Categoria Catastale A6: Requisiti, Tasse e Quali Immobili Identifica la Categoria A6!

a6_categoria_catastale

La categoria catastale A6 comprende i fabbricati rurali ad uso abitativo, quindi quelli che più specificamente vengono inquadrati come abitazioni di tipo rurale.

È molto importante fare attenzione alle categorie catastali di un immobile, perché proprio da queste dipendono le tasse che bisogna pagare riguardo ad una casa di tua proprietà.

Quindi è essenziale sapere anche per la A6 come categoria catastale quali tasse sono da pagare e quali imposte.

Lo vedremo in maniera dettagliata in questa guida incentrata proprio sulle caratterizzazioni fondamentali della categoria catastale A6.

Ma prima di ogni altra cosa vediamo qual è la definizione e quali sono i requisiti perché si possa parlare di abitazione inserita in categoria catastale A6.

Andiamo a vedere subito!

A6 categoria catastale: quali tipologie di immobili identifica

Attualmente la categoria catastale A6 comprende tipologie abitative ordinarie.

Nello specifico si tratta di abitazioni che si trovano nei pressi di terreni agricoli.

Bisogna specificare, da questo punto di vista, che gli immobili che sono già stati in passato censiti in queste categorie catastali sono caratterizzati dall’assenza di alcuni servizi indispensabili o almeno adesso ritenuti tali.

Abbiamo detto, come abbiamo già specificato precedentemente, che la categoria catastale A6 comprende i fabbricati rurali.

Naturalmente questi devono corrispondere, perché si possano definire come tali, ad alcuni specifici requisiti.

Vediamo quali sono questi requisiti di cui stiamo parlando.

Requisiti

A livello normativo sono individuati alcuni requisiti fondamentali perché un immobile possa essere annoverato nella categoria catastale A6.

Innanzitutto l’edificio deve essere utilizzato come abitazione.

Il proprietario o colui che detiene un diritto reale devono utilizzare questa abitazione anche per esigenze connesse all’attività agricola oppure l’abitazione di tipo rurale può essere attribuita a colui che detiene in affitto il terreno a cui il fabbricato è collegato.

Gli edifici rurali possono essere anche abitati da persone che hanno un trattamento pensionistico corrisposto a seguito dello svolgimento di attività agricola.

In alternativa possono essere abitati da soci o amministratori di società agricole, a patto che costoro abbiano la qualifica di imprenditori agricoli di tipo professionale.

A cosa prestare attenzione

Ci sono degli elementi fondamentali a cui prestare attenzione in riferimento alle unità abitative inserite nella categoria catastale A6.

Infatti i soggetti di cui abbiamo parlato prima, come il proprietario, l’affittuario del terreno o i soci di società agricole devono non soltanto essere imprenditori agricoli, ma devono essere pure iscritti nel registro delle imprese.

Inoltre il terreno a cui è collegato il fabbricato deve avere una superficie di almeno 10.000 metri quadrati e deve essere iscritto al catasto dei terreni con relativa attribuzione di reddito agrario.

Ci sono poi altri punti essenziali.

  • Infatti devi considerare che la superficie di 10.000 metri quadrati si può ridurre a 3.000 metri quadrati se per esempio sul terreno sono svolte colture come quelle in serra o quelle dedicate alla coltivazione dei funghi oppure se il terreno si trova in un Comune classificato come montano.
  • Conta anche il volume d’affari che è derivato dall’attività agricola.

Quest’ultimo deve corrispondere ad una quantità superiore alla metà del reddito complessivo di colui che detiene l’abitazione.

Si escludono comunque i trattamenti pensionistici e il volume d’affari si abbassa ad un quarto del reddito, se il fondo si trova in un Comune montano.

Tasse

Sui fabbricati rurali si paga l’IMU.

In particolare i fabbricati rurali ad uso abitativo seguono lo stesso trattamento a livello fiscale degli immobili abitativi considerati nelle categorie catastali A.

Quindi possono avere anche aliquote minori, se sono utilizzati come abitazioni principali.

Le condizioni sono diverse per quanto riguarda i fabbricati rurali ad uso strumentale, che rientrano nella categoria D e sono destinati allo svolgimento di un’attività di tipo commerciale.

Questi ultimi hanno un’aliquota ridotta dallo 0,2%.

I nostri consigli

È sempre molto opportuno fare attenzione al tipo di categoria catastale a cui appartiene un fabbricato.

Come abbiamo visto proprio dalle varie classi catastali dipendono i vari tipi di tasse che possono essere imposte sulla casa.

Quindi, nel momento in cui acquisti un fabbricato di tipo rurale che appartiene alla categoria catastale A6, calcola anche le spese che dovrai sostenere per quanto riguarda il pagamento delle varie imposte, in modo da comprendere fino in fondo se il tutto corrisponde al budget che hai a disposizione.

La guida sull’elenco completo delle categorie catastali

In questa guida ti abbiamo fornito tutte le informazioni che riguardano la categoria catastale A6 che ti permettono di fare valutazioni corrette e non commettere errori.

Noi di Likecasa sappiamo quanto sono importanti le categorie catastali e per questo motivo abbiamo preparato una guida con l’elenco completo di tutte le categorie catastali nella quale troverai le caratteristiche prevalenti di tutte le classi catastali e tabelle riassuntive molto pratiche e esaustive allo stesso tempo.

Non perderla: Categoria Catastale: Elenco di Tutte le Categorie Catastali A B C D E F! Caratteristiche e Differenze! La Guida Completa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here