Vendere Casa con Mutuo in Corso è Possibile? Se Non SonoPassati 5 Anni Cosa Succede? 3 Opzioni Possibili!

vendere casa con mutuo

Vendere casa con mutuo è possibile?

È questa spesso una domanda che si pongono coloro che hanno acceso un mutuo per acquistare una casa e che poi, senza averlo estinto del tutto, hanno intenzione di vendere l’immobile.

Innanzitutto iniziamo questa guida dicendoti che Vendere casa con mutuo in corso è possibile.

Ci sono infatti diverse possibilità che si possono prendere in considerazione in una situazione del genere.

Ma come fare a livello pratico a vendere una casa con mutuo?

Andiamo più nei dettagli e scopriamo quale direzione seguire.

Come vendere casa con mutuo: 3 possibilità

Chi ha intenzione di eseguire questa operazione può tenere conto di alcune possibilità a sua disposizione.

Vendere un appartamento con mutuo: a seconda delle esigenze personali si può considerare una delle seguenti opzioni!

Vediamo quali sono:

  1. estinguere il mutuo prima dell’atto – se abbiamo i soldi necessari a pagare la parte del mutuo che resta, possiamo provvedere a restituire tutto il denaro alla banca che ha emesso il finanziamento, prima di effettuare il rogito della vendita dell’immobile. Naturalmente non può essere considerata una possibilità riservata a molti, perché spesso è difficile avere a disposizione tutti questi soldi in una volta;
  2. estinguere il mutuo al rogito – una possibilità che sembrerebbe essere più appetibile e che potrebbe essere praticata da molte più persone consiste nell’utilizzare la somma che si ricava dalla vendita della casa per estinguere il mutuo. In questo modo non si avrebbero particolari problemi nel disporre della somma necessaria tutta in una volta;
  3. accollo del mutuo – in una situazione del genere possiamo contare sul notaio a cui ci rivolgiamo, che spiegherà all’acquirente il fatto che sull’immobile in vendita non gravino delle ipoteche.

In cosa consiste l’accollo del mutuo?

Questa procedura si può utilizzare anche nel caso in cui si voglia vendere casa con mutuo per la prima casa.

Con questa operazione si può vendere un immobile per il quale il precedente proprietario sta ancora pagando le rate del prestito ottenuto.

Si tratta di un subentro da parte dell’acquirente nel contratto che era stato stipulato tra la banca e il precedente proprietario dell’immobile.

Non è detto che le condizioni poste dalla banca e che aveva sostenuto il vecchio proprietario si dimostrino convenienti per l’acquirente.

Tuttavia, se il nuovo acquirente considera le condizioni proposte dall’istituto di credito soddisfacenti, può procedere secondo questa via.

È necessario in ogni caso che la banca rilasci un documento che assicuri il proscioglimento di ogni responsabilità nei confronti del vecchio proprietario.

È molto importante ottenere questo documento nel momento in cui siamo noi a vendere l’immobile con mutuo, perché, se il nuovo proprietario non dovesse pagare più le rate del prestito, la banca potrebbe rifarsi sul vecchio proprietario della casa.

Vendere e comprare casa con mutuo: il ruolo dell’ipoteca

Vendita casa con mutuo: entriamo nel dettaglio della faccenda!

Se scegliamo l’opzione dell’accollo del mutuo, l’ipoteca che la banca aveva messo sulla casa al momento della stipula del contratto per il mutuo rimane sempre nello stesso istituto di credito.

Di conseguenza la situazione dovrebbe procedere con regolarità.

Se invece abbiamo scelto l’opzione di estinguere il vecchio mutuo, per poi andare ad effettuarne un altro, la banca a cui ci rivolgiamo applica un’ipoteca di secondo grado.

Soltanto quando la banca del venditore rimuove la propria, la nuova ipoteca diventa di primo grado.

Ci troviamo così di fronte ad un’operazione complicata, che deve tenere conto degli accordi stipulati tra due banche.

Cosa fare se l’accollo del mutuo non è conveniente

A volte le condizioni che si verrebbero a creare secondo le disposizioni della banca con l’accollo del mutuo non sono molto convenienti all’acquirente, per cui quest’ultimo non vuole procedere all’operazione dell’accollo.

Quindi in questo caso può scegliere un’altra soluzione. Si tratta di estinguere il vecchio mutuo e accenderne uno nuovo a carico dell’acquirente.

Il venditore estingue il mutuo con il denaro che ha ricavato dall’operazione di vendita della casa.

È un’operazione che avviene contemporaneamente al rogito. In questo caso intervengono anche le due banche, che mandano un loro delegato, in modo da accertarsi che le operazioni vengano svolte in maniera corretta.

