Testamento: Cos’è, Perchè Farlo, Pro, Contro, Costi, Revoca! Chi Può Scrivere il Testamento? Si Può Scrivere con il Coniuge?

testamento_olografo

Il testamento è un atto molto importante previsto dal nostro ordinamento giuridico.

Con questo documento, infatti, un individuo può disporre le sue decisioni relative al momento in cui non sarà più in vita.

Nel testamento sono in genere contenute delle decisioni che riguardano il patrimonio della persona che lo redige, ma in un documento di questo tipo possono essere comprese varie disposizioni.

Ad esempio chi redige un testamento può fornire delle disposizioni in merito al funerale oppure sull’utilizzo dei beni che possiede.

Si tratta di uno strumento molto importante, che consente di dare delle disposizioni ben precise.

Un vero e proprio atto personale, che non può essere predisposto da altri.

Vuoi saperne di più su come funziona il testamento?

Continua a leggere!

Che cos’è 

Il testamento cos’è?

Come abbiamo visto, il testamento è un atto che presenta determinate caratteristiche.

Si tratta di un documento revocabile fino all’ultimo momento della vita di una persona, è personale, perché non può essere realizzato da altre persone.

Inoltre è un atto che prevede una certa libertà di scelta, tenendo conto comunque dei limiti che vengono dettati dalle norme in vigore.

È bene ricordare che, se colui che lo redige ha comunque la libertà di decidere il contenuto dell’atto, in ogni caso devono essere rispettati i diritti degli eredi legittimari, ai quali non possono essere tolte delle determinate quote di un certo patrimonio.

Chi può fare testamento

Può fare testamento chiunque sia maggiorenne e chiunque sia capace di intendere e volere.

Riguardo l’età, non ci sono limiti.

Dunque un testamento può essere scritto da un quarantenne, ma anche da un novantenne.

Un testamento può essere revocato?

La risposta è affermativa.

Il testamento non può essere irrevocabile e anche se ci fosse tale clausola sarebbe da considerare nulla.

Chi lo redige infatti può effettuare delle modifiche a questo documento fino al termine della sua vita.

Tipi di testamento

Parliamo adesso di testamento e tipologie.

Esistono diverse tipologie di testamento, tutte previste dal nostro ordinamento giuridico.

In particolare possiamo distinguere tre diversi tipi di questo atto, ai quali possiamo aggiungere anche quelli che vengono definiti testamenti speciali.

Andiamo ad analizzare tutto nel dettaglio.

1. Il testamento olografo

La prima forma di testamento di cui vogliamo parlarti è quella che riguarda il testamento olografo.

Si tratta della tipologia più semplice, quella che viene scritta direttamente dalla persona alla quale interessa redigere l’atto.

È un documento che può essere prodotto in qualsiasi luogo, anche come un testamento a casa.

Questo documento deve essere datato e sottoscritto.

Per essere valido, questo atto deve essere scritto direttamente su carta o su un altro materiale, utilizzando una penna, una matita o altri strumenti per la scrittura a mano.

Non è possibile utilizzare un computer e colui che lo redige non può dettarlo ad un’altra persona.

Nella data devono essere indicate le informazioni relative al giorno, al mese e all’anno della scrittura.

Se il documento è formato da diverse pagine, la firma andrà inserita in tutte le pagine.

2. Il testamento pubblico

Possiamo poi ricordare il testamento pubblico, un’altra tipologia molto utilizzata.

Si tratta dell’atto che viene redatto da un notaio, al quale la persona interessata comunica le proprie volontà, in presenza di due testimoni.

Le firme che devono essere presenti in questo documento sono quelle del soggetto interessato, del notaio e dei testimoni.

Questo documento viene conservato dal notaio e comunque può essere sempre revocato.

3. Il testamento segreto

Esiste poi una terza tipologia, che è quella del testamento segreto.

Questo documento viene scritto dal testatore e va sottoscritto.

