Che Documenti Servono per Affittare una Casa?

documenti per affittare una casa: affitti tra privati

Se ti stai chiedendo “Che documenti servono per affittare una casa” si in una di queste due situazioni:

  • stai per affittare un immobile di tua proprietà
  • stai per prendere una casa in affitto

Sia che tu sia un padrone di casa o un inquilino sei sulla pagina giusta!

Qui troverai tutte le informazioni che stai cercando!

Molto spesso quando ci si trova di fronte ad un contratto di affitto si è all’oscuro di molte informazioni che molto spesso sono importanti e fondamentali.

Se è la prima volta che approdi sul nostro sito cogliamo l’occasione per segnalarti che Likecasa affronta il tema della casa a 360 gradi e ha una sezione totalmente dedicata all’affitto in cui puoi trovare tutte le informazioni e le guide gratuite che ti servono.

In questo articolo ti indicheremo l’elenco completo dei documenti che servono per affittare casa.

La prima cosa che devi fare per raccogliere le informazioni in maniera corretta e non sbagliare, è avere bene a mente la differenza tra locatore e locatario (QUI trovi il significato dei termini e le differenze ti bastano due minuti).

Ora possiamo iniziare!

Sei pronto?

Continua a leggere!

Documenti per affittare casa: quali sono!

Innanzitutto dobbiamo sin da subito chiarire che sopo che entrambe le parti si saranno accordate sulla tipologia di contratto di affitto si apriranno due fasi:

  • Stipula del contratto di Affitto
  • Registrazione del contratto di Locazione

Bisogna inoltre chiarire che i documenti che servono per la stipula e la registrazione del contratto di affitto sono diversi in base alla posizione che si ha (ossia di locatore o di locatario).

Pertanto procediamo con ordine, partendo dall’inizio e mettendo in evidenza l’elenco dei documenti che bisogna avere sia nel caso del locatore sia nel caso del locatario.

Documenti necessari per affittare casa alla stipula del contratto

Iniziamo mettendo in evidenza i documenti che interessano la figura del locatore (ossia del padrone di casa o dell’immobile) per quanto riguarda la stipula del contratto.

Documenti necessari per la stipula del contratto per il locatore:

  • Copia della carta di Identità e del codice fiscale o passaporto in corso di validità
  • Un estratto conto delle spese condominiali per imputare l’eventuale addebito a conguaglio qualora fosse necessario.
  • Codice IBAN del locatore ai fini dell’addebito telematico delle marche da bollo e dell’imposta di registro nel caso in cui il locatore non ricorra all’opzione della cedolare secca ( nel caso in cui si opti per la cedolare secca non sono dovute né le imposte di bollo né l’imposta di registro).
  • Copia della garanzia fideiussoria (se richiesta o pattuita: tutte le info sulla fideiussione sono qui)
  • Documento sulla privacy

Certificazioni per affittare un appartamento o una casa

Adesso vogliamo indicare quali sono le certificazioni obbligatori e fondamentali che il locatore o padrone di casa dovrà avere con se per stipulare il contratto di affitto.

Le certificazioni per affittare una casa sono:

  • Visura catastale e aggiornata dell’immobile che verrà dato in locazioneUna piantina dell’appartamento che sarà oggetto della locazione
  • Certificato che attesti la superficie dell’immobile da affittare (solo per il contratto a canone concordato)
  • Attestato di certificazione energetica (APE) in corso di validità

Riguardo ai documenti che interessano il locatario (o inquilino del appartamento) bisogna fare alcune differenze strettamente correlate alla posizione lavorativa.

Pertanto nel caso in cui il locatario sia un lavoratore subordinato per l’affitto dovrà presentare i seguenti documenti:

  • Copia della carta di identità e del codice fiscale in corso di validità
  • Copia del CUD (Certificato Unico Dipendente) e una copia delle due ultime buste paga
  • Copia della Carta di Identità e del Codice Fiscale di eventuali conviventi

Se il locatario è un lavoratore autonomo dovrà raccogliere e presentare i seguenti documenti:

  • Copia della carta di identità e del codice fiscale in corso di validità
  • Copia della Visura Camerale o dell’Ultimo Modello Unico
  • Copia della Carta di Identità e del Codice Fiscale di eventuali conviventi

Documenti fondamentali quando si affitta casa agli stranieri

Prima di fornirti l’elenco dei documenti utili al locatore nel momento in cui deve registrare il contratto di affitto vogliamo fare un’ultima precisazione.

Nello specifico vogliamo prendere in esame una casistica molto diffusa in questi ultimi tempi, ossia l’affitto della casa a stranieri e mettere in evidenza quali sono i documenti fondamentali in questo caso.

Documenti per affittare casa agli stranieri:

  • Se il locatore è cittadino extracomunitario servirà il permesso di soggiorno che dovrà risultare valido non solo in riferimento alla data di stipula del contratto ma anche  per tutta la durata dell’affitto. La scadenza della carta di soggiorno, durante il periodo di locazione, può diventare motivo di risoluzione del contratto di affitto in essere, per “impossibilità sopravvenuta” (secondo l’articolo1467 Codice civile)
  • Inoltre copia del CUD, copia delle ultime due buste paga (se lavoratore subordinato)
  • Copia del Modello Unico (se lavoratore autonomo)
  • Copia del permesso di soggiorno degli eventuali famigliari o conviventi (sempre se extra comunitari)

Documenti necessari per affittare un appartamento: registrazione del contratto

Vediamo ora quali sono i documenti che servono per affittare un appartamento o una casa al momento della registrazione del contratto di affitto.

Innanzitutto è bene chiarire che la registrazione del contratto dovrà avvenire entro 30 giorni dalla stipula del contratto presso l’agenzia delle entrate a patto che il contratto superi i 30 giorni di durata.

Inoltre nel caso si abbia a che fare con un contratto concluso in forma pubblica il contratto di affitto dovrà essere registrato alla presenza di un notaio.

Vediamo ora quali sono i documenti fondamentali nel caso in cui la regstrazione del contratto di affitto avvenga in forma cartacea e quali sono i documenti fondamentali per il locatore:

  • Due copie del contratto di affitto con firme in originale
  • La richiesta di registrazione compilata sul modello 69
  • Ricevuta di pagamento dell’imposta di registro
  • Marche da bollo di 16 euro per ogni 4 facciate

Nel caso in cui si provveda alla registrazione telematica le imposte di bollo e l’imposta di registro si pagherà in maniera istantanea.

Sarà invece obbligatoria la compilazione del modello RLI (QUI trovi tutte le info dettagliate)

In questo specifico caso ci si affida a un CAF o a professionisti qualificati e del settore. Nel caso in cui si decida di compilare la domanda in maniera autonoma si dovrà obbligatoriamente ricorrere ad un software scaricabile direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Sono obbligati alla registrazione telematica coloro che possiedono almeno 10 immobili e i professionisti del settore che effettuano la registrazione per conto di terzi.

In ultimo entro 48 ore dal momento in cui l’inquilino è entrato in possesso dell’immobile in affitto, il locatore dovrà effettuare la denuncia di locazione alla Questura o al Commissariato di Polizia o ad altri uffici competenti come gli Uffici della Polizia Municipale o il Sindaco nel rispetto della legge sull’antiterrorismo.

ABBIAMO SELEZIONATO PER TE:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here