Solare termodinamico domestico: di che cosa si tratta, come funziona, vantaggi, svantaggi e costi

372
solare termodinamico domestico costi

Se hai bisogno di ricavare energia, ma ti stanno a cuore anche le sorti dell’ambiente ti parleremo di una soluzione senza ombra di dubbio conveniente per ogni tua esigenza energetica che, al tempo stesso, non perde di vista l’ecosostenibilità.

Ci riferiamo alla scelta di adottare il termodinamico (ossia il Solare termodinamico domestico): avrai a tua disposizione acqua calda durante tutto l’anno, sia di notte che di giorno, con qualsiasi condizione meteo, da quella più felice fino alla più avversa.

Una soluzione ideale da adottare in casa propria, in grado di produrre anche energia elettrica, sempre e solo con lo sfruttamento del sole e senza variazioni stagionali.

Quello che sto iniziando a raccontarti è tutto vero, non si tratta né di un’utopia, né di una possibile ipotesi sul futuro, ma di una realtà già esistente, disponibile fin da subito, di cui tu puoi scegliere di beneficiare.

Ma prima di prendere qualsiasi decisione e di fare le tue valutazioni sull’energia eolica, ovvero l’energia ricavata dal sole, devi essere in possesso di tutti gli elementi utili e avere un quadro completo ed esaustivo sul solare termodinamico domestico.

Ragion per cui ora andremo a vedere nello specifico di che cosa stiamo parlando, così potrai capire se il solare termodinamico fa al caso tuo e può soddisfare al meglio tutte le tue esigenze.

In Questo Articolo ti Parliamo di:

Che cos’è il solare termodinamico domestico?

Entriamo nel vivo del nostro discorso partendo dall’oggetto principale dell’articolo e scopriamo esattamente a che cosa ci riferiamo quando parliamo di solare termodinamico domestico.

Innanzitutto, indichiamo una tipologia specifica di impianto che definiamo precisamente impianto solare termodinamico domestico.

La prima nozione utile da avere è sapere che esso si basa sul ciclo di Carnot, ma avremo modo di approfondire più avanti la questione parlando di termodinamica.

Ora osserviamo, invece, gli elementi principali di un sistema solare termodinamico, così da capire bene il funzionamento di questo impianto: una pompa di calore caratterizzata da  pannelli termodinamici, che hanno una superficie di dimensioni molto ampie di scambio termico.

È molto importante la grandezza extra large del pannello per un motivo molto semplice: il sistema solare termodinamico sfrutta sia la radiazione solare che il calore del ambiente esterno.

Ciò vuol dire che il Coefficiente di prestazione (COP) è ai massimi livelli e batte senza dubbio altri sistemi presenti sul mercato con funzioni eguali.

Ottima riuscita di questa tipologia impiantistica, quindi, all’interno di case, condomini, grossi edifici e pure a livello industriale.

In tale settore è ideale per la produzione di energia elettrica, in quanto è in grado di raggiungere temperature che vanno oltre i 600° assicurando oltretutto le stesse prestazioni sia in caso di poco sole o di cielo coperto da nuvole.

Tutte le caratteristiche cui abbiamo accennato ci fanno trovare a pieno titolo, dunque, davanti a una fonte d’energia rinnovabile e alternativa. Adesso che hai le nozioni di base vediamo come funziona.

Solare termodinamico domestico: come funziona?

Eccoci pronti a fare un tuffo nella fisica, per capire al meglio come funziona il solare termodinamico, partendo dal ciclo di Carnot, cui abbiamo accennato nel paragrafo precedente.

Immaginiamo, dunque, una sorta di frigorifero al contrario. Già, può sembrare strambo, ma il ciclo che stiamo per andare a vedere è proprio così.

Ci teniamo, inoltre, a precisare che l’Italia è stato il primo Paese a investire in questo settore nel 1980, con una prima centrale termodinamica situata ad Adrano. Niente male, vero?

Abbiamo, così, un fluido refrigerante a bassa temperatura che, voltando nel pannello termodinamico, si riscalda passando da uno stato liquido a uno stato gassoso.

Questo avviene un po’ per il calore proveniente dall’ambiente esterno, un po’ per le radiazioni solari.

Poi, ci pensa il compressore ad aspirare e comprimere. Aumentata la temperatura, la pressione del gas caldo e compresso cresce ed entra nel condensatore: una serpentina attorno a un serbatoio in acciaio inox, in cui c’è dell’acqua che si riscalda a scapito del refrigerante, il quale cede il suo calore procedendo verso una valvola di espansione e tornando in fase liquida.

Ecco spiegato il ciclo di Carnot.

Solare termodinamico a concentrazione domestico

Tutti noi, sia se viviamo in una villetta che in un qualsiasi appartamento, possiamo decidere di installare – in maniera autonoma o in accordo con i vicini di casa – un impianto solare termodinamico, beneficiando, in questo modo, di ottimi risparmi sul prezzo della bolletta.

Come ho già precisato in apertura, questo sistema produce acqua calda tutto l’anno, di notte e di giorno, pure nei periodi di scarso irraggiamento solare.

Ciò significa che non avrai alcun bisogno di ausiliare esterno, elemento che potrebbe comportare ulteriori spese, al contrario solo ulteriori risparmi per te. Tenendo presente le peculiarità del Paese in cui viviamo, bastano una temperatura minima di -5° e dà sempre acqua calda a 55°.

Solare termodinamico domestico: costi quali sono?

Solare termodinamico prezzi? Arriviamo al nocciolo della questione!

I costi del termodinamico solare domestico sono diminuiti parecchio negli anni, se si fa un confronto con altri tipi d’impianti che sfruttano energie rinnovabili. Orientativamente, per l’impianto solare termodinamico prezzo, funzionale a una famiglia standard, si va da un minimo di 2.500 euro a un massimo di 5.000 euro.

In più, ci sono i costi di istallazione, pari circa a 1500 euro.

Pannelli termodinamici: prezzi non economici dunque! Bisogna però considerare il risparmio energetico e fare bene i calcoli considerando il lungo periodo.

Come nel caso di altre fonti di energia che permettono un risparmio energetico è possibile ricevere degli incentivi, abbastanza costanti negli anni, variabili rispetto alla frazione d’integrazione.

Anche se è sempre meglio rifarsi al GES, sul loro sito sono visibili i valori ufficiali per gli impianti in esercizio dal 18 luglio 2008 fino al 31 dicembre 2015, tutto è specificato in modo chiaro, incluse le varie modifiche.

Per gli apparecchi in funzione da gennaio 2016 a dicembre 2016 valgono le tariffe del 2015 ridotte del 5%, Per gli attivi nei 12 mesi tutti del 2017 le tariffe saranno scontate di un ulteriore 5%.

Solare termodinamico domestico opinioni

Tra i vantaggi del solare termodinamico opinione c’è indubbiamente il costo del riscaldamento, acqua e ambienti, oltre alla gestione e l’inquinamento ridotto.

Gli svantaggi riguardano solo i costi iniziali e l’estensione dei pannelli e il pericolo di atti vandalici.

Informazioni utili

In questo articolo ti abbiamo fornito tutte le informazioni utili riguardo il solare termodinamico domestico.

Abbiamo raccolto molte altre informazioni, molto utili per fare le giuste valutazioni e scegliere in maniera corretta l’opzione che meglio rispecchia le proprie esigenze e necessità.

Ti consigliamo di leggere:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here