Comprare Casa da Privato Senza Agenzia: Come Fare?

Comprare casa da privato

Comprare casa da privato senza agenzia è sicuramente una possibilità da considerare con molta attenzione.

I costi di agenzia sono una delle voci più importanti della compravendita immobiliare ed è più che lecito quantomeno cercare di risparmiare qualcosa, soprattutto con le percentuali, spesso esose, che le agenzie e gli agenti possono richiedere.

L’alternativa è quella di comprare casa da un privato, ovvero gestendo tutta la (complessa) trattativa, parte dei documenti, l’appuntamento dal notaio, etc.

Inutile dirti che comprare casa da privato senza agenzia non è facile!

Avrai sicuramente bisogno di aiuto per quantomeno capire come muoverti, quali siano le cose che faresti bene a controllare prima, durante e dopo, qual è il modo migliore di fare un affare.

Conviene comprare casa da un privato? La risposta è “non sempre”, perché altrimenti capirai bene che le migliaia di agenzie che operano sul territorio non avrebbero ragione di esistere.

Può essere conveniente, oppure essere un pessimo affare.

Prima di decidere per te, dovrai sapere cosa c’è da fare per comprare casa da un privato.

Troverai la guida completa tra poco, continua a leggere.

Uno strumento utile per comprare casa

Prima di proseguire e indicarti le informazioni che ti servono vogliamo ricordarti che comprare casa è un’operazione delicata che necessita di molta attenzione.

Proprio per questo motivo noi di Likecasa.it abbiamo preparato uno strumento che ti permetterà di comprare casa senza dimenticare nulla e soprattutto senza commettere errori. Si tratta della nostra guida, pratica, semplice e dettagliata che potrai leggere online oppure te la inviamo via email gratis!

NOI TE LA CONSIGLIAMO: Comprare Casa: LA GUIDA COMPLETA!

Acquisto casa da privato: con quanti soggetti avremo a che fare?

Riguardo l’acquisto casa da privato togliendo di mezzo l’agenzia dovremo necessariamente occuparci:

  • trovare noi le offerte di case in vendita senza agenzia;
  • consultare siti per comprare casa;
  • interfacciarci nel caso in cui sia necessario con l’ufficio tecnico del Comune;
  • dell’Agenzia delle Entrate;
  • del Notaio;
  • degli eventuali tecnici che devono esse coinvolti.

Ne vale la pena? Dipende.

Mediamente in Italia l’agenzia incide per il 3% sul compratore e il 2% sul venditore, prezzo che fa un 5% da qualunque lato si guardi alla questione e che può spingere in molti, soprattutto per immobili di un certo valore, a provare a fare a meno dell’agenzia.

Per darti un’idea, su un immobile da 200.000 euro, l’agenzia se ne mette in tasca mediamente 10.000, una cifra assolutamente rispettabile che potremmo, sia noi che il venditore, spendere in altro modo.

Quanto si può risparmiare non ricorrendo all’agenzia e comprando casa da un privato?

Il risparmio c’è, anche se sicuramente non sarà il 5% che abbiamo preventivato sopra, o meglio, ci sarà un 5% in meno, ma non sarà tutto a nostro vantaggio.

Per te che compri il vantaggio economico è di circa il 2-3%, a seconda della zona d’Italia dove ti troverai ad operare e ad acquistare.

Un risparmio sicuramente ingente, che però potrebbe non raccontarti tutta la storia, perché di fronte alle commissioni zero c’è una discreta mole di lavoro da fare.

Cosa controllare prima di comprare casa da un privato

Siamo in assenza di agenzia e dunque dovremo svolgere per conto nostro tutti i controlli sul venditore e sull’immobile dei quali si sarebbe occupato l’agente.

