Ristrutturazione Terrazzo: Costi, Agevolazioni Fiscali e Consigli! 5 Errori da Evitare Durante il Rifacimento del Terrazzo!

ristrutturazione terrazzo agevolazioni fiscali
Img tratta da pixabay

La ristrutturazione del terrazzo può essere in molti casi fondamentale, perché un terrazzo mal tenuto non può essere sfruttato pienamente per tutte le funzioni che potrebbe avere.

Per esempio la ristrutturazione della terrazza ti darebbe la possibilità di utilizzarla anche come spazio all’aperto ideale per cene nelle sere estive o semplicemente come spazio da dedicare al relax.

Disporre in un immobile di uno spazio di questo tipo può essere importante anche per accrescere il valore dell’immobile stesso, vantaggio di cui ti puoi accorgere nel caso decidessi di vendere la casa.

Tutto questo però a patto che ristrutturare il terrazzo diventi una priorità.

D’altronde devi sapere che ci sono anche degli appositi benefici di carattere fiscale, di cui puoi usufruire, se decidi per la ristrutturazione del terrazzo, se opti per un rifacimento dei terrazzi, seguendo le disposizioni che stabiliscono le norme di legge.

Ma andiamo con ordine, ti spieghiamo tutto in questa guida.

Consigli utili

Partiamo innanzitutto per la ristrutturazione del terrazzo dai consigli che ti potrebbero essere più utili da seguire sui lavori da portare avanti.

Quando si tratta di ristrutturare il terrazzo non scegliere di affidarti al fai da te.

I lavoretti artigianali realizzati da te stesso possono essere utili soltanto in caso di piccoli ritocchi.

Invece per un grande progetto di ristrutturazione completa devi rivolgerti necessariamente ad una ditta specializzata, in modo che venga messo a punto un progetto come si deve e poi si possa passare alla realizzazione dei lavori veri e propri.

La prima fase di questi lavori dovrebbe prevedere un’impermeabilizzazione della struttura.

Tutto questo è fondamentale per riuscire ad assicurare l’isolamento dai piani sottostanti.

Se non si realizza una buona impermeabilizzazione, quando piove si potrebbero creare dei danni al piano sotto al terrazzo.

Di solito per impermeabilizzare si usano delle guaine adatte, che vengono realizzate con materiali speciali con spessori variabili.

Poi si passa alla realizzazione del massetto e alla scelta della pavimentazione.

Anche in questo caso non si tratta soltanto di una questione estetica, ma il tutto costituisce un elemento fondamentale anche per consentire la corretta funzionalità del terrazzo.

Per scegliere la pavimentazione giusta si deve tenere conto della frequenza di utilizzo, delle temperature e della piovosità della zona in cui è collocato l’immobile.

Come regola fondamentale tieni presente il fatto che non è mai una scelta giusta investire su un materiale non di qualità, perché altrimenti con il tempo si potrebbero riportare dei danni che non consentono di risparmiare sui costi per le riparazioni.

Considera comunque quanto sia importante provvedere ad una costante manutenzione.

Il terrazzo è continuamente esposto agli agenti atmosferici, per cui è necessario provvedere ad una regolare cura di tutti gli elementi, per avere anche la possibilità che la ristrutturazione duri più nel tempo.

Quanto costa

Parliamo adesso della ristrutturazione del terrazzo e del costo specifico di modo tale che si possano avere le idee ben chiare anche su quali possa essere il budget da impiegare.

Per esempio calcola per la demolizione della pavimentazione e del massetto una spesa che va da 25 euro a 35 euro al metro quadro.

L’impermeabilizzazione con l’applicazione della guaina impermeabile costa circa 30 euro al metro quadro.

Poi nella ristrutturazione si deve procedere alla realizzazione di un nuovo massetto, con una spesa che va da 25 euro a 35 euro al metro quadro.

Infine si deve procedere ad una realizzazione della nuova pavimentazione, con spese che possono variare a seconda dei materiali scelti.

Possiamo calcolare in questo senso un costo che va dai 30 ai 60 euro al metro quadro.

Ci sono vari fattori che possono incidere sui costi, partendo per esempio dallo stato in cui si trova il terrazzo.

Ad esempio se devi intervenire per eliminare delle infiltrazioni di acqua, devi arrivare ad un rifacimento completo della struttura, quindi affrontando una spesa ingente, perché devi demolire la pavimentazione, il massetto e devi sostituire la guaina isolante.

Le agevolazioni

Volendo vedere per la ristrutturazione del terrazzo le agevolazioni fiscali a disposizione, possiamo considerare il bonus ristrutturazione terrazzi, che consente per la ristrutturazione del terrazzo una detrazione importante.

Il bonus viene concesso agli interventi sulle singole unità abitative, quando il rifacimento avviene prevedendo caratteri essenziali diversi da quelli che già esistevano.

Oppure può essere concesso per interventi su parti comuni del condominio, anche per le riparazioni delle parti murarie, per la sostituzione di parapetti o ringhiere, conservando le caratteristiche originali.

