Documenti per Vendere Casa: Quali Devono Essere in Tuo Possesso Perchè Obbligatori! Elenco Completo!

autocertificazione agibilità quali sono necessari

Quali sono i documenti per vendere casa?

Quali di questi documenti obbligatori per vendere casa dobbiamo avere sempre a nostra disposizione?

Generalmente ci si pone sempre questa domanda all’ultimo, invece è importante cominciare per tempo e raccogliere tutti i documenti utili.

Inizieremo a descrivere i documenti più importanti legati alla vendita del tuo immobile spiegandoti perchè sono cos’ importanti, per poi fornirti l’elenco preciso dei documenti anagrafici legati alla figura di chi vende e i documenti obbligatori per vendere casa che interessano prevalentemente l’immobile in vendita.

Partiamo dall’inizio!

Atto di compravendita

Di fondamentale importanza ovviamente è l‘atto di compravendita (QUI trovi tutte le info), sul quale devono essere indicate tutte le condizioni importanti stabilite tra le due parti, il venditore e l’acquirente.

L’atto di compravendita viene sottoscritto davanti ad un notaio, un funzionario pubblico che assume un valore di garanzia per entrambe le parti coinvolte nella procedura.

Ma naturalmente fra i documenti per vendere casa non rientra soltanto l’atto.

Rogito di acquisto

Fra i documenti necessari per vendere casa, sicuramente un posto di primo piano spetta al rogito di acquisto dell’immobile.

È un documento essenziale, perché in esso è riportata l’indicazione su chi è il vero proprietario dell’immobile.

Il rogito di acquisto si può chiamare anche atto di compravendita e, come abbiamo specificato anche precedentemente, viene redatto da un notaio, in modo che si possa trasferire la proprietà dal venditore all’acquirente.

È un atto pubblico.

Inoltre il notaio, quando fa stipulare il rogito, fa versare anche i tributi sul trasferimento di proprietà e provvede alla trascrizione dell’atto nei registri immobiliari.

Nell’atto di compravendita sono riportate alcune informazioni molto importanti.

Non si tratta soltanto dei dati che identificano il venditore e l’acquirente, ma anche il valore di cessione dell’immobile, le modalità di pagamento e i dati che identificano il mediatore.

Possiamo così capire l’importanza assunta dall’atto fra i documenti per vendere casa.

Preliminare di compravendita

In ogni caso non dimentichiamoci anche un altro documento strettamente collegato all’atto di compravendita.

Si tratta del preliminare di compravendita (QUI trovi le info e il facsimile), un contratto in cui le parti si impegnano a fare in modo che si giunga alla stipula del rogito.

Il preliminare è una sorta di documento attraverso il quale si promette di vendere e di comprare nell’immediato futuro.

Può essere fatto con scrittura privata semplice oppure attraverso la presenza di un notaio e in quest’ultimo caso si provvede alla sua trascrizione.

Con il preliminare non si acquista niente, anche se su questo documento vanno indicati il prezzo di vendita dell’immobile e tutti i patti che riguardano la vendita.

Certificato di agibilità

Molto importante, anche nel caso in cui ci servano dei documenti per vendere una casa, è il certificato di agibilità.

È un documento che viene rilasciato dall’ufficio competente del Comune di riferimento, all’interno del quale è collocato l’immobile.

La certificazione di agibilità non soltanto serve ad attestare la sussistenza dell’immobile, ma serve anche a dimostrare che l’edificio rispetti tutte le condizioni stabilite per legge e che riguardano la sicurezza, l’igiene, la salubrità, il risparmio energetico e il buon funzionamento degli impianti installati.

Visura ipotecaria

Anche nel caso in cui abbiamo bisogno di documenti per vendere casa privatamente, non possiamo far mancare la visura ipotecaria che si riferisce all’immobile.

È importante perché in questo modo possiamo verificare che la casa non ha ipoteche oppure non è soggetta a pignoramenti o decreti ingiuntivi.

Fra i documenti per vendere casa, la visura ipotecaria si può richiedere senza spendere nulla.

Basta rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, anche online, accedendo al servizio tramite Entratel o Fisconline.

L’Agenzia delle Entrate rilascia questo documento, dopo aver consultato i registri depositati.

È molto importante la visura ipotecaria fra i documenti per vendere casa, perché con il rilascio della visura viene attivata una consultazione dei registri in maniera molto scrupolosa.

In questo modo si possono visionare tutte le trascrizioni o le annotazioni che riguardano l’immobile nel corso degli anni.

Si possono così accertare trasferimenti di proprietà in seguito ad acquisto, donazione o successione, si può vedere se non si sono pagate alcune rate del mutuo o se è stata iscritta un’ipoteca.

Poter accedere alla visura richiede il pagamento di una tassa soltanto quando l’ispezione viene richiesta non dal titolare dell’immobile.

Per le spese in questo caso si parla di un prezzo maggiorato del 50% rispetto alla tariffa base.

Per ogni nominativo di ricerca si pagano 9,45 euro, a cui si possono aggiungere commissioni.

Conformità planimetria catastale

Fra i documenti che servono per vendere casa, assume un’importanza essenziale anche la conformità planimetria catastale.

Più precisamente si parla, utilizzando un termine tecnico, di conformità planimetria catastale allo stato dei luoghi.

Nel momento in cui si vende una casa bisogna verificare se nel corso degli anni sono stati apportati sull’immobile dei lavori che hanno modificato la planimetria iniziale.

Se queste modifiche non sono state adeguatamente aggiornate al catasto, si può incorrere in dei problemi.

