Classe Energetica A: Requisiti e Vantaggi della Migliore Classe Energetica!

classe A energetica

La classe energetica A costituisce un parametro davvero rilevante.

Infatti ci può aiutare a saperne di più non soltanto per quanto riguarda i consumi della nostra abitazione, ma anche per le spese da sostenere in relazione ai consumi energetici.

Inoltre si rivela molto importante perché ci può dare un’idea più precisa delle condizioni di benessere che gli abitanti possono sperimentare all’interno di un edificio.

La classe A energetica è quella più virtuosa, quella più efficiente dal punto di vista del risparmio dell’energia.

Infatti avere una casa di classe energetica A potrebbe essere davvero importante, perché garantisce una certa efficienza energetica e costituisce un indicatore molto importante per il valore che assume l’immobile.

Tuttavia dobbiamo precisare che le case con classe energetica A sono in minoranza nel nostro territorio.

Questo discorso vale soprattutto per gli edifici costruiti qualche tempo fa, mentre per i nuovi edifici la classe energetica A predomina.

Conoscere le caratteristiche e i requisiti delle classi energetiche è importante e rappresenta un fattore che non va assolutamente sottovalutato.

Ti consigliamo di leggere la NOSTRA GUIDA COMPLETA:

Ma quali sono le caratteristiche della classe energetica A?

Cerchiamo di scoprirne di più attraverso questa guida.

Andiamo al dunque quindi!

Le caratteristiche della classe energetica A4

Nell’ambito della classificazione energetica, considerando le classi di efficienza energetica degli edifici e facendo riferimento alle linee guida che sono state emanate a partire dal 2015, abbiamo dieci classi energetiche.

Le prime quattro classi sono le più performanti, le più efficienti dal punto di vista energetico.

Sono indicate tutte con la lettera A e vanno dalla A4 fino alla A1, comprendendo anche la A3 e la A2.

La classe energetica A4 è quella più virtuosa, perché gli edifici che appartengono a questa classe energetica A si contraddistinguono per avere un consumo Ep gl,nren inferiore o uguale a 0,40 kWh/mq all’anno.

Si tratta di consumi davvero molto minimi.

Questo obiettivo si può raggiungere perché questi edifici hanno un involucro perfettamente coibentato, hanno impianti di alta qualità ed utilizzano a volte anche contemporaneamente fonti rinnovabili di energia.

Le caratteristiche della classe energetica A3

Ma volendo vedere quali sono i requisiti della classe energetica A, definendoli dettagliatamente, non possiamo non tenere in considerazione le caratteristiche della classe energetica A3.

Essa è costituita da un consumo Ep gl/nren che è compreso tra 0,40 e 0,60 kWh/mq all’anno.

Quindi un’abitazione che rientra in tale classe energetica A ha consumi più elevati rispetto a quelli della classe A4, ma la differenza è davvero minima.

Le caratteristiche della classe energetica A2

A livello tecnico una casa di classe energetica A2 ha un consumo Ep gl/nren compreso tra 0,60 e 0,80 kWh/mq l’anno.

Anche in questa classe energetica le differenze sono davvero minime rispetto alla A4, il comfort abitativo è garantito e i costi delle bollette non sono affatto eccessivi.

Le caratteristiche della classe energetica A1

Una casa in classe energetica A1 ha un consumo Ep gl/nren compreso tra 0,80 e 1,00 kWh/mq all’anno.

È la classe energetica A più vicina a quelle che rientrano nella categoria B.

Infatti, superando 1,00 kWh/mq all’anno, si finisce automaticamente nella classe energetica B.

Come fare a raggiungere la classe A

Abbiamo parlato appunto di requisiti importanti perché un edificio possa rientrare nella classe energetica A.

Anche se alcune differenze possono essere molto sottili, altre qualità invece sono davvero importanti da considerare.

Innanzitutto, per rientrare nella classe A, la casa deve essere molto ben coibentata.

Tutte le parti dell’abitazione devono essere dettagliatamente isolate e quindi non ci devono essere ponti termici.

Infissi

Una particolare attenzione in questo senso va rivolta alle finestre o infissi.

Indipendentemente dal materiale di cui sono costituiti i telai, devono eliminare ogni dispersione di calore.

Per isolare al meglio le finestre potrebbero essere dotate anche di tripli vetri.

Impianti Innovativi

Un’altra caratteristica fondamentale è quella che riguarda gli impianti.

Infatti di solito le case che rientrano nella classe energetica A utilizzano per gli impianti delle fonti di energia rinnovabili.

A seconda del contesto in cui l’edificio è inserito, si può fare ricorso al solare termico, all’eolico, al fotovoltaico, all’energia geotermica o alle biomasse.

Ci possono essere in questi edifici performanti anche caldaie ad alta efficienza, pompe di calore e pannelli radianti a pavimento.

I vantaggi della classe A

Vivere in un edificio che appartiene alla classe energetica A comporta numerosi vantaggi.

Comfort e riduzione delle bollette

Prima di ogni altra cosa si può notare il comfort abitativo, perché queste case sanno avere un tasso di umidità sempre ideale e riescono a garantire un buon ricambio dell’aria.

L’altro vantaggio è rappresentato dalla riduzione delle spese sulle bollette, perché i consumi sono minimi sia per il riscaldamento che per il raffrescamento in estate.

Sostenibilità ambientale

Gli edifici di classe A contribuiscono alla sostenibilità ambientale, perché emettono minime dispersioni di CO2 nell’atmosfera.

Il valore di un immobile appartenente alla classe A è maggiore.

Quindi, se decidi di venderlo, riuscirai a venderlo molto più velocemente e ad un prezzo particolarmente alto.

Agevolazioni Fiscali

Inoltre non sono da dimenticare tutte le agevolazioni fiscali riservate a chi acquista una casa della classe A, specialmente se si acquista direttamente dal costruttore.

Infatti in situazioni di tal genere, in sede di rogito, si può recuperare il 50% dell’Iva versata.

Questo discorso vale soprattutto per chi ha acquistato casa di classe A dal 2017 al 2018.

Poi la norma non è stata prorogata, però ci sono lo stesso degli incentivi fiscali molto appetibili.

Questi ultimi sono riservati a coloro che, acquistando una casa vecchia, poco efficiente dal punto di vista energetico, vogliono avviare dei lavori di ristrutturazione, intervenendo nel senso di una maggiore efficienza energetica.

Le agevolazioni in questo caso sono quelle sfruttabili con il bonus ristrutturazioni, ma anche con quello che viene chiamato ecobonus.

Quest’ultimo in particolare è molto vantaggioso, perché dà la possibilità di recuperare fino al 65% delle spese sostenute per gli interventi volti a trasformare la casa vecchia in un’abitazione appartenente alla classe A.

In particolare si può beneficiare di una detrazione Irpef che vale per dieci anni nel corso del tempo con rate di pari importo da un anno all’altro.

Possiamo dire quindi che conviene davvero avere una casa che appartiene alla classe A dal punto di vista energetico, per questo ti consigliamo sempre di utilizzare tutti gli incentivi a tua disposizione, per riuscire ad intervenire anche con lavori di ristrutturazione che rendano la tua casa efficiente.

La guida sulle detrazioni per la ristrutturazione

In questo articolo ti abbiamo fornito tutte le informazioni fondamentali per quanto riguarda la classe energetica A: un fattore che troppo spesso viene preso poco in considerazione.

Ti consigliamo di leggere la nostra guida sulle detrazioni della ristrutturazione.

Conoscere le agevolazioni è molto importante: Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2019 – 2020! La Guida Completa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here