Poi viene consegnato ad un notaio, sempre con due testimoni presenti, ma il contenuto non viene riferito al professionista.

Il notaio provvede a sigillarlo e viene scritto sulla carta l’atto di ricevimento.

Il testamento speciale e la validità limitata

I testamenti speciali sono poi delle forme particolari di questi documenti, che hanno una validità limitata, perché vengono messe in atto in presenza di situazioni in cui è impossibile rivolgersi ad un notaio.

Possono essere prodotti nelle situazioni di malattia, quando ci si trova su una nave o su un aeromobile oppure dai militari.

Si può fare testamento con un coniuge?

Prima di indicarti costi, pro e contro del testamento vogliamo fare alcune precisazioni molto utili togliendoti tutti i dubbi possibili.

La risposta alla domanda è negativa.

Non si può fare un testamento con il proprio congiunto.

Affinchè il testamento sia valido ognuno dovrà redigere il suo testamento.

Non è dunque possibile redigere un testamento con il proprio marito o la propria moglie.

Si può scrivere un testamento in punto di morte o in ospedale?

Si.

Requisito fondamentale e essenziale è essere capaci di intendere e volere.

Sia  il testamento olografo sia il testamento pubblico potranno dunque essere fatti in ospedale.

E’ anche possibile passare le proprie volontà al notaio.

Perché fare testamento

Fare testamento è importante, anche se spesso questa possibilità viene sottovalutata.

Un atto di questo tipo può essere utile per evitare dei possibili contrasti tra gli eredi, proprio per la tutela degli eredi.

Non è raro ereditare una casa con testamento e spesso si presentano delle incomprensioni tra gli eredi.

Un testamento può essere fatto ad esempio da chi è sposato e non ha figli.

In questa situazione si è spesso convinti che, anche senza preparare un documento di questo tipo, la proprietà passerà in modo automatico al coniuge.

Si tratta però di un principio vero esclusivamente in mancanza di fratelli e sorelle e quando non sono più in vita i genitori.

Un testamento può essere effettuato anche da chi ha figli, per stabilire in modo preciso come suddividere i beni tra i figli stessi ed evitare quindi incomprensioni o litigi.

A cosa serve esattamente un testamento

Quindi il testamento a cosa serve esattamente?

Con il testamento si possono dare delle disposizioni in merito ai propri beni o ad una parte di essi, in riferimento al periodo di tempo successivo alla morte.

I requisiti più importanti di un testamento, secondo quello che stabiliscono le norme, sono quelli della revocabilità e della libertà testamentaria.

Nell’ambito di questo atto infatti sono vietati ad esempio i patti successori, che riguardano la successione di un soggetto che è ancora in vita.

Coma abbiamo specificato prima, è anche vietato il testamento congiunto, attraverso il quale due persone si mettono d’accordo con un unico atto che va a favore di una terza persona.

Allo stesso tempo si deve evitare il testamento reciproco, con il quale due persone danno disposizione in relazione ai beni che possiedono con un unico atto, una a favore dell’altra.

Come funziona il testamento dal notaio

Quanto è importante il ruolo del notaio?

Il testamento dal notaio come funziona?

Proviamo a rispondere a tutte queste domande.

Il testamento dal notaio è appunto quello che viene definito “testamento pubblico”.

Come abbiamo già visto, il notaio scrive le volontà che la persona gli comunica, in presenza di due testimoni.

In un momento successivo il notaio legge il contenuto del documento, sempre in presenza dei testimoni.

Dopo la sottoscrizione dell’atto, quest’ultimo viene conservato dal notaio e potrà comunque essere successivamente revocato con un altro documento, pubblico o olografo.

Il testamento pubblico è nullo quando mancano le dichiarazioni della persona interessata oppure se non sono presenti le firme del notaio stesso o del testatore.

Quanto dura un testamento

Un testamento in quanto tale non ha una scadenza.

Questo significa che le volontà possono essere sempre modificate e dunque specificate sul testamento.

