Piscina sul Terrazzo: Costi, Dimensioni, Peso, Materiali Migliori e Permessi per Realizzare una Piscina in Terrazzo!

piscina in terrazzo

Molti vorrebbero una piscina sul terrazzo.

Quante volte anche tu ti sei ritrovato a chiederti “posso mettere una piscina sul terrazzo?”.

La piscina in terrazzo costituisce un problema non da poco.

Sicuramente può essere una comodità, ma non bisogna trascurare gli aspetti normativi che riguardano le piscine su terrazzo.

Normalmente, per cercare di obbedire alla legge, prima di procedere alla progettazione di una piscina sul terrazzo, bisognerebbe tenere in considerazione diversi aspetti.

Ti dovresti sempre chiedere se sia possibile realizzare una piscina sul terrazzo di casa, soprattutto verificando se ci siano le condizioni strutturali per poterlo fare, per esempio se il terrazzo e l’edificio in generale si trovino nelle condizioni di poter sostenere la quantità di peso che una piscina sul terrazzo richiede.

Vuoi scoprirne di più da questo punto di vista?

Vuoi sapere tutti i fattori di cui devi tenere conto per costruire la tua piscina per terrazzo di casa?

Vai avanti nella lettura della nostra guida!

Quali sono i migliori materiali

La scelta dei materiali costituisce sicuramente una parte importante nella realizzazione di una piscina sul terrazzo.

Tra i migliori materiali che solitamente vengono utilizzati a questo scopo, possiamo ricordare il poliestere, l’acciaio inossidabile e il calcestruzzo proiettato.

In genere viene utilizzato il poliestere rinforzato con fibra di vetro.

Questa si configura come una soluzione facile da mettere a punto anche se nel corso del tempo questo tipo di piscina richiede più manutenzione.

Il calcestruzzo proiettato, proprio per la tecnica con cui viene realizzato, aderisce completamente e in maniera perfetta sulle pareti e sul pavimento e presenta ottime caratteristiche di resistenza.

Può consentire anche di risparmiare sull’impermeabilità che la piscina sul terrazzo dovrebbe avere per evitare le perdite.

Se vuoi andare più sul sicuro, ti consigliamo, invece, l’acciaio inossidabile, che ha una resistenza molto elevata e si presta ad una maggiore libertà in termini di design.

Questo materiale è leggero e non richiede una complessa manutenzione nel corso del tempo.

Ricordati sempre che se vuoi montare una piscina sul terrazzo devi considerare la possibilità di inserire un doppio vetro.

Uno svolge la funzione di contenitore dell’acqua e un altro, posto ad un livello inferiore, per evitare le perdite.

Il vetro deve essere rivestito tenendo conto di alcuni materiali fondamentali, come per esempio il gres porcellanato.

Le dimensioni e il peso

Le piscine sui terrazzi devono essere sempre delle dimensioni e del peso adeguati.

Per questo, per conoscere le caratteristiche fondamentali da questo punto di vista, è sempre importante rivolgersi ad un esperto architetto.

Infatti il professionista deve eseguire i calcoli strutturali, per verificare la solidità dell’edificio sottostante.

In certi casi deve anche tenere presente la possibilità di costruire un rinforzo necessario da aggiungere all’area in cui viene collocata la piscina.

Per fare questo deve tenere conto del tipo di pavimento, dell’età dell’abitazione e della resistenza massima che un immobile può avere.

In questo modo può calcolare anche la profondità massima di cui la piscina potrebbe essere dotata.

Tutto comunque può variare, perché si deve tenere conto di quanto peso possa sopportare un pavimento in termini di sovraccarico, tenendo conto sia dell’acqua contenuta, ma anche del peso della piscina che è variabile in base ai materiali utilizzati.

Quanto costa

Quanto costa una piscina sul terrazzo?

Facciamo un esempio per farti rendere conto di questo aspetto.

Per esempio, considerando uno spazio minimo di circa 3 metri x 3 metri quadri con 80 centimetri di profondità, si parte da un prezzo base di 10.000-15.000 euro.

Alcuni potrebbero obiettare che si tratti di un prezzo molto più alto rispetto a quello che comporta la costruzione di una piscina sul terreno, ma in genere i costi più alti dovuti ad una piscina sul terrazzo sono determinati anche dai rinforzi da apportare e dal materiale.

Comunque il prezzo può essere un fattore molto variabile legato proprio al tipo di materiale utilizzato, ma anche per esempio ad altri fattori, come il tipo di macchine che vengono utilizzate per la purificazione.

Non dimenticare poi che ci sono delle spese anche relative alla manutenzione.

Per esempio fra queste dobbiamo considerare il costo dell’acqua.

Almeno una volta l’anno la piscina deve essere svuotata e poi deve essere riempita nuovamente.

Per svolgere questa operazione, sarebbe opportuno utilizzare l’acqua dell’acquedotto comunale, in modo da evitare l’uso di prodotti disinfettanti.

Poi bisogna anche tenere conto del fatto che il livello dell’acqua normalmente tende ad abbassarsi per un fenomeno di evaporazione, quindi è necessario sempre aggiungere dell’acqua.

Quest’ultima deve essere sempre utilizzata per lavare i filtri.

Complessivamente, con una tariffa media di 2 euro al metro cubo, il costo dell’acqua può arrivare a circa 50-70 euro a stagione.

A tutto questo si deve aggiungere anche il consumo energetico dovuto alla presenza della pompa di circolazione, con un costo di circa 50-70 euro a stagione.

Per mantenere l’acqua pulita si deve procedere all’uso di prodotti per la sterilizzazione e questo comporta una spesa di circa 40-50 euro per ogni stagione.

Ogni tanto ti devi rivolgere anche ad una ditta specializzata per lo svuotamento, la pulitura e per svolgere test sugli impianti.

Quindi devi aggiungere altri 250 euro ogni anno.

I permessi da richiedere

Non sempre la costruzione di una piscina sul terrazzo di casa richiede delle specifiche autorizzazioni.

In genere per la maggior parte delle realizzazioni la piscina si può installare senza richiedere autorizzazioni né al Comune né al condominio.

Questo per il fatto che si tratta di strutture fuori terra, per le quali in condizioni normali non sarebbe richiesto seguire un particolare iter burocratico.

Questo accade solitamente quando non ci sono problemi riguardo al peso strutturale che l’edificio può sopportare e quindi la piscina si può costruire senza creare particolari problematiche.

Il discorso può essere diverso, quando si impone la necessità di eseguire dei rinforzi strutturali del terrazzo.

In queste situazioni è obbligatorio presentare al Comune la SCIA, la segnalazione certificata di inizio attività.

Inoltre è obbligatorio depositare i calcoli relativi al genio civile.

Tieni conto sempre del fatto che queste autorizzazioni sono molto importanti perché una realizzazione di una piscina di questo tipo incide anche sull’aumento del valore dell’immobile.

Di solito si calcola che il valore dell’immobile con una piscina viene aumentato di circa il 20%.

Quindi questo incide anche sulla stima economica della casa.

ABBIAMO SELEZIONATO PER TE:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here