Antifurto per case: quali sono i migliori e come scegliere

0
242
Antifurto per Case modelli

La scelta dell’antifurto per case appare fondamentale, perché il miglior antifurto per case può essere determinante per proteggerci al meglio.

In commercio esistono tanti sistemi antifurto per case, quindi è spesso difficile orientarsi ed essere consapevoli di non sbagliare.

Se non si è degli esperti o degli addetti ai lavori, può diventare difficile anche valutare le caratteristiche dei vari sistemi di antifurto per case, che oggi possiedono decine di funzionalità che sembrano essere pensate appositamente per soddisfare tutte le nostre esigenze.

Quindi come scegliere il migliore?

Bisogna tenere presenti alcuni criteri fondamentali, che rispecchiano anche la possibilità di ricevere assistenza sul territorio o l’opportunità di una gestione tramite app per smartphone e altri dispositivi tecnologici portatili.

Inoltre bisognerebbe vedere se gli impianti antifurto per case che ci propongono sono caratterizzati anche dalla facilità di trovare i pezzi di ricambio che si possono rendere necessari da applicare nel momento in cui abbiamo bisogno di cambiare qualcosa quando non funziona.

Scendiamo nei particolari e vediamo anche quali sono i migliori antifurti che possiamo consigliare per proteggere la casa e restare tranquilli.

Mapishop Sara

Mapishop Sara è un antifurto composto da una centralina touchscreen e due sensori. Questi ultimi sono in grado di rilevare la presenza di movimenti anche in ambienti bui.

Sono capaci di individuare l’apertura di porte e finestre. Inoltre il sistema è completato dalla presenza di un allarme da interno e da due telecomandi, che servono ad attivare l’antifurto.

L’antifurto Sara consente anche di registrare le telefonate, per poi avere una prova da inviare alle forze dell’ordine, se viene segnalata un’anomalia nell’abitazione.

Attraverso l’integrazione con il telefono, veniamo immediatamente avvertiti in caso di intrusioni per mezzo di SMS o di una telefonata.

Kit antifurto casa Etiger S4

È un sistema davvero molto funzionale, perché prevede l’uso di una telecamera con infrarossi per individuare e segnalare intrusioni.

Può essere gestito facilmente anche da remoto attraverso uno smartphone o un tablet.

È composto anche da sensori di movimento e da sensori che vanno applicati a porte e finestre.

Eminet EM8605

Eminet EM8605 è dotato di una centralina in grado di comunicare con i sensori anche attraverso le onde elettromagnetiche.

Possiede un sensore di movimento, un sensore per porte e finestre e due telecomandi.

È studiato per consentire il supporto fino a 50 sensori wireless.

È possibile gestirlo in maniera molto pratica grazie ad un’applicazione disponibile gratuitamente sia per dispositivi con sistema operativo Android che iOS.

Per le sue caratteristiche è anche un ottimo sistema antifurto per case isolate.

Leroy Merlin Global Guard

Si tratta di un sistema di antifurto composto da una centrale di comando. Da questa dipendono una tastiera e vari sensori di movimento, che si possono anche installare nelle porte e nelle finestre.

È un sistema senza fili con una frequenza di funzionamento a 433 Mhz.

È capace di proteggere fino ad un massimo di 36 zone e mette a disposizione fino a 8 codici utente.

Da remoto, attraverso uno smartphone o un computer, può essere attivato o disattivato. I tempi di accensione possono essere anche programmati.

GuardaCasa Beghelli

Anche il GuardaCasa Beghelli è un kit di sicurezza senza fili. Possiede connessione GSM e WiFi e un’applicazione specifica per la sua gestione.

Può essere considerato uno dei prodotti più smart di sempre in tema di antifurti per le case.

I telecomandi possono essere personalizzati nelle impostazioni. Il sistema si compone di sensori senza fili per controllare il perimetro della casa dalle intrusioni e ha anche un allarme antiallagamento.

I sensori possono rilevare anche fughe di gas e via radio si può comunicare con la centrale anche in caso di falsi allarmi.

Jeiko Trionfo

Jeiko Trionfo è un sistema di allarme senza fili. Il kit acquistabile comprende una sirena che viene alimentata per mezzo dell’energia solare, tre sensori di movimento e sei sensori per porte e finestre, oltre a due telecomandi che servono per attivare e disattivare l’impianto.

Questo sistema antifurto riesce a memorizzare fino a 16 password di sicurezza. Si può collegare con quattro numeri di telefono e due numeri che collegano gli istituti di vigilanza.

