Accumulatori per fotovoltaico migliori: 6 marche migliori e prezzi

561
Accumulatori per fotovoltaico prezzi

Gli accumulatori per fotovoltaico sono molto utili, perché consentono al nostro impianto ad energia solare di immagazzinare l’energia ricavata dai raggi del sole, per poi utilizzarla in altri momenti, quando se ne presenta la necessità.

Il fotovoltaico attualmente sta attraversando da qualche anno una rapida espansione.

La sua diffusione è stata favorita anche dall’instaurarsi della consapevolezza di quanto sia importante ricorrere alla produzione di energia da fonti rinnovabili e pulite.

Queste ultime non soltanto consentono di risparmiare sulla bolletta, ma rappresentano anche dei punti di riferimento essenziali, per riuscire a dare una mano concreta alla sostenibilità ambientale.

Anche nella nostra vita quotidiana dobbiamo impegnarci per contribuire alla lotta all’inquinamento.

Sicuramente il ricorso agli accumulatori di energia per fotovoltaico è uno dei sistemi che abbiamo a disposizione per inquinare di meno.

Esistono tanti tipi di accumulatori per impianti solari. Ci sono per esempio gli accumulatori al litio per fotovoltaico molto utilizzati.

A seconda del modello che scegliamo, possiamo avere differenti prezzi per gli accumulatori per fotovoltaico.

Esaminiamo le varie soluzioni presenti sul mercato, scegliendo tra le migliori, in modo da farci un’idea su che cosa possiamo scegliere per il nostro impianto solare anche domestico.

Accumulatori per fotovoltaico: costo e caratteristiche

Usare il fotovoltaico ha sicuramente molti vantaggi, in termini di risparmio e di sostenibilità ambientale.

Uno degli aspetti negativi però da tenere in considerazione è rappresentato dal fatto che, per esempio di sera o nelle giornate più nuvolose, non sempre si riesce ad avere a disposizione tutta l’energia che ci serve per il nostro fabbisogno domestico.

Per questo la soluzione migliore è quella di integrare un impianto di accumulo.

Quando viene prodotta più energia in eccesso rispetto a quella richiesta per gli usi domestici, l’energia viene immagazzinata, per poi utilizzarla quando ne sperimentiamo una carenza.

Ecco che cosa vi consigliamo fra i migliori accumulatori.

Approfondimenti utili riguardo l’impianto fotovoltaico

E’ sicuramente molto importante approfondire e raccogliere più informazioni possibili riguardo un’impianto fotovoltaico di modo tale da installare l’impianto giusto e riuscire a immagazzinare più energia possibile.

Proprio per questo motivo ti consigliamo le seguenti letture:

Panasonic

Panasonic mette a disposizione un accumulatore da 1,35 kWh. Questo dispositivo riesce a fornire energia ad una famiglia media per circa 2 ore.

È possibile utilizzarne tanti, installandoli in parallelo. L’accumulatore Panasonic è dotato di un controllo elettronico, attraverso il quale si può tenere sotto controllo lo stato delle batterie.

È possibile eseguire il monitoraggio anche da remoto, per esempio attraverso lo smartphone.

Le batterie durano per almeno 5.000 cicli di carico e scarico, quindi si può calcolare una durata complessiva di almeno 5.000 giorni.

Kyocera Solar

La Kyocera Solar è un sistema di accumulo per fotovoltaico realizzato in associazione con Panasonic.

È un apparecchio dedicato a chi ha necessità di un fabbisogno maggiore di energia.

Infatti il sistema dispone di batterie di 7,2 kWh, che possono essere abbinate facilmente ad un impianto fotovoltaico di circa 4 kW.

Tesla

Tesla è un’azienda che si occupa principalmente di sviluppare sistemi da applicare nelle auto elettriche.

Tuttavia ultimamente l’azienda vuole introdursi anche nel mercato del fotovoltaico, grazie alle innovazioni tecnologiche che essa mette a disposizione dei consumatori.