Si può ottenere complessivamente una detrazione del 50% del costo totale sostenuto per gli interventi di ristrutturazione.

L’importo soggetto alla detrazione viene dichiarato al momento della dichiarazione dei redditi e viene suddiviso in dieci rate annuali tutte dello stesso importo.

Naturalmente le detrazioni cominciano dall’anno successivo all’effettuazione dei lavori.

Ma non si tratta di ammissione di agevolazioni soltanto per lavori manuali di intervento sulla funzionalità dello spazio.

ristrutturazione terrazza consigli
Img tratta da pixabay

Bonus verde

Infatti il bonus è previsto anche per lavori di abbellimento.

In questo caso però si passa a quel tipo di detrazione che viene chiamato bonus verde.

Quest’ultimo viene concesso per la sistemazione delle aree verdi private scoperte, per edifici esistenti o per singole unità abitative anche in riferimento alle pertinenze e alle recinzioni.

Inoltre può essere concesso per le coperture a verde di giardini pensili.

Per tutti questi interventi si possono ottenere delle detrazioni che non si riferiscono soltanto ai lavori veri e propri, ma possono comprendere anche i costi di progettazione e manutenzione.

Il bonus verde dà la possibilità di detrarre il 36%.

Il limite di spesa massimo è stabilito e corrisponde a 5.000 euro.

Quindi il massimo detraibile con la dichiarazione dei redditi corrisponde ad un costo di 1.800 euro.

L’importo che viene detratto è recuperabile in dieci rate tutte di pari importo, nel corso di dieci anni.

Ricordati anche della possibilità che, quando vengono effettuati i lavori sul verde e contemporaneamente sia su unità immobiliari che sulle parti comuni condominiali, puoi avere diritto al cosiddetto doppio plafond.

Significa che la detrazione fiscale viene applicata su due differenti limiti di spesa, che prevede in questo caso 5.000 euro più altri 5.000 euro.

5 errori da evitare quando si ristruttura il terrazzo

Dopo avere messo in evidenza e fornito tutte le informazioni che riguardano le agevolazioni fiscali i bonus e quali sono i lavori che bisogna assolutamente valutare durante il rifacimento del terrazzo vogliamo mettere in evidenza quali sono gli errori più comuni.

In effetti creare un terrazzo dall’effetto “Wow” non basta e spesso non serve. Il terrazzo bisogna poterlo vivere in maniera confortevole e senza fare rinunce di nessun tipo.

Per questo motivo vogliamo mettere in evidenza 5 errori che devi assolutamente evitare.

1. Non dare importanza al sole

Il sole durante le ore centrali della giornata può diventare un vero e proprio nemico e impedirti di godere del tuo terrazzo in qualsiasi momento.

Studiare bene l’esposizione del sole e impiegare un budget della ristrutturazione della terrazza in pergolati. tende e ombrelloni ha sicuramente molto senso.

E’ importante dunque considerare l’orientamento del tuo terrazzo:

  • Se il terrazzo guarda a Sud il sole sarà potente a mezzogiorno;
  • Se il terrazzo guarda ad Est: il sole sarà potente al mattino;
  • Se guarda ad Ovest: ci sarà sole tutto il pomeriggio;
  • Se guarda a Nord: sarà molto fresco d’estate, ma freddissimo di inverno.

2. Non valorizzare i pavimenti

Un altro errore che spesso si compie consiste nel non valorizzare i pavimenti.

L’ideale è sicuramente utilizzare dei rivestimenti per esterno come ti abbiamo già indicato in questa guida dove ti parliamo dei parquet per esterni e in quest’altra guida invece ti forniamo tutte le informazioni sui pavimenti in cemento, ultimamente molto in voga.

Se hai un budget di spesa ridotto puoi comunque valorizzare il pavimento del tuo terrazzo ricorrendo a dell’erba sintetica o tappeti in polipropilene.

3. Limitare la luce

Lanterne, luci soffuse sui muri sono piacevoli per il dopo cena, ma non dimenticare che il terrazzo può essere vissuto anche la notte.

Per questo motivo è fondamentale studiare molto bene l’impianto di illuminazione senza lasciare nulla al caso.

L’aiuto di un professionista in questo caso potrebbe rivelarsi prezioso.

4. Non pianificare l’uso del tuo terrazzo

Il terrazzo può avere diverse dimensioni.

Pianificare bene il suo utilizzo è fondamentale. Nel caso di un terrazzo piccolo è dunque necessario scegliere se adibirlo a zona relax o zona cena e pranzo.

Nel caso di un terrazzo più grande è fondamentale progettare una zona per mangiare, una zona relax e una zona svago ad esempio con piscina sul terrazzo.

Questa pianificazione andrà fatta sin da subito di modo tale da potersi godere a pieno il proprio terrazzo per molte estati.

5. Dimenticare la privacy

Questo aspetto è fondamentale soprattutto nei terrazzi che si trovano nelle città.

Avere la possibilità di creare zone di privacy con piante o separatori è fondamentale per potersi godere il terrazzo lontano da occhi indiscreti.

In questa guida ti spieghiamo come creare la privacy sul tuo terrazzo:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here