di immobili.

Il notaio, almeno nel nostro sistema, svolge un ruolo che la legge e l’ordinamento individuano come fondamentale, ovvero quello di controllare che la proprietà che sta per essere acquistata sia in possesso di tutti i requisiti per poter essere oggetto di compravendita.

Il notaio avrà dunque innanzitutto un compito di controllo, ovvero di verificare che l’immobile sia libero da ipoteche e da altri diritti eventuali di terzi; avrà il compito di verificare la corrispondenza tra l’immobile e quanto registrato al catasto, nonché che non siano presenti altri vincoli e altre problematiche legali che insistono sull’abitazione.

Non si limita però qui il compito del notaio, dato che il professionista in questione dovrà preoccuparsi anche di dare lettura all’atto e di spiegarne, laddove necessario, gli effetti al compratore e al venditore.

Il notaio si occupa anche del pagamento, nel senso che nel caso in cui sia presente un mutuo, in concomitanza con la redazione del rogito si occuperà anche di redigere il contratto mutuo, che accende l’ipoteca sull’immobile che abbiamo appena acquistato.

Pagare, pagare e pagare: cosa si paga al rogito?

Vale la pena di ricordarti in anticipo che è al rogito che dovremo inoltre pagare tutte le spettanze, quelle del fisco, quelle del venditore e quelle del notaio.

Ci si dovrà preoccupare di pagare l’IVA e le imposte di registro, la parcella del notaio (della quale parleremo più diffusamente tra poco) e anche quanto resta da pagare del prezzo dell’immobile. Puoi trovare informazioni preziose qui:Spese notarili acquisto prima casa

Rogito casa: quali sono i documenti necessari da presentare al notaio?

Ci sono diversi documenti che devono essere presentati al notaio per le operazioni di compravendita immobiliare:

  • un documento di riconoscimento;
  • il codice fiscale;
  • l’estratto dell’atto di nascita;
  • il certificato di libero stato;
  • per chi è coniugato la copia dell’atto di separazione dei beni;
  • il permesso di soggiorno nel caso in cui l’acquirente sia extra-comunitario;

Questo per quanto riguarda i documenti di tipo personale. Per i documenti che invece riguardano la compravendita stessa, dovremo presentare:

  • l‘atto di provenienza della proprietà dell’immobile, ovvero il precedente rogito o la sentenza che eventualmente ha assegnato la proprietà dell’immobile stesso
  • la dichiarazione di successione nel caso in cui l’immobile sia stato acquistato per eredità o per successione
  • la copia del contratto preliminare, laddove presente
  • il certificato catastale
  • nel caso in cui sia presente ipoteca da parte di banca, la lettera di assenso
  • nel caso in cui ci sia credito di imposta, i rogiti di acquisto della “prima casa”

Il costo aggiuntivo dell’atto notarile sul contratto di mutuo

Come abbiamo detto in apertura, in concomitanza con il rogito, nel caso in cui stessimo acquistando tramite mutuo, ci sarà la necessità di avere dal notaio anche la redazione del contratto di mutuo.

È un contratto che include come garanzia l’ipoteca dell’immobile a favore della banca e che il notaio si preoccupa di redigere.

Diventa condizione necessaria per questo tipo di contratto che sull’immobile non ci siano pretese di altri (ipoteche o altro diritto reale).

Le imposte da pagare sul mutuo

C’è un imposta che grava sul mutuo e che è di:

  • 0,25% nel caso in cui il mutuo erogato sia una prima casa e il mutuo sia erogato da una banca
  • 2,00% nel caso in cui ad erogare il mutuo sia una finanziaria e/o la casa sia una seconda casa

I costi del notaio e delle imposte: quanto si paga al rogito?

Siamo arrivati al punto in cui ti parliamo del: rogito notarile costi!

Entriamo nel dettaglio della faccenda!

Ci sono diversi costi che possono essere collegati al rogito, che cercheremo di riassumere per te nel modo più comprensibile possibile.

Per l’acquisto da impresa di costruzione dovremo pagare:

  • Imposta di registro: 200 euro
  • Imposta ipotecaria: 200 euro
  • Imposta catastale: 200 euro

Per l’acquisto da privati in assenza di regimi di agevolazione invece dovremo pagare: – il 9% applicato sul prezzo della vendita come imposta di registro – Imposta ipotecaria: 50 euro – Imposta catastale: 50 euro

Per l’acquisto con agevolazioni per la prima casa avremo:

  • il 2% applicato sul prezzo di vendita della casa
  • 50 euro di imposta ipotecaria
  • 50 euro di imposta catastale

Per quanto riguarda invece le spese notarili (il costo rogito notaio) ovvero quanto dovremo versare al notaio come parcella, i costi possono essere molto diversi, sia in relazione a quelli che sono i valori dell’immobile, sia in relazione al professionista stesso.

Il ministero della giustizia, nel 2012, ha diffuso delle tabelle che dovrebbero funzionare come indirizzo per il calcolo della parcella notarile, che vi riportiamo di seguito:

  • per gli immobili da 5.000 a 25.000 euro di prezzo: 7,66% come valore medio, con un minimo che può essere del 5,99% e un massimo che può essere del 16%
  • per gli immobili da 25.001 euro a 500.000 euro: si paga un valore medio dell’1,078%, con un minimo fino a 0,653% e un massimo che può essere del 5,990%
  • per gli immobili da 500.001 euro a 1.000.000 euro: un minimo dello 0,410% fino ad un massimo dello 0,653%
  • per gli immobili da 1.000.001 euro a 3.5000.000 euro, la percentuale media è dello 0,210%, per un minimo dello 0,160% e un massimo che è invece dello 0,410%
  • per gli immobili di valore superiore: si parte da un minimo di 0,120% a un massimo dello 0,160%

Per evitare brutte sorprese e prima di accusare il notaio di praticare prezzi troppo alti, va ricordato il fatto che le percentuali per il calcolo della parcella sono solo indicativi e che inoltre il costo dell’atto può modificarsi per:

  • difficoltà del rogito, per situazioni particolarmente complesse
  • urgenza del rogito, quando le parti non possono aspettare
  • ai risultati che possono essere conseguiti
Per chi vuole avere il prezzo più basso dal notaio, il consiglio è di chiedere più preventivi e di non accontentarsi del notaio che sarà consigliato dalla banca o dal venditore.

I diversi notai possono offrire dei preventivi radicalmente diversi e dunque val sicuramente la pena, date anche le cifre importanti in gioco, contattare più professionisti per avere un preventivo del rogito.

Si può comprare casa senza notaio / rogito?

Rogito senza notaio: si può vediamo come.

In realtà sì, dato che nel caso in cui tu vada da acquistare una casa da asta giudiziaria la proprietà dell’immobile verrà assegnata con sentenza del giudice e non tramite atto di compravendita  immobiliare con conseguente rogito.

Parte della convenienza dell‘acquisto all’asta è proprio qui, nel risparmiare i costi del notaio, che possono essere una voce molto importante di spesa nel caso in cui tu stia cercano un buon affare immobiliare, magari proprio per metterlo a rendita.

Può aiutarti la nostra GUIDA COMPLETA SU COMPRARE CASA: L’unica in grado di darti tutte le informazioni che ti servono veramente.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here