Bagno senza piastrelle: vantaggi, idee e consigli

bagno senza piastrelle: pittura per bagno senza piastrellle

Ristrutturare il bagno non è più un’operazione complicata e monotona dettata solo dalla necessità di manutenzione e pulizia di cui questo ambiente necessita, ma è un modo per rinnovare uno spazio importante della casa con scelte originali e creative.

Va esattamente in questa direzione l’idea di abbandonare il rivestimento delle pareti con le piastrelle per colorarle grazie a resine e vernici idrorepellenti.

Idee bagno senza piastrelle

Le superfici del bagno non sono fatte solo per essere ricoperte di piastrelle in ceramica, ma anche di materiali come la resina, lo smalto, la vernice e il grassello di calce.

I bagni senza piastrelle risultano molto economici, ma allo stesso tempo funzionali e pratici se si adottano alcuni accorgimenti.

Vediamo bene di cosa si tratta!

Si tratta di soluzioni originali, spesso più economiche e molto più veloci che garantiscono la massima traspirabilità delle pareti e un’igiene estrema. I risultati ottenuti sono piacevoli alla vista e adattabili a stili di arredamento differenti.

Le pareti bagno senza piastrelle offrono il vantaggio di cambiamenti più frequenti, indispensabili per la pulizia e per l’usura cui è soggetto questo spazio.

Rivestire un bagno senza piastrelle può risolvere la difficoltà di trovare l’abbinamento giusto con la pavimentazione in legno.

Vernici di colori caldi possono incontrarsi felicemente con il parquet, una scelta molto di tendenza per il bagno, da molti contrastata ma che in realtà conferisce un’aria moderna e confortevole all’ambiente.

Quando invece abbiamo pareti di piccole dimensioni o un bagno cieco, verniciarle con tonalità chiare può essere una soluzione ottimale per donare luminosità e dare l’illusione di un allargamento degli spazi.

La superficie può risultare alleggerita dal solo uso del colore; in alcuni casi piastrelle con eccessive decorazioni tendono a restringere ulteriormente ambienti già limitati.

I colori chiari in bagno possono rivelarsi eleganti e raffinati, oltre che abbinarsi a uno stile minimale moderno di un appartamento di città.

Usa lo smalto nel bagno senza rivestimento

Un altro materiale adatto a riempire le superfici del bagno è lo smalto satinato effetto mat che può creare un effetto piacevole sia in un bagno dallo stile contemporaneo che in uno più classico.

In questo caso, meglio un abbinamento di colori misurato secondo la scala cromatica per evitare contrasti sgradevoli alla vista ed eccessi fuori luogo.

Per la pittura bagno senza piastrelle ti consigliamo di evitare di dipingere la parete a tutt’altezza quando i soffitti del tuo bagno sono di altezza normale, ma è preferibile trovare il “punto di stop”, ovvero quel punto fino a cui estendere il colore per poi lasciare una fascia bianca in cima alla parete colorata.

Un riferimento potrebbe essere la una vasca doccia col vetro laterale, vicino alla quale è opportuno fermarsi.

bagno senza piastrelle

In spazi più ampi, colorare le superfici può anche permettere di esagerare, cospargendo lo stesso colore su tutto: tinteggiare, oltre alle pareti, anche soffitto e porte con uno stesso tono può essere molto stiloso e creare un effetto simile a quello di un guscio che avvolge tutti gli elementi e i complementi d’arredo.

I rivestimenti bagno senza piastrelle possono risolvere anche il problema dei soffitti bassi.

Dipingere delle linee verticali per tutta l’altezza della parete dà l’illusione di pareti svettanti.

La larghezza delle linee deve essere proporzionata, in modo da consentire un effetto piacevole. Per ottenerlo è necessario alternare due colori: uno chiaro (generalmente il bianco) e uno più scuro.

Un binomio classico è rappresentato da bianco e grigio, adatto sia a uno stile romantico o shabby chic, che a uno più ricercato e moderno.

Questo effetto può essere ricreato anche coprendo le pareti con la carta da parati, utilizzata quando si vuole rivestire bagno senza togliere piastrelle.

Se il tuo bagno ha un’ottima luce naturale e possiede grandi finestre e vetrate l’uso delle pitture sulle pareti può permetterti di non avere limiti nella scelta della tonalità e puoi osare anche con colori più intensi.

Informazioni dettagliate circa le varie tipologie di pittura puoi trovarle in questi due articoli:

Evitare le piastrelle non significa preferire superfici opache, al contrario l’uso dello smalto effetto lucido può donare una forte brillantezza all’ambiente.

Pareti scintillanti, lisce e vivaci possono rivelarsi impegnative, ragion per cui è meglio limitarle a un’unica parete, lasciando una più neutra vernice traspirante sul resto.

La parete con lo smalto ha il vantaggio di amplificare lo spazio e può essere una buona idea quando il bagno è piccolo o senza finestre.

Se avete la possibilità di affidarvi a un esperto la resina artistica può assicurarvi un effetto molto ricercato per il vostro bagno: un mix di colori che cosparge le pareti di sfumature.

Ristrutturazione bagno senza piastrelle

Rifare bagno senza togliere le piastrelle è possibile e può rivelarsi una modalità di ristrutturazione poco dispendiosa e molto rapida.

Decidere di non rimuoverle può anche essere una scelta di stile e non necessariamente un obbligo legato a contingenze pratiche: se il formato dei rivestimenti risulta gradevole e le piastrelle sono ancora in buono stato le si può ridipingere di un nuovo colore usando un minirullo per avere un risultato più omogeneo.

Il nuovo tocco di colore farà apparire l’ambiente come totalmente ristrutturato, nonostante il dispendio minimo di energie.

Prima di iniziare l’operazione di rinnovamento è preferibile proteggere bene i sanitari e tutto quello che non deve essere sporcato.

Si può scegliere un prodotto specifico, cioè lo smalto per piastrelle da applicare direttamente sulla superficie da rivestire con due sole mani.

Anche le piastrelle adesive, autoadesive o in gres sottili possono permettere di rivestire il bagno senza togliere le piastrelle; incollate direttamente su quelle preesistenti, non necessitano di intervento sullo spessore delle porte quando sono inferiori ai tre mm.

Le piastrelle adesive si posano con l’ausilio di una colla al silicone, mentre le autoadesive hanno già in dotazione una parte adesiva sul retro che facilita ancor di più il processo di posa sul vecchio rivestimento del bagno.

Infatti, sono molto diffuse negli interventi di ristrutturazione fai da te e si adattano a stili d’arredamento differenti.

Non pongono nessun limite alla scelta della superficie che preferisci, in quanto simulano tantissimi materiali come il legno, la ceramica, le murature colorate, riprodotte con il pvc o la plastica, lavorata insieme a particolari minerali.

Materiali compositi, sostanze chimiche di sintesi insieme a nuove tecnologie e avanzate tecniche di lavorazione ne hanno anche migliorato la resistenza.

Ancora sul bagno

Non perdere di vista alcuni elementi di cui ti abbiamo parlato in questo articolo è fondamentale per creare un bagno funzionale e confortevole.

Noi di Likecasa abbiamo raccolto molte altre informazioni molto utili sul bagno che ti potrebbero essere molto d’aiuto.

Abbiamo selezionato per te:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here