Comprare Casa su Carta: I PRO e i CONTRO Quando si Vuole Comprare Casa dal Costruttore!

comprare casa su carta o acquistare casa su carta

Comprare casa su carta significa acquistare un immobile che è ancora in una fase di costruzione oppure rientra nella fase più iniziale di progettazione.

Comprare su carta casa può essere davvero vantaggioso.

Infatti, specialmente se acquisti nella modalità della cooperativa, puoi fare davvero un buon affare.

Ma come comprare casa su carta?

Vogliamo spiegarti precisamente come devi agire per acquistare casa sulla carta, quali sono le regole dal punto di vista fiscale e se ci sono delle agevolazioni di cui puoi beneficiare.

Inoltre vogliamo descriverti i vantaggi importanti di questa operazione, ma allo stesso tempo mettere in evidenza i possibili rischi in cui potresti incorrere.

Da questo punto di vista vogliamo spiegarti come tutelarti.

ANDIAMO AL DUNQUE!

Come funziona

Spieghiamo qual è l’iter di acquisto per comprare casa sulla carta.

Ci sono diverse tappe che si rivelano fondamentali e che devono essere rispettate.

In particolare la legge 112 del 2005 stabilisce che il tutto deve iniziare con il rilascio della fideiussione da parte del costruttore.

A questo punto per bloccare l’immobile l’acquirente deve versare una caparra confirmatoria, che corrisponde a circa il 10% del prezzo di vendita che è stato concordato.

Poi l’acquirente deve provvedere a pagare i lavori in varie sezioni, in corrispondenza al SAL, il cosiddetto stato avanzamento dei lavori.

In questo modo provvederà a pagare via via nel tempo un totale che corrisponde al 70% del valore di acquisto.

Infine si passa al rogito, che comporta il saldo dell’importo, di norma corrispondente ad almeno il 20% del prezzo.

In questo modo si conclude il contratto di compravendita e l’acquirente diventa il possessore dell’immobile.

Quali sono i rischi

Comprare casa su carta: rischio?

Potrebbe affacciarsi questa ipotesi nel comprare casa dal costruttore.

Ma quali sono concretamente i rischi in cui si può incorrere?

Tieni presente che acquistando casa su progetto possono passare anche molti anni prima di andare ad abitare in quell’immobile.

Nel corso del tempo ci possono essere dei pericoli legati per esempio al fallimento del costruttore.

Inoltre, se il costruttore incontra delle difficoltà economiche, potresti incorrere nel ritardo della consegna oppure anche nella sospensione dei lavori per un certo periodo.

In realtà, nei casi più gravi, ci potrebbe essere anche il rischio di versare le somme dovute per poi ritrovarsi senza essere in possesso dell’immobile.

In ogni caso tieni presente che il decreto legislativo del 2005 ha cercato di regolamentare il settore, cercando di tutelare l’acquirente.

In particolare gli strumenti a disposizione per proteggersi dai rischi sono rappresentati dalla garanzia fideiussoria, dalla stipula di una polizza danni e dal fondo di solidarietà.

Come tutelarsi

Comprare casa su carta: come tutelarsi?

È sempre importante stare quindi molto attenti, prima di procedere a fare questo investimento.

Ti puoi tutelare attraverso gli strumenti che ti abbiamo prima descritto, che sono stabiliti per legge, ma anche mettendo in atto alcuni accorgimenti fondamentali, per limitare al minimo il rischio che il tutto non si riveli un buon affare.

Cerca di ottenere il più possibile delle informazioni sull’impresa.

Per esempio puoi accedere anche ad una visura camerale che ti indica l’andamento della società nel tempo.

Puoi rivolgerti anche ad un commercialista, per avere queste informazioni.

Per evitare costi imprevisti devi leggere attentamente il capitolato, per saperne di più sui metodi costruttivi che verranno utilizzati e sulla classe energetica finale di appartenenza dell’edificio.

Meglio da questo punto di vista rivolgersi ad un tecnico.

È bene informarsi anche sui costi di gestione del condominio.

Richiedi al costruttore delle garanzie reali, come per esempio ti abbiamo già parlato della fideiussione e della stipula di un’assicurazione.

Stabilisci con la società costruttrice già in fase preliminare quale sarà la strutturazione del contratto di compravendita.

Inoltre accertati sugli importi che devi versare nel tempo, sia come caparra che come saldo.

Ma c’è di più, perché la fideiussione può aiutarti nel caso in cui l’impresa costruttrice si trovi ad affrontare delle problematiche economiche.

La fideiussione può essere sia bancaria (QUI trovi le info) che assicurativa (QUI trovi la nostra guida) e corrisponde al valore di vendita per una garanzia sulle somme, che ti può essere utile quando per fallimento o per esempio nel caso di liquidazione coatta il costruttore non riesce ad adempiere a ciò che è stato stabilito.

Il costruttore deve anche rilasciarti una polizza assicurativa che copra per almeno dieci anni danni o difetti costruttivi.

I vantaggi

Ci sono innumerevoli vantaggi comportati dal comprare casa su carta.

Cerchiamo di riassumerli tutti in uno schema completo:

  1. Puoi avere una casa del tutto personalizzata, richiedendo anche delle modifiche uniche, che corrispondono alle tue esigenze. Naturalmente devi fare attenzione anche all’aumento dei costi, specialmente se scegli una delle soluzioni che va fuori capitolato;
  2. Una casa di nuova costruzione certamente rispetta tutti i parametri edilizi che sono stati stabiliti dalle ultime leggi, come per esempio quelle sull’efficienza energetica e sul risparmio di energia;
  3. Puoi risparmiare sulle spese di ristrutturazione;
  4. Hai l’opportunità di rimandare per diversi anni gli interventi necessari nei lavori;
  5. Il venditore ti può concedere degli sconti, soprattutto se rispetti il capitolato e richiedi minime personalizzazioni.

Il risparmio

Col comprare casa su carta quanto si