L’intenzione del produttore è quella di arrivare a lanciare accumulatori per fotovoltaico a costi eccezionali.

In particolare Tesla sta sperimentando delle speciali batterie, che si chiamano Tesla Powerwall, destinate ai clienti in tutto il mondo.

Già dispone di batterie di questo genere, ma vuole realizzarne altre di seconda generazione che possano offrire una potenza maggiore e un buon rapporto per quanto riguarda la qualità e il prezzo.

Bosch

Bosch ha creato il cosiddetto sistema Bosch Hybrid. Si tratta di un impianto fotovoltaico con accumulo, che presenta un funzionamento basato sull’elettronica intelligente.

Queste innovazioni permettono di avere a disposizione un impianto in grado di razionalizzare il consumo di energia e di ottimizzare la ricarica.

Bosch Hybrid si basa sull’uso di ampie batterie al litio, la cui durata viene garantita nel tempo.

Si calcola che la durata media di queste batterie ammonti a circa 15 anni.

Nel corso delle ore notturne, il sistema fornisce energia ricorrendo a queste batterie. Poi passa automaticamente alla rete, ristabilendo in breve tempo la carica delle batterie per il fotovoltaico.

È in grado di programmare la ricarica sfruttando le ore in cui l’energia elettrica costa di meno.

Gli accumulatori Bosch sono disponibili nei formati 5, 8.8 e 13.2 kW. Si tratta di un sistema, che si può collegare ad internet e si può controllare comodamente sul web anche quando non siamo in casa.

Sma

La Sma si occupa soprattutto della produzione di inverter. Alcuni di essi presentano l’accumulo integrato.

Le due linee messe a disposizione dall’azienda sono la Sunny Boy Smart Energy e la Sunny Island. Quest’ultima linea è dedicata agli impianti ad isola.

Con gli inverter Sma abbiamo a disposizione dei sistemi di accumulo facili da installare.

L’azienda realizza i suoi inverter dotati di batterie al litio integrate, per le quali non occorrono opere di dimensionamento.

I clienti possono avere il sistema Sunny Home Manager, attraverso il quale l’inverter opera per controllare gli elettrodomestici e per concentrare il loro consumo nei momenti in cui la produzione di energia solare raggiunge i massimi livelli.

Abb Solar

Anche questa azienda fornisce inverter con accumulo per impianti fotovoltaici. Il sistema più famoso è il REACT-3.6/4.6-TL.

Questi accumulatori hanno la potenza di 2 kW e si possono installare in parallelo fino a tre moduli.

Sono anch’essi dotati di un sistema intelligente per il controllo dei consumi.

Nello specifico il sistema dispone di cinque uscite: quattro di esse servono per allacciare tutti i carichi dell’edificio, la quinta può essere utilizzata come una sorta di backup, per rifornire l’immobile di energia, anche quando la rete elettrica si trova staccata per esempio in caso di lavori o di guasti.

Possiamo ricordare, oltre a queste che abbiamo spiegato in maniera dettagliata, anche altre marche per accumulatori, tra cui scegliere. Ad esempio citiamo accumulatori per fotovoltaico Fiamm, Solar Eclipse, SolarWorld, Solon SolLiberty.

Per gli accumulatori per fotovoltaico il prezzo, anche per quanto riguarda tutti questi che abbiamo visto sulle migliori marche a cui ricorrere, può variare da un minimo di 2.500 euro ad un massimo di 4.000 euro.

Ci riferiamo a batterie a piombo-acido. Se invece ci interessano accumulatori per impianto fotovoltaico con prezzo più alto, possiamo utilizzare le batterie al nichel, con costi dai 3.000 ai 5.000 euro.

Per gli accumulatori agli ioni di litio dovremmo spendere tra i 4.000 e i 6.000 euro.

Abbiamo raccolto informazioni molto importanti! Leggi le nostre guide su:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here