Categoria Catastale D7: Requisiti, Vantaggi, Svantaggi, Tasse dei Fabbricati Industriali!

d7 categoria catastale

È molto importante sapere cosa significa categoria catastale D7.

Se possiedi un fabbricato devi essere consapevole di cosa voglia dire categoria D7, anche perché, proprio in base alla categoria di appartenenza, andrai a pagare determinate imposte.

La normativa italiana sugli immobili prescrive l’obbligatorietà dell’accatastamento di ogni fabbricato.

Ad ogni categoria catastale, quindi anche alla categoria D7 catastale, viene attribuita una determinata rendita.

È proprio sulla base di questo valore che vengono calcolate le tasse da pagare relativamente a quelle che sono dovute da parte del proprietario, come per esempio l’Imu.

Ti sei mai chiesto che cosa voglia dire categoria catastale D7?

Abbiamo messo a punto una specifica guida che riguarda proprio la D7, una categoria catastale spesso molto utilizzata, ma riguardo alla quale è frequente che non si trovino informazioni particolareggiate.

Vogliamo descriverti che cosa si intende per categoria catastale D7 in tutti i dettagli e poi vogliamo spiegarti come si pagano le tasse, facendo uno specifico calcolo sulla base della rendita di questa categoria.

Andiamo subito al dunque!

La definizione

Per la categoria catastale D7 la definizione qual è?

Iniziamo da questo elemento indispensabile, per saperci regolare anche nel tenere in considerazione tutta la normativa di riferimento.

Per categoria catastale D7 si intendono i fabbricati costruiti o che vengono adattati per le esigenze dello svolgimento di un’attività di tipo industriale.

In particolare si intendono quei fabbricati che rispondono a tale funzione e che non possono essere destinati ad altra funzione, senza l’intervento di trasformazioni piuttosto radicali da apportare.

I requisiti

Ma andiamo più nel dettaglio e facciamo alcuni esempi, per capire che cosa si intende esattamente con categoria catastale D7.

Per esempio questa categoria può comprendere dei fabbricati costruiti per soddisfare le esigenze di un opificio industriale, però un fabbricato che non può essere incorporato all’interno dell’opificio, perché si trova fisicamente ad essere distaccato.

Poi rientrano sempre nella stessa categoria le aree di deposito dei rottami, in cui si svolga anche un’attività di lavorazione e commercializzazione dei materiali.

Possiamo comprendere anche nel novero:

  • gli impianti di depurazione delle acque con una gestione reddituale
  • i caselli che esistono negli svincoli autostradali
  • gli impianti per il lavaggio delle auto
  • i locali per il deposito degli attrezzi che ci sono lungo le autostrade
  • i caselli ferrotranviari, le centrali del latte
  • i fabbricati che vengono utilizzati per collocare impianti di estrazione delle acque 
  •  tutti quegli edifici che soddisfano le esigenze delle industrie estrattive.

Per industrie estrattive si intende tutte quelle attività che hanno lo scopo di ricavare dal sottosuolo determinati prodotti.

Rientrano nella stessa categoria anche le porzioni di costruzioni che vengono utilizzate dai concessionari di auto, purché siano dotate di locali all’interno dei quali sono collocate delle attrezzature che servono ad effettuare operazioni di manutenzione delle automobili.

Pro e contro

È sempre molto importante essere consapevoli della categoria catastale di appartenenza, anche perché, in caso di interventi edilizi rilevanti, il Comune potrebbe richiedere una revisione del classamento.

Le amministrazioni comunali, quando riscontrano nel loro territorio dei fabbricati iscritti al catasto con un classamento che è diventato incoerente a seguito di interventi che hanno comportato delle variazioni edilizie, richiedono ai soggetti possessori di presentare una denuncia di iscrizione, quindi una variazione in catasto.

Si fa una richiesta al Comune che poi deve essere notificata ai soggetti interessati e deve essere comunicata all’Ufficio del Territorio.

Per fare le operazioni di accatastamento anche per la categoria catastale D7 il DOCFA può essere molto importante.

Con quest’ultimo termine intendiamo il programma di gestione che si usa per provvedere all’accatastamento di un determinato edificio.

Le tasse

Prendiamo in considerazione anche per la categoria catastale D7 l’Imu e le altre tasse relative che devono essere corrisposte da parte del soggetto proprietario dell’edificio.

Le imposte vengono determinate anche per questa categoria sulla base della rendita catastale.

In base all’appartenenza di un immobile a determinate categorie viene stabilita un’imposizione delle tasse più o meno cara.

Per riuscire ad effettuare il calcolo in maniera precisa devi considerare la base imponibile.

Questo valore si ottiene moltiplicando la rendita catastale di un fabbricato per 1.05, in base ai criteri stabiliti dalla rivalutazione automatica.

Ottieni così un valore, che deve essere moltiplicato per il coefficiente che è proprio di ogni categoria catastale.

In maniera specifica per la categoria catastale D7 il coefficiente che devi tenere in considerazione corrisponde a 65.

I nostri consigli

Ti consigliamo sempre di fare molta attenzione alla categoria catastale del tuo fabbricato, per vedere se un edificio di cui sei proprietario possa rientrare all’interno della categoria D7.

Infatti determinare con esattezza la categoria catastale di un fabbricato può essere davvero determinante per il pagamento di imposte più o meno care.

La categoria D in generale è di importante rilevanza, perché all’interno di questo novero confluiscono tutte le grandi strutture produttive e anche gli edifici che hanno le caratteristiche adeguate alla prestazione di determinati servizi.

Per cui, specialmente per coloro che vogliono avviare un’attività produttiva, le informazioni devono essere sempre prese con dovizia di particolari.

Ricordati sempre che puoi rivolgerti, per avere più informazioni, agli uffici della tua amministrazione comunale.

La guida sulle categoria catastale

In questo articolo ti abbiamo fornito tutte le informazioni che riguardano la categoria catastale D7.

Come abbiamo più volte messo in evidenza, conoscere la categoria catastale degli immobili che si possiedono o della casa che si vuole comprare è fondamentale perchè da essa dipendono alcune imposte.

Proprio per questo motivo abbiamo preparato una GUIDA DETTAGLIATA sulle categorie catastali all’interno della quale è possibile trovare l’elenco con le annesse caratteristiche.

La GUIDA è GRATUITA e potrai consultarla tutte le volte che ne avrai bisogno: Categoria Catastale: Che Cos’è, Quanto Pesa Sulle Tasse! Elenco di Tutte Categorie Catastali!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here