Mutui Europa: dove conviene di più richiedere l’accesso al credito

0
49

Solo poche settimane fa l’Abi, Associazione bancaria italiana, dopo aver svolto uno studio approfondito ha spiegato che il tasso medio dei mutui sulle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni ha toccato il minimo storico risultando pari a 1,89%.

I tassi di interesse bassi stanno condizionando in maniera importante il mercato dei mutui europei. Come confermato anche dal presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, anche in Europa i tassi sono estremamente bassi,  passando a marzo l’1,45%, contro l’1,61% di febbraio.

Una notizia decisamente importante per tutti coloro i quali intendono portare avanti un investimento importante come quello dell’acquisto di un’abitazione e per questo chiedo l’accensione di un mutuo.

Mutui in Europa: i dati sui tassi d’interesse

Stando ai dati forniti dalla Banca Centrale Europea, nel mese di febbraio, il tasso di interesse medio praticato in Eurozona sul mercato dei mutui è stato nel mese di febbraio pari all’1,84%, inferiore rispetto alla scorsa estate quando si attestava intorno allo 1,9%.

Il nostro non è di certo il paese con i tassi più bassi e convenienti del vecchio continente, nello scorso febbraio, infatti, il tasso medio sui nuovi mutui era del 1,92%, superiore, quindi, alla media europea.

Facciamo, quindi, un giro tra i principali paesi europei per analizzare i tassi di interesse relativi ai mutui nei diversi paese. In Germania il tasso di interesse medio sui nuovi mutui ha segnato proprio l’1,84%, in piena media europea, in Austria l’1,8%, nel Lussemburgo l’1,78%, in Slovacchia l’1,64%. Decisamente miglio i tassi d’interesse sui mutui in Francia 1,61%, Portogallo 1,46% e Finlandia 0,93%.

La situazione non è così favorevole per i futuri mutuatari di Grecia e Irlanda ad esempio, dove la profonda crisi ha fatto alzare il livello dei tassi rispettivamente al 3,14% e 3,08% rispettivamente. Tassi alti anche per la Lettonia 2,7%, Malta 2,7%, la Slovenia 2,43%, l’Olanda 2,4%, l’Estonia 2,31%, la Lituania 2,26%, il Belgio 2,01%. Leggermente al di sopra della media europea anche la Spagna che si attesta intorno al 1,94%.

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here