Il testamento può essere dunque modificato dal testatario fino a quando quest’ultimo è in vita.

Quanto costa fare testamento

Qual è del testamento dal notaio il costo?

Generalmente devi considerare che il costo di un testamento varia sulla base della tipologia di atto scelta.

Il documento olografo infatti ad esempio non richiede alcun costo, mentre in altri casi è essenziale il lavoro di un notaio.

Se si sceglie un testamento pubblico, bisogna considerare l’onorario da corrispondere al professionista.

Questo può essere molto vario e in certi casi può corrispondere ad esempio a circa 1.000 euro, se l’atto non è particolarmente complesso.

Quanto tempo ci vuole per fare un testamento

Le tempistiche che in concreto sono necessarie per produrre un testamento sono quelle relative alla redazione del documento stesso.

Parlando di tempi, però, non possiamo non fare riferimento alla pubblicazione del testamento.

Se si tratta di un atto olografo, secondo quanto stabiliscono le norme, chi è in possesso di questo documento, quando ha saputo della morte del testatore, dovrà consegnare il documento ad un notaio, per procedere con la pubblicazione.

Il professionista mette a punto un apposito verbale di registrazione, che viene inviato alla cancelleria del tribunale.

Per quanto riguarda il testamento segreto, la pubblicazione di quest’ultimo avviene dal notaio quando si ha notizia della morte della persona che lo ha scritto.

Il professionista dovrà informare sempre i beneficiari indicati nel documento della presenza del testamento stesso.

Vantaggi e svantaggi

Vediamo adesso vantaggi e svantaggi del testamento.

In merito al testamento pubblico, possiamo parlare di numerosi vantaggi.

Innanzitutto il principale vantaggio è quello relativo alla presenza di un notaio, che rende il documento un atto messo a punto da un professionista nell’esercizio delle sue funzioni.

Inoltre il documento viene conservato dal notaio in fascicoli appositi e viene registrato nel repertorio.

Una copia del documento viene anche mandata all’archivio notarile.

Quindi si tratta di un testamento dal valore legale a tutti gli effetti.

Un testamento pubblico, tra gli svantaggi, presenta però il costo da sostenere per la sua realizzazione, che corrisponde all’onorario del professionista.

Se ci riferiamo al testamento olografo, possiamo fare delle altre osservazioni.

Si tratta di un documento comunque sempre dal valore legale, semplice da realizzare, che può essere scritto in qualsiasi luogo e in qualunque momento, senza la presenza di testimoni.

È riservato, perché questo documento può essere nascosto ad altre persone, e non richiede alcun costo.

Però devi ricordare che questa tipologia di testamento presenta alcuni contro da tenere in considerazione.

Ad esempio il documento in questione potrebbe essere perso, distrutto o falsificato.

Inoltre è bene ricordare che le disposizioni presenti in un documento olografo dovrebbero essere sempre scritte in maniera chiara, per evitare delle incomprensioni che potrebbero sorgere successivamente.

In generale possiamo affermare che affidarsi ad un professionista è sempre molto consigliato.

I diritti ereditari: i casi possibili

Naturalmente a seconda del legame di parentela che gli eredi hanno con l defunto si distinguono quote ereditarie differenti.

Conoscere dunque quali sono i diritti di chi eredità è fondamentale.

Per questo motivo puoi raccogliere molte informazioni utili tramite queste guide che t segnaliamo:

La guida su come fare testamento

Fare testamento olografo da soli è dunque possibile.

Tuttavia devi rispettare 3 requisiti essenziali che rendono valido il testamento.

Nella guida che abbiamo preparato ti forniamo tutte le informazioni.

Ti renderai conto che scrivere un testamento è un’operazione semplice.

Nella guida ti forniamo il fac simile del testamento olografo, ti spieghiamo anche come conservarlo.

Non perderla: Come Fare Testamento Senza Notaio: I 3 Requisiti Fondamentali che Rendono Valido un Testamento! Come si Conserva! Pro e Contro!