Secondo le norme in vigore, tutto ciò non comporta costi di mora e le banche non dovrebbero chiedere dei costi aggiuntivi. Il garante di tutto rimane sempre il notaio al quale ci si rivolge.

Vendere casa con mutuo prima dei 5 anni

Il discorso di vendere casa prima dei 5 anni va considerato da un punto di vista strettamente fiscale.Per l’acquisto della prima casa sono previste delle agevolazioni di carattere fiscale, ma, se l’immobile viene venduto prima di 5 anni, allora si devono versare all’Agenzia delle Entrate l’imposta di registro, l’imposta ipotecaria, l’imposta catastale e una sovrattassa che corrisponde al 30% delle imposte.

Fanno eccezione però in questo senso alcuni casi, in particolare due:

  1. Per esempio, non è necessario pagare le imposte all’Agenzia delle Entrate, se il soggetto, entro un anno da quando ha venduto l’immobile acquistato con le agevolazioni, acquisti un altro immobile che viene adibito ad abitazione principale.
  2. Un altro caso che fa eccezione per il pagamento delle imposte è la situazione in cui il soggetto che vende la prima casa acquista un terreno sul quale entro un anno dalla vendita viene realizzato un immobile usato sempre come abitazione principale.

Ricordiamo che le agevolazioni per l’acquisto della prima casa consistono in dei bonus che comportano la riduzione dell’Iva dal 22% al 4%, l’imposta di registro al 2%, l’imposta catastale e quella ipotecaria che ammontano a 50 euro (in caso di acquisti da privati) o a 200 euro (in caso di acquisto da costruttore).

Per usufruire di queste agevolazioni, l’immobile non deve presentare delle caratteristiche di lusso ossia non deve appartenere alle seguenti categorie catastali A1 A8, A9 (qui trovi l’elenco delle categorie catastali e le annesse caratteristiche).

Deve essere situato nel Comune di residenza dell’acquirente, quest’ultimo deve dichiarare di non essere titolare dei diritti di proprietà, di usufrutto e di abitazione in un’altra casa dello stesso Comune dove si trova ubicato l’immobile per il quale vengono richieste le agevolazioni riconosciute dalla legge in caso di acquisto della prima casa.

Inoltre, con un apposito chiarimento fornito direttamente dall’Agenzia delle Entrate nel 2017, è stato specificato che l’immobile acquistato non deve rientrare nelle categorie catastali di abitazioni di tipo signorile, ville, castelli e palazzi di grande pregio artistico o storico.

Tre passi fondamentali per vendere casa

In questo articolo ti abbiamo fornito le tutte le informazioni che ti servono se vuoi vendere una casa con mutuo.

Ma non basta!

Vogliamo fornirti darti alcune dritte.

Sono tre i passi fondamentali e obbligatori quando si vuole vendere casa bene e senza problemi.

1. Raccogli tutte le informazioni fondamentali

Un passo fondamentale! Anche se ti affiderai a consulenti o intermediari ricordati che si tratta del tuo immobile dal quale puoi trarre un guadagno fondamentale. Non sbagliare è fondamentale. In italia il tema della casa è intriso di burocrazia e normative e l’errore è sempre dietro l’angolo., Essere ben informato permette di vendere bene senza sbagliare.

Noi di Likecasa siamo qui per aiutarti a raccogliere tutte le informazioni sulla casa.

Abbiamo preparato una guida gratuita e che potrai consultare tutte le volte che vorrai che ti sarò molto d’aiuto: Vendere casa: LA GUIDA PRATICA!

2. Fai valutare il tuo immobile

Molti saltano questo passaggio. Nulla di più sbagliato. Sapere quanto vale esattamente il proprio immobile è fondamentale.

Sul web esistono numerose piattaforme che effettuano questo servizio gratuitamente.

Noi di Likecasa abbiamo effettuato diversi test simulando una vendita e raccolto informazioni che vogliamo condividere coi i nostri lettori.

Pensiamo che la nostra esperienza possa servire a fare valutazioni corrette e scelte giuste: Valutazione Immobile Online: Le Migliori Piattaforme di Valutazioni Immobiliari Gratuite!

3. Scegli l’agenzia immobiliare che fa per te

Scegliere un’agenzia immobiliare qualunque è sbagliato. Scegli l’agenzia che meglio è in grado di soddisfare le tue necessità e valuta alcuni punti del contratto di agenzia che ti verrà sottoposto che sono molto importanti.

In questo ti aiutiamo noi!

Leggi questo: Mandato di Agenzia Immobiliare: 7 Punti da Valutare Prima di Firmare il Contratto di Agenzia!

Hai bisogno di altre informazioni?

Non perdere questa guida: Vendere Casa con Mutuo e Comprarne Un’altra: Come si Fa! Tutte le Possibilità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here