In caso di mancata registrazione dei cambiamenti della planimetria, l’atto di compravendita può essere considerato nullo.

È sempre molto importante che ci sia una corrispondenza tra la planimetria iniziale e lo stato dei luoghi.

Quindi si deve sempre verificare che tutti i cambiamenti siano stati opportunamente registrati al catasto, anche per ciò che riguarda l’ampiezza, l’altezza o la disposizione dei vari ambienti interni.

Quando si fanno delle modifiche di questo genere bisogna far aggiornare la piantina in scala dell’immobile.

Bisogna rivolgersi al catasto, con l’operato di un tecnico autorizzato, che deve redigere una nuova piantina catastale conforme allo stato dell’immobile.

Possiamo controllare la conformità della planimetria, utilizzando il servizio messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, che si può consultare gratuitamente online.

Attestazione di prestazione energetica

Quindi, quali documenti servono per vendere casa?

Fra tutti i documenti per vendere casa, dobbiamo annoverare anche l’attestazione di prestazione energetica, chiamata anche APE.

È un documento obbligatorio, quando si vuole attestare il trasferimento di proprietà di un immobile.

Bisogna necessariamente allegarlo, perché altrimenti si può andare incontro ad una multa che va da un minimo di 3.000 euro ad un massimo di 18.000 euro.

Quando si intraprende una procedura di compravendita di un immobile, se ci si accorge di non essere in possesso dell’APE, anche fra i documenti per vendere casa ereditata, bisogna richiederla rivolgendosi ad un tecnico autorizzato.

Si possono verificare diverse situazioni.

È possibile che non si abbia l’APE, ma si sia in possesso della vecchia certificazione ACE.

Anche se è stata rilasciata prima del 6 giugno 2013, teniamo presente che è comunque valida per 10 anni.

Quindi il venditore in una situazione del genere può allegare la vecchia certificazione, verificando tuttavia che non siano stati effettuati degli interventi che hanno determinato un cambiamento nella classe o nel consumo energetico dell’abitazione.

Può anche accadere che la vecchia ACE sia scaduta o non sia più valida perché è stata modificata la prestazione energetica dell’immobile.

In questo caso si deve chiamare un tecnico autorizzato, per richiedere l’APE.

Per vendere casa i documenti necessari sono davvero tanti, come abbiamo avuto modo di vedere.

L’APE è uno dei più importanti, perché il suo rilascio può avvenire soltanto in maniera precisa, seguendo un iter apposito.

Dopo la richiesta al tecnico, quest’ultimo effettua un sopralluogo ed elabora un documento che deve essere registrato al catasto energetico regionale.

A questo punto nell’attestazione di prestazione energetica viene indicata la classe energetica dell’immobile, distinguendo anche fra consumo estivo e quello invernale.

La classe energetica è indicata con una lettera compresa tra A+ e G.

In più troviamo un numero che indica il fabbisogno di energia primaria ogni anno.

L’APE serve anche ad indicare eventuali interventi da apportare per migliorare le prestazioni energetiche dell’immobile.

Infatti più il numero è alto e più sono necessari dei lavori per ridurre i consumi energetici di elettricità e di gas.

Ricordiamoci di avere l’APE anche fra i documenti necessari per vendere una casa ereditata o per affittare un appartamento.

La validità della certificazione è di 10 anni.

Elenco dei documenti che servono per vendere casa

Dopo averti fornito tutte le informazioni dettagliate sui più importanti documenti che servono per vendere casa noi di Likecasa abbiamo pensato di fornirti l’elenco dei documenti necessari per vendere casa considerando sia quelli anagrafici sia quelli collegati all’immobile in vendita.

Elenco documenti anagrafici di chi vuole vendere

Elenco dei documenti obbligatori anagrafici per vendere casa:

  • Dati anagrafici: Fotocopia della Carta di Identità e del Codice Fiscale
  • Certificato che attesti lo stato civile e patrimoniale: certificato che attesti lo stato civile (stato libero, celibe nubile) o il certificato di matrimonio (indica anche lo stato patrimoniale, il costo di rilascio è di 16.52 euro) o di divorzio o separazione

Elenco dei documenti necessario per vendere casa legati all’immobile in vendita

Nello specifico si tratta di:

  • Documenti catastali
  • Visura catastale storica
  • Permesso di costruire
  • Regolamento di condominio
  • Titolo edificatorio abitativo
  • Dichiarazione dell’amministratore
  • Atto di provenienza
  • Atto di locazione (se l’immobile che si vuole vendere è affittato);
  • Visura ipocatastale
  • Certificato di agibilità e abitabilità
  • Attestato di prestazione energetica
  • Certificato di conformità degli impianti
  • Atto di mutuo con relativa nota di iscrizione ipotecaria
  • Copia del contratto preliminare di compravendita
  • Attestazione di avvenuto pagamento nei confronti del venditore
  • Dati dell’agenzia immobiliare che si è occupata della vendita con specifiche sulla provvigione accordata

Nel caso di agevolazioni prima casa bisognerà avere una copia dell’atto di acquisto e impegnarsi a vendere l’immobile entro 12 mesi.

Strumento utile

In questo articolo ti abbiamo fornito informazioni importanti per quanto riguarda i documenti necessari per vendere casa.

Abbiamo preparato una GUIDA GRATUITA PER VENDERE CASA! In questa guida troverai tutti i fattori e gli elementi fondamentali che giocano un ruolo fondamentale per vendere casa rapidamente e bene senza commettere errori!

NOI TE LA CONSIGLIAMOVendere casa: LA GUIDA PRATICA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here