Categoria Catastale F5: Definizione, Requisiti e Tasse delle Categorie Catastali Fittizie!

f5 categoria catastale

La categoria catastale F5 è quella che definisce il lastrico solare.

È molto importante essere consapevole su che cosa significhi F5 come categoria catastale, perché è proprio il legame tra categoria catastale F5 e lastrico solare che può definire meglio il rapporto che sussiste fra questi due elementi.

In questo modo, se sei consapevole di ciò che rientra nella categoria catastale F5, puoi farti anche un’idea più precisa delle eventuali relative tasse che devi pagare riguardo ad una costruzione di cui sei proprietario.

Infatti generalmente le imposte da pagare su un fabbricato vengono sempre decise sulla base della rendita catastale collegata alla categoria catastale d’appartenenza.

Ma è così anche per la categoria catastale F5?

Se anche tu ti stai facendo questa domanda e vuoi saperne di più, considerando anche i vantaggi e gli svantaggi che avere una costruzione rientrante in questa categoria catastale può comportare, ti invitiamo a leggere le informazioni che vogliamo fornirti attraverso questa specifica guida.

Andiamo subito nel cuore delle informazioni!

La definizione

Come abbiamo già avuto modo di accennare precedentemente, la categoria catastale F5 indica il lastrico solare.

Quest’ultimo è una terrazza a cui si può accedere attraverso una scala.

Nella guida che ti segnaliamo ti spieghiamo la differenza tra lastrico solare e terrazzo: Qual è la Differenza tra Lastrico Solare e Terrazzo e Come Trasformare il Lastrico in Terrazzo!

I requisiti

È bene specificare però che il lastrico solare può essere anche comune e in questo caso viene considerato come bene comune censibile.

Può essere anche non comune e in questo caso costituisce un’unità immobiliare a se stante.

In ogni caso è opportuno iscrivere al catasto questo fabbricato, indicando la superficie lorda.

Questo dato viene annotato nella specifica colonna del modello D1, che di solito viene utilizzata per specificare la superficie catastale.

Molto specifico è il caso in cui il lastrico solare è rappresentato dalla pertinenza esclusiva di un immobile.

In questo caso deve essere dichiarato insieme alla stessa unità immobiliare e deve essere rappresentato a livello grafico nella stessa planimetria.

Ciò significa che il lastrico solare, essendo inteso come una dipendenza, è tenuto in considerazione apportando un’aggiunta ai vani principali e ai vani accessori.

Quindi si inserisce anch’esso nel conteggio della superficie catastale.

Pro e contro

È vantaggioso poter usufruire di un lastrico solare nella propria unità immobiliare, soprattutto in relazione alle categorie catastali F5?

Possiamo rispondere a questa domanda, se consideriamo le differenze che ci sono con la terrazza.

Infatti spesso si tende a fare confusione tra lastrico solare e terrazza.

Però bisogna distinguere i due fabbricati dal punto di vista giuridico, perché il lastrico solare, come anche il tetto, ha essenzialmente la funzione di copertura dell’edificio e fa parte integrante dell’edificio stesso.

La terrazza invece è una superficie scoperta che viene situata sopra alcuni vani e forma parte integrante dei vani stessi sia dal punto di vista strutturale che funzionale.

La terrazza obbedisce alla funzione di fornire la possibilità di un affaccio alla casa a cui viene collegata, costituendo una proiezione verso l’esterno.

Le tasse

Per quanto riguarda le tasse, in relazione per esempio alla categoria catastale F5 ed Imu, bisogna riuscire a comprendere fino in fondo se il lastrico solare abbia una rendita catastale.

In generale possiamo dire che l’Imu comunque non viene applicata in maniera autonoma.

Sia che facciamo riferimento ad un edificio privato che ad un edificio pubblico, il lastrico solare costituisce comunque parte integrante del fabbricato.

Proprio per questo motivo concorre nella determinazione complessiva della rendita catastale delle unità immobiliari in cui è inserito.

Queste caratteristiche non cambiano nemmeno nei casi in cui il lastrico è utilizzato per costruire un impianto fotovoltaico.

Anche in questa situazione infatti le imposte devono essere dovute in base alla rendita catastale riferita all’immobile di cui fa parte il lastrico.

Il chiarimento in questo senso è stato effettuato tramite una risoluzione del dipartimento finanze col provvedimento numero 8/DF del 21 luglio del 2013.

Questo documento ha richiamato l’attenzione sul fatto che il lastrico solare viene associato ad un fabbricato al cui interno sono ospitate delle unità immobiliari e quindi fa parte dei fabbricati stessi.

Contemporaneamente l’Agenzia del Territorio, con la circolare numero 9 del 2001, inseriva la categoria catastale F5 fra le cosiddette categorie fittizie.

A queste non può essere associata alcuna rendita catastale, ma sono comunque di rilevante importanza per consentire la presentazione al catasto.

Possiamo dire che per il lastrico solare manca il presupposto per l’applicazione delle imposte, a meno che sull’area edificabile sia presente un fabbricato iscritto al catasto e quindi dotato di una propria rendita catastale.

La Guida sulle Categorie Catastali

Come abbiamo già detto, considera sempre attentamente, anche nel caso in cui tu sia intenzionato ad acquistare un immobile, se l’unità immobiliare che vuoi comprare abbia la presenza di un lastrico solare.

In questo modo puoi considerare la definizione che ti abbiamo dato, confrontando con l’opportunità o meno di pagare delle tasse relativamente al fabbricato, per essere sempre in regola con il Fisco.

La categoria catastale F5 ha sicuramente delle particolarità che vanno conosciute, per sapersi orientare meglio all’interno del settore del mondo immobiliare.

Per toglierti ogni dubbio ti consigliamo di leggere la nostra GUIDA COMPLETA all’interno della quale troverai tutte le categorie catastali e le loro annesse caratteristiche: Categoria Catastale: Che Cos’è, Quanto Pesa Sulle Tasse! Elenco di Tutte Categorie Catastali!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here