Sale lo Spread: cosa accade ai mutui. Quando conviene stipularlo?

0
47
Estinzione parziale mutuo

L’economia italiane e non solo sta vivendo un momento di grande instabilità che condiziona sia la domanda che la capacità di ottenere mutui.

Ma nel clima attuale di cambiamento e vulnerabilità dei mercati, ogni scossone viene visto come una minaccia ai tassi, inclusi quelli dei mutui che preoccupano un acquirente su due, la media di chi ricorre a un finanziamento per acquistare una casa.

Un importante segnale di instabilità della nostra politica finanziaria ed economica è senza ombra di dubbio lo spread, ovvero il differenziale tra BTp e Bund tedeschi.

Questo rischia di diventare un vero e proprio tormentone di questi tempi, destinato ad allarmare chiunque possieda qualsiasi forma di risparmio o investimento.

Spread in crescita: cosa succede ai mutui

A inizio maggio lo spread tra il rendimento dei titoli italiani e quelli tedeschi a 10 anni segnava 120 punti, oggi siamo intorno ai 300 punti, come non accadeva dal 2013.

Ad onor del vero non esiste alcun collegamento diretto tra spread BTp e Bund e spread praticato dalle banche sui mutui.

In buona sostanza il suo valore alto è indice che allo Stato italiano costa di più chiedere soldi in prestito attraverso la stessa emissione di obbligazioni di Stato, che nel frattempo perdono valore proporzionalmente alla perdita di fiducia degli investitori nel sistema finanziario italiano.

Altra situazione è quella delle banche, che mosse dall’impennata dello spread BTp-Bund e come conseguenza del perdurare della tensione, temono impatti sui costi della raccolta del denaro e arrivano così ad aumentare i costi dei nuovi mutui, quindi il loro spread.

Com’è immaginabile, quindi, non vi è un collegamento diretto tra spread mutui ma inevitabilmente c’è una ricaduta del tasso del primo sull’accesso ai secondi.

Questa l’unica connessione che ci può essere tra l’aumento dello spread tra titoli di Stato e l’aumento del costo del mutui: un effetto domino della tensione sul comportamento delle banche con i clienti.

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here