Dispone di un’applicazione per la gestione compatibile con i sistemi operativi Android e con iOS. Attraverso questa applicazione, possiamo essere avvisati di eventuali intrusioni tramite chiamata o SMS.

Inoltre l’applicazione ci consente di gestire l’impianto da remoto e di eseguire dei test di funzionalità per essere ancora più sicuri del suo funzionamento.

È adatto per collegare altri otto sensori in più rispetto a quelli forniti nel kit di base.

Come scegliere il miglior antifurto per case

Scegliere l’antifurto per case significa valutarne le caratteristiche e privilegiare soprattutto la qualità.

Proprio per questo, al di là delle marche che possiamo tenere sempre presenti, ci sono delle caratteristiche importanti da non sottovalutare.

A volte non è soltanto una questione di prezzo e, anche se scegliamo i più costosi, è molto importante che possiamo avere a disposizione un servizio di assistenza accurato.

Quindi, nel momento in cui vogliamo comprare un antifurto per proteggere la nostra abitazione, dobbiamo verificare se nel territorio in cui ci troviamo e in cui vogliamo installare il sistema antifurto ci sia la presenza di centri di assistenza validi, che possano rispondere ad ogni nostro problema.

Un altro criterio molto importante da tenere presente è rappresentato dalla compatibilità con altre marche di antifurto.

Tutto ciò consente di mettere a punto il nostro impianto in tempi molto rapidi, senza incontrare particolari problemi nella reperibilità dei prodotti.

In questo modo saremo sicuramente più facilitati. Un discorso a parte però va fatto per gli accessori via radio: conviene comprarli sempre della stessa marca dell’antifurto, per evitare proprio problemi di incompatibilità.

A differenza di quanto accadeva qualche anno fa, adesso tutti hanno uno smartphone o un tablet da tenere a portata di mano anche quando si trovano fuori casa.

Per questo un antifurto che si rispetti dovrebbe consentire la possibilità di gestione anche attraverso un’applicazione disponibile per sistemi tecnologici mobili.

In questo caso, anche se ci troviamo lontani dalla nostra abitazione, possiamo avere una sicurezza in più, perché possiamo ricevere messaggi di allarme, monitorare l’allarme e disattivarlo o attivarlo a seconda delle situazioni.

La presenza di un’applicazione per dispositivi mobili viene considerata attualmente uno dei criteri molto importanti che possono farci orientare al meglio nella scelta dell’antifurto per casa.

Un altro fattore da non trascurare è la possibilità di trasformare l’antifurto in un allarme senza fili.

Gli antifurto wireless sono molto comodi, perché permettono la possibilità di aggiungere altri sensori o di posizionare dei sensori in delle aree in cui non è possibile far passare dei cavi.

Con l’antifurto wireless possiamo proteggere la casa anche nelle aree esterne, in cui non è possibile arrivare con i fili, quindi è importante scegliere un antifurto con una scheda interfaccia filo radio, per poi trasformarlo, eventualmente, in un antifurto senza fili.

Teniamo presente, infine, fra i criteri di scelta, la facilità di trovare pezzi di ricambio.

Quando abbiamo qualcosa che non funziona nel nostro sistema di allarme per l’abitazione, abbiamo la necessità di rivolgerci ad un rifornitore, per eventualmente sostituire un pezzo del sistema di allarme.

Se scegliamo marche molto particolari, non sempre il nostro rivenditore di fiducia sarà facilitato nel fornirci il pezzo che ci serve.

Meglio quindi puntare su marche popolari che si trovano comunemente in commercio.

Per una maggior sicurezza è importante scegliere anche dei dispositivi in grado di rivelare blackout o fughe di gas e sistemi che è possibile configurare per impostare dei numeri di soccorso da chiamare in maniera automatica in caso di pericolo.

È importante anche che il sistema scelto sia in grado di rilevare anche i movimenti degli animali che possiamo avere in casa, in modo da non far scattare falsi allarmi relativi alla presenza dei nostri amici a quattro zampe.

Da non sottovalutare l’importanza di un funzionamento dual band, perché, in caso di malfunzionamento di una o di suo oscuramento, l’altra possa continuare a funzionare e a proteggere la nostra casa.

Abbiamo raccolto molte informazioni sulla sicurezza della tua casa:

Puoi scegliere l’articolo che preferisci visitando la nostra pagina totalmente dedicata alla SICUREZZA E ALLA DOMOTICA!

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here