Ristrutturazione Bagno: Costi per Rifare un Bagno! Tempi, Fasi e Voci del Preventivo!

Ristrutturazione bagno costi

Ristrutturare il bagno è una buona idea per dare nuova vita a una parte della casa molto importante: il bagno deve essere accogliente, pulito, un luogo di relax in cui ci fa piacere trascorrere del tempo.

Cambiare i sanitari, gli impianti o le piastrelle, quindi, può essere un modo – anche a basso costo – per respirare un’aria nuova in tutta la casa.

Quali sono le fasi per la ristrutturazione del bagno

Le fasi per la ristrutturazione del tuo bagno possono essere riassunte in sei punti (non necessariamente tutti da seguire).

Partiamo dalla prima fase: la demolizione del bagno. Una volta scelta l’impresa, essa chiude le chiavi di arresto dell’acqua e sigilla bagno e stanze adiacenti, poi passa allo smantellamento. Vengono rimossi sanitari e arredi, e vengono demoliti pavimento, rivestimenti e massetto di sottofondo.

La seconda fase comprende il posizionamento dell’impianto idraulico ed elettrico, e di questo si dovranno occupare idraulico ed elettricista, per posizionare gli impianti seguendo le tracce segnate.

La terza fase è il getto e il livellamento massetto, di cui si occuperà il muratore. Il massetto è, in parole povere, uno strato di calcestruzzo che deve contenere gli impianti e livellare il pavimento.

Nella quarta fase saranno posati pavimenti e rivestimenti, questo quando il massetto sarà asciutto e calpestabile. A occuparsi della posa è il muratore o il posatore specializzato.

La quinta fase prevede il montaggio dei sanitari e delle rubinetterie, a opera dell’idraulico. Il suo compito è montare sanitari, rubinetterie, box doccia o vasca.

La sesta fase, finalmente, è quella del collaudo finale, da fare in tua presenza, per verificare che tutto funzioni come previsto.

Ricorda di controllare che la pressione dell’acqua sia adeguata, che non ci siano perdite e che sanitari e piastrelle non siano scheggiati o rovinati.

ristrutturazione bagno e rifacimento bagno

Ristrutturazione bagno: quali sono i tempi

I tempi di una ristrutturazione del bagno, solitamente, vanno dai 7 ai 10 giorni, ma molto dipende dall’impresa a cui ci si affida, se è unica, o se ci si rivolge a diversi professionisti del settore.

Proviamo a dare una stima: nel restyling di un bagno relativamente nuovo, gli operai potranno impiegare dai 2 ai 5 giorni, ma se il bagno necessita della sostituzione di componenti importanti come l’impianto idraulico, allora i lavori potranno durare anche una settimana. Un tempo comunque accettabile, anche se ovviamente è disagevole per chi abita in casa doversi momentaneamente trasferire o lavare altrove.

Proprio perché il bagno è una parte essenziale della casa, di solito si cerca di non sforare mai la tempistica di una settimana.

Consigli per accelerare i tempi della ristrutturazione del bagno

Un consiglio che puoi sicuramente seguire è quello di ordinare i materiali con tanto anticipo. In questo modo potrai accelerare i tempi sulla ristrutturazione del tuo bagno.

Un altro modo per risparmiare tempo è quello di posare dei rivestimenti e dei pavimenti sopra a quelli già esistenti, per abbattere i tempi di demolizione e smantellamento.

Conviene acquistare i sanitari online?

Per risparmiare un po’ sui costi di ristrutturazione del tuo bagno, puoi anche prendere in considerazione l’ipotesi di acquistare i sanitari online.

Ormai l’e-commerce è entrato a far parte delle nostre vite, ma per alcune specifiche categorie merceologiche sembra più difficile acquistare “a scatola chiusa”.

Se sei tra coloro che ha timore di acquistare online, senza vedere il prodotto che si va a comprare, puoi optare per una soluzione alternativa: ovvero visitare i fornitori in negozio, prendere le misure dei prodotti da comprare, segnare i dati in un taccuino, e poi acquistare online per risparmiare un po’.

Online, al giorno d’oggi, esistono tantissimi siti di arredo bagno dove poter acquistare sanitari di ogni tipo (guarda anche soltanto le catene di negozi di arredamento).

Acquistare i sanitari online è vantaggioso: puoi disporre infatti di tutta la documentazione tecnica scaricabile per valutare bene l’acquisto, puoi avere una consegna rapida e comoda a casa (che spesso comprende anche l’istallazione gratuita dei pezzi da parte di un esperto), oltre a prezzi spesso fortemente scontati e last minute.

