Guida all’acquisto sicuro

Comprare casa da privato: consigli utili e verifiche da fare

612
comprare casa da privato consigli

Se stai cercando consigli efficaci per acquistare senza mediazioni sei nel posto giusto. Cosa fare per comprare casa da privato? Come conviene muoverci quando non avremo a che fare con l’agenzia per la compravendita, ma con un venditore che agisce per conto suo? Rinunciare all’agenzia può trasformarsi in un risparmio di diverse migliaia di euro, ma saremo sul campo per conto nostro, anche per le verifiche del caso.

Come comprare da un privato? Su questa pagina trovi una guida completa che ti aiuterà a decidere al meglio come muoverti. Benvenuto su Likecasa.it, il primo portale italiano dedicato interamente all’acquisto della casa. Se stai pensando di realizzare il tuo acquisto più importante, puoi visitare la nostra guida completa con tutti i link utili: salvala nei preferiti perché ti sarà di grandissimo aiuto.

Veniamo ora a noi.

Verifiche per un acquisto sicuro

Ci sono diverse verifiche da fare quando si compra da un privato, non perché il prossimo non sia degno di fiducia, ma perché piuttosto sono tanti i problemi che possono essere presenti a insistere su un immobile, sia di tipo finanziario sia di tipo più strettamente legale. Non mancano poi le verifiche necessarie a livello immobiliare, che riguardano appunto lo stato dell’immobile.

Valuta lo stato dell’immobile

Il primo passo è quello di valutare lo stato dell’immobile. No, non parliamo di dove si trova o della sua superficie, questioni che avresti dovuto già analizzare prima di procedere con l’interesse verso l’appartamento o stabile.

Parliamo invece di verificare che gli infissi e gli impianti siano a regola d’arte, che siano in buone condizioni e che non necessitino di restauri. Puoi farti, anzi dovresti farti aiutare da un perito, spendendo qualcosina che recupererai a livello di prezzo futuro.

Verifica l’assenza delle ipoteche

Una visura ipotecaria è necessaria per verificare che non ci siano ipoteche sull’immobile, se non quella della banca per l’eventuale mutuo che il venditore sta ancora pagando.

La visura mostra trascrizioni e ipoteche ed è di fondamentale importanza per evitare problemi poi. L’ipoteca infatti non cesserebbe di esistere con la compravendita, dato che insiste sull’immobile e non sul proprietario.

Verifica chi è il proprietario, se ci sono più proprietari, o coniugi in comunione dei beni

Diventa altrettanto necessario andare a verificare chi sia il proprietario, cosa che si può controllare con una semplice visura catastale. Verifica anche che ci sia un unico proprietario. Nel caso in cui la proprietà della casa dovesse essere infatti condivisa, dovrai necessariamente metterti d’accordo con tutti i proprietari iscritti, anche nel caso di coniugi.

Controlla se l’immobile è di una società

La verifica in questione è la stessa di quella che abbiamo appena descritto. Nel caso in cui la casa dovesse essere di una società, dovremo trattare con chi ha potere di farlo, per non incorrere in brutte sorprese.

Verifica l’avvenuto pagamento delle imposte sulla casa

Le imposte sulla casa vertono appunto sulla casa, e non sul proprietario. Questo vuol dire che nel caso in cui non si fossero pagate delle imposte passate, toccherà a noi pagarle successivamente all’acquisto.

Per questo motivo diventa assolutamente necessario chiedere al venditore prova dell’avvenuto pagamento di tutte le imposte, pena il potersi ritrovare, anche in questo caso, con una pessima sorpresa.

Verifica la situazione patrimoniale e familiare del proprietario

La situazione patrimoniale e familiare del proprietario va indagata, per quanto possibile. Questo perché eventuali creditori potrebbero chiedere di annullare la compravendita nel caso in cui questa fosse stata posta in essere per sfuggire appunto dai debiti.

Allo stesso modo diventa necessario andare ad analizzare l’eventuale situazione familiare: la presenza di una separazione o un divorzio può dare pretese economiche all’ex-coniuge, anche sulla casa che stiamo per andare ad acquistare.

Meglio premunirsi anche in questo senso, sempre per evitare sorprese.

Non ti dimenticare di verificare il regolamento di condominio

Nel regolamento condominiale sono contenute tutte le regole fondamentali che gestiscono la convivenza all’interno del condominio stesso. Ce ne sono di particolarmente bizzarri, e soprattutto ci sono all’interno del regolamento anche gli adempimenti economici che sono a carico di ogni condomino.

Anche le spese condominiali possono diventare una voce di spesa estremamente importante. Meglio muoversi con anticipo e farsi un’idea.

Verifica che il pagamento delle spese condominiali sia stato fatto

Tornando al condominio, si deve necessariamente controllare che tutte le spese condominiali prima dell’acquisto siano state saldate. Anche in questo caso la spesa grava infatti sull’immobile, e non sul proprietario, e per questo motivo, in caso di inadempimenti precedenti al nostro subentro, saremo noi di tasca nostra a dover sopperire al mancante.

Verifica la presenza o meno di lavori straordinari deliberati

Ultima verifica, almeno in ambito condominiale, riguarda la presenza o meno di lavori straordinari già deliberati dall’assemblea e che toccherà a noi pagare.

Non è possibile opporsi ex-post, ma sono costi di cui dovremo tenere conto anche in sede di negoziazione. I lavori di questo tipo possono essere molto cari e soprattutto incidere in modo sensibile sul valore finale dell’immobile. Teniamone conto.

Fai verifiche al catasto

Le verifiche al catasto devono essere approfondite: bisogna verificare la corrispondenza dello stato di fatto con lo stato catastale, la presenza di tutti i locali, l’accatastamento di ogni minimo dettaglio debba essere accatastato.

Anche in questo caso diventeremmo noi infatti passibili di multa e soprattutto responsabili del potenziale costosissimo adeguamento, che non è inoltre sempre possibile.

Nel caso in cui non avessimo alcun tipo di dimestichezza con questo tipo di questioni, possiamo anche rivolgerci ad un professionista esterno che controlli i documenti per comprare casa da privato che possiamo trovare al catasto.

La casa da comprare (privato o agenzia che sia) deve essere sempre verificata in relazione ai suoi documenti catastali.

Verifica la conformità urbanistica

Prima di comprare casa da privato verifica anche la conformità urbanistica, ovvero che il progetto depositato sia conforme con lo stato dei luoghi, e in caso contrario verificare che il tutto sia stato aggiornato.

Anche in questo caso infatti saremmo noi a dover provvedere alla messa in regola del tutto.

Controlla se l’immobile è una donazione

Ultimo controllo prima di comprare una casa da un privato è la presenza di precedenti donazioni. A determinate condizioni infatti la donazione può essere revocata, con la revoca che è valida anche contro terzi e che dunque ci farebbe decadere dalla proprietà della casa, con il venditore ex donatario che dovrebbe risarcirci.

Si aprirebbero scenari molto complicati, che dobbiamo a tutti i costi evitare per non trovarci in guai grossi successivamente alla compravendita della casa da un privato.

Se stai comprando caso non perdere questi articoli:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here