Tra i controlli più importanti:

  • lo stato patrimoniale dell’immobile: ci sono ipoteche? Pendenze legali? Ci sono diritti di terzi che insistono sull’immobile? La presenza di tali problematiche non solo può rendere impossibile l’ottenimento del mutuo, ma anche per il futuro della nostra proprietà;
  • il pagamento delle imposte: è compito del proprietario della casa saldarle prima della compravendita; chiedere quietanza prima di intavolare una trattativa è un’ottima idea, dato che in caso contrario ci troveremo noi a pagare per conto suo;
  • lo stato dei pagamenti degli oneri condominiali: si tratta di un caso analogo a quello che riguarda le tasse; se non ha pagato il vecchio proprietario, toccherà a noi!
  • le condizioni patrimoniali del venditore: senza creare ansie e allarmismi eccessivi, siamo di fronte ad una situazione che può essere in molti casi pessima per noi che acquistiamo; se il soggetto è in bancarotta o si sta disfacendo dei beni per sfuggire ai creditori questi potrebbero avere diritti anche sulla casa di compravendita; controlliamo, per quanto possibile, lo stato anche di chi è proprietario della casa;
  • lo stato dell’immobile presso il catasto: ci si deve recare all’Ufficio Catastale e controllare sia la pianta registrata presso l’ufficio, sia lo stato delle eventuali variazioni; sono stati inseriti tutti i lavori? Sono state pagate tutte le imposte che riguardano eventuali migliorie? Lo stato dell’immobile al catasto rispecchia quello della realtà?
  • rendita catastale: sia che tu stia per comprare come investimento o per trasferirti, dovrai tenere conto delle rendite catastali prima anche soltanto di pensare all’acquisto dell’immobile. Si tratta della base dalla quale verranno calcolate le imposte e dunque il costo che il nostro immobile avrà, seppur solo sotto il profilo fiscale.

I controlli da fare non sono pochi, ma se il risparmio c’è e se, per dirla in breve, te la senti, non c’è motivo per non provarci.

Dove trovare case messe in vendita da privati?

Il vantaggio della negoziazione tra privati senza l’intervento dell’agenzia esiste anche per il venditore ed è per questo che trovare chi vende il proprio immobile attraverso altri canali non è difficile.

Non potremo però affidarci ai canali di agenzia e dunque saremo costretti a percorrere altre strade per trovare l’immobile che fa al caso nostro.

Internet

Sono moltissimi i siti che mettono a disposizione anche dei privati la possibilità di inserire annunci per la vendita del proprio immobile.

Bisogna però fare attenzione, perché ormai anche i portali che erano nati per i privati sono occupati da annunci di agenzie, che utilizzano questi canali alternativi per arrivare a nuovi clienti e spingere verso una negoziazione tramite agenzia.

Negli annunci è sempre segnalato se a vendere è il padrone oppure un’agenzia e dovremo necessariamente dirigerci verso la seconda possibilità e instaurare un rapporto diretto con chi sta vendendo.

 

Passaparola

Il passaparola, nonostante un mondo sempre più connesso e Internet che ha letteralmente occupato tutto lo spazio della comunicazione interpersonale, continua ad essere un ottimo modo per trovare immobili e fare affari.

Se siete alla ricerca di un immobile da acquistare fate girare la voce: non solo tra parenti e amici, ma anche tra semplici conoscenti. Anche lasciarlo detto al bar o dal barbiere, dal parrucchiere come in palestra, può aiutare ad allargare il nostro raggio d’azione.

Niente timidezza se si è alla ricerca di un buon affare, dato che spesso la miglior occasione arriva proprio da chi fa parte del nostro cerchio allargato di amicizie.

Conviene comprare casa senza agenzia?

Non sempre, soprattutto per chi ha scelto degli immobili che richiedono delle trattative complicate e che preferirebbero l’apporto degli specialisti.

Va valutato, soprattutto mentre si acquista, il caso per caso, cercando di individuare quelli che possono essere buoni affari dai rischi che sono insiti in acquisti così costosi.

Nella guida di oggi, e più in generale del nostro sito, puoi trovare tutto quello di cui hai bisogno per fare l’affare giusto anche senza agenzia.

Comprare casa è un’operazione molto importante pertanto è fondamentale informarsi su tutto e bene. Per questo motivo ti segnaliamo questi link:

Non è detto che sia questo sempre l’unico di procedere, perché tra le qualità di un buon investitore immobiliare deve necessariamente figurare anche una certa elasticità.

Ci saranno occasioni in cui converrà avviare le negoziazioni e concluderle per i fatti propri, altri casi in cui invece sarà il caso di farsi seguire da un’agenzia.

L’importante è sapere quello che l’una e l’altra scelta comportano e che la valutazione non può assolutamente limitarsi soltanto alle commissioni.

Leggi anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here