Ristrutturazione bagno: agevolazioni fiscali

È importante sapere che, per tutti gli interventi di recupero edilizio, è prevista l’applicazione dell’aliquota IVA del 10%.

L’agevolazione riguarda, in particolare, la prestazione di servizi dipendenti da contratti di appalto o d’opera relativi alla realizzazione degli interventi di: restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione. Inoltre, riguarda anche l’acquisto di beni, con esclusione di materie prime e semilavorati, impiegati nel risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.

Si tratta di un’agevolazione importante che va a incidere sui costi della ristrutturazione bagno.

Se per caso si è verificata un’erronea applicazione dell’Iva ordinaria al 22%, si può richiedere il rimborso al fornitore.

Quest’ultimo, presentando fattura e bonifico, presenterà istanza di rimborso all’Agenzia delle entrate entro due anni dalla data di versamento dell’imposta.

Riguardo le detrazioni fiscali a cui si ha diritto quando si ristruttura ti consigliamo la lettura della nostra guida su: Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2019! La Guida Completa!

ristrutturazione bagno

Esempio preventivo ristrutturazione bagno

Ma vediamo ora l’esempio di un preventivo per la ristrutturazione del bagno.

Nel preventivo, che deve essere completo in tutte le sue parti, vanno controllate con attenzione le tempistiche, i costi, le eventuali penali.

Meglio se il costo di ogni intervento è segnalato singolarmente, così si può eventualmente negoziare un “pacchetto” diverso.

Ecco tutti i punti che possono essere presenti in un preventivo di ristrutturazione del bagno.

Non è detto che tutti siano presenti, né che la dicitura sia esattamente questa.

  • Rimozione di vecchi sanitari e tubazioni idriche, compreso il calo, il trasporto e lo smaltimento a pubblica discarica.
  • Demolizione di vecchie piastrelle a rivestimento e a pavimento, compreso il calo, il trasporto e lo smaltimento a pubblica discarica.
  • Apertura di scassi per la sede del nuovo impianto idraulico.
  • Fornitura e posa in opera di tubazione in multistrato per i carichi dell’acqua fredda e dell’acqua calda, con arrivo alle varie utenze (lavabo, bidet, vasca, cassetta di cacciata).
  • Fornitura e posa in opera di tubazione in Pvc per gli scarichi, con partenza dalle varie utenze e arrivo alla colonna di scarico del condominio.
  • Fornitura e posa in opera di guaine portacavi e cassetti portafrutto per il successivo alloggiamento del nuovo impianto elettrico, con partenza dal cassetto di derivazione esistente e arrivo alla specchiera, all’accensione, al punto luce lampadario e alle prese di corrente.
  • Chiusura degli scassi con malta bastarda o cementizia.
  • Formazione di un nuovo massetto per la realizzazione del nuovo sottofondo, eseguito con malta cementizia.
  • Formazione di nuovi punti di lista a piombo per la successiva intonacatura delle tramezze, eseguita con malta bastarda o cementizia.
  • Posa in opera di piastrelle a pavimento e a rivestimento.
  • Montaggio di tutti i sanitari e della rubinetteria.
  • Raschiatura di vecchie pitture in fase di distacco o non più idonee.
  • Applicazione di una ripresa di fissativo idrosolubile trasparente.
  • Rasatura totale delle pareti e del soffitto eseguita in più riprese con idrostucco e successiva carteggiatura.
  • Tinteggiatrura totale delle pareti e del soffitto eseguita in più riprese, con pittura idrosolubile lavabile/traspirante bianca (o del colore a scelta del committente), applicata a rullo o a pennello.

Come ti dicevamo questi sono i punti che generalmente sono segnati in un preventivo ( non è detto che ci siano tutti). Vediamo quali sono i costi per il rifacimento di un bagno.

Ristrutturare Bagno: Costi

La ristrutturazione del bagno è quasi sempre una spesa per niente economica.

Per questo motivo ti consigliamo di non fermarti mai a un solo preventivo, ma di valutarne più ddi uno.

Ti forniamo ora una tabella pratica di modo tale che tu possa farti un’idea su quale possa essere il costo per una ristrutturazione del bagno completa.

Costo ristrutturazione bagno:

Ristrutturare bagno Costo
Impianto idraulico 100 euro al mq
Rimozione piastrelle 10 euro al mq
Pavimentazione 10 – 15 euro al mq
Sanitari 1500-2000 euro al mq
Costo Totale Da considerare non meno di 3000 euro

 

In questo articolo puoi trovare i prezzi al mq in base in base alle dimensioni del bagno TE LO CONSIGLIAMO: Quanto costa rifare un bagno? Costi al Mq!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here