Affittare Casa con Mutuo: Come Funziona se Prima o Seconda Casa!


affittare_casa_con_mutuo-prima-casa

È possibile affittare casa con mutuo?

La domanda diventa particolarmente ricca di significato soprattutto se ti riferisci alla possibilità di affittare casa con mutuo per la prima casa.

Come funziona per la seconda casa

Naturalmente, se il tuo dubbio è quello riferito ad una seconda casa, è possibile rispondere con una risposta affermativa, nel senso che puoi acquistare una seconda casa anche se gravata da un mutuo.

Infatti spesso chi compra una seconda casa lo fa anche come un investimento, per poi poterne ricavarne dei guadagni attraverso l’affitto.

Un’operazione immobiliare piuttosto diffusa e del tutto lecita che non richiede vincoli particolari.

Nel caso della prima abitazione, però, questa operazione è del tutto lecita o si rischia di incorrere in accertamenti fiscali con possibili conseguenze?

Cerchiamo di rispondere a queste domande attraverso la nostra guida, che vuole esaminare le possibili situazioni.

Quali affitti sono previsti per la prima casa con mutuo

Se intendi affittare la prima casa con mutuo, devi fare particolarmente attenzione, perché potresti rischiare di perdere alcune agevolazioni di cui usufruisci.

Sicuramente più flessibilità vale in questo senso anche per gli affitti a breve periodo e per i cosiddetti affitti parziali.

Facciamo un esempio per essere più chiari da questo punto di vista.

Mettiamo il caso che un giovane chieda un mutuo ipotecario per comprare una casa.

Dopo la concessione del finanziamento, è molto facile che abbia la possibilità di affittare una camera ad un coinquilino, in modo da recuperare a livello mensile una parte della rata da pagare alla banca che gli ha concesso il mutuo.

Non è affatto lecito invece procedere con un affitto in nero, come fanno alcuni per evitare di pagare l’Imu e la Tasi.

In questo caso chi non registra il contratto può avere delle sanzioni che sono anche molto salate.

Si può affittare una casa con mutuo nel caso di prima casa?

Diciamo che questa possibilità è ammessa, anche nel caso della prima casa, pur avendo contratto un mutuo ipotecario.

L’unica accortezza è quella di fare in modo che la residenza si mantenga nello stesso Comune.

In questo caso il proprietario non rischia di pagare delle tasse più alte, anche se bisogna considerare che non puoi detrarre il 19% di interessi passivi sul mutuo.

Quali agevolazioni si possono perdere

Le norme riconoscono sull’acquisto della prima casa, anche con mutuo, delle agevolazioni fiscali per il proprietario.

Naturalmente si devono rispettare alcuni criteri importanti, come per esempio il trasferimento della residenza nell’immobile che si è acquistato entro un periodo predefinito.

L’obiettivo di queste agevolazioni fiscali è anche quello di favorire gli acquisti dell’abitazione principale, dando la possibilità a molti di poter avere almeno una casa.

Anche il mutuo ipotecario può essere più vantaggioso se viene concesso dalle banche per l’acquisto della prima casa.

Ma cosa succede se vuoi affittare casa con mutuo, se si tratta di una prima casa?

Puoi comprendere più a fondo il rischio di perdere alcune agevolazioni, se consideri i criteri per il riconoscimento delle agevolazioni.

Cosa prevede la normativa

Secondo le norme, infatti, il contribuente deve avere la residenza nel Comune in cui è ubicato l‘immobile o deve spostarla entro 18 mesi dalla stipula del rogito.

Tuttavia non viene imposto per legge che l’obbligo della residenza sia nell’immobile acquistato.

Inoltre l’immobile, per ottenere le detrazioni, non deve costituire una casa di lusso (Non deve appartenere a una delle seguenti categorie catastali: A1/A8/A9) e il proprietario non deve possedere altre case acquistate con i benefici previsti per la prima abitazione.

È importante anche rispettare il fatto di non vendere l’immobile prima che siano trascorsi cinque anni.

Ci sono anche delle detrazioni sugli interessi del mutuo per la prima casa che corrispondono al 19%.

Tieni conto di tutti questi criteri e delle agevolazioni che potresti perdere, se vuoi trasferire la tua residenza e affittare una casa con mutuo.

Conviene affittare casa per pagare il mutuo?

Un altro aspetto che riguarda l’argomento dell’affittare casa con mutuo riguarda la convenienza del dare in affitto l’immobile per avere la possibilità di ripagare così più facilmente le rate del mutuo.

Il ragionamento potrebbe essere molto più semplice di quello che sembra.

Basta infatti trovare un immobile da acquistare e investire su di esso avendo la possibilità di ottenere un mutuo ipotecario.

Poi il proprietario affitta la casa e con il canone di locazione può pagare le rate del mutuo.

Naturalmente in questo senso si deve tenere conto di alcuni fattori fondamentali.

Considera, per esempio, da questo punto di vista che devi fare un primo investimento iniziale, che è d’obbligo, e quindi devi avere un certo budget a disposizione.

In questo caso ci riferiamo alla possibilità di acquistare una seconda casa per investire su di essa.

Ma tutto ciò significa dare un anticipo alla banca e pagare le rate mensili, versando le relative imposte, come per esempio l’imposta di registro, che è più alta per la seconda casa.

Trattandosi di una seconda abitazione non puoi nemmeno detrarre gli interessi passivi per il mutuo.

Tieni conto, inoltre, che devi pagare l’Imu ogni anno e le tasse locali.

Questo per dirti che all’inizio comunque devi calcolare un certo numero di spese, specialmente nella prima fase dell’investimento.

Elementi fondamentali a cui prestare attenzione

Devi inoltre non perdere di vista alcuni aspetti piuttosto importanti.

Vediamo quali sono!

Devi essere anche fortunato nel trovare un inquilino che paghi puntualmente, cosa che potrebbe essere molto più difficile di quanto appaia.

In Italia non si è molto tutelati nel caso in cui l’inquilino non paghi per questo motivo consigliamo di proporre un contratto di affitto con la figura del garante a ulteriore garanzia.

Infine considera l’ubicazione dell’immobile.

Se per esempio vuoi fare un investimento e affittare una casa con mutuo in una grande città, come Roma, Milano o in un posto turistico, è più facile trovare un locatario che voglia soggiornare anche per periodi medi nell’immobile che hai acquistato.

In una grande città è possibile trovare anche più facilmente un inquilino che si è trasferito per motivi di lavoro o di studio.

In situazioni come queste l’affitto può veramente costituire un punto di partenza per ripagare le rate, quindi la spesa che hai sostenuto per il mutuo può diventare veramente un importante investimento.

Se, al contrario, decidi di affittare casa con mutuo, avendo acquistato come seconda casa un’abitazione in un piccolo centro, puoi incorrere in maggiori difficoltà e quindi puoi rischiare maggiormente di fare un investimento a perdere.

Considera anche la soluzione migliore per il mutuo che vuoi scegliere.

In certi casi per esempio si può scegliere un mutuo a breve termine a tasso variabile, per chi ha naturalmente le disponibilità economiche per sostenere un investimento di questo tipo.

Considerando in senso più ampio tutte queste variabili, puoi decidere se sia il caso di affittare casa con mutuo.

Contratti di affitto quali scegliere

Abbiamo preparato una guida all’interno della quale potrai trovare tutte le tipologie di contratto di affitto con indicate le caratteristiche.

In questo modo potrai ottenere molte informazioni e fare valutazioni corrette:

Contratto di Locazione: La Guida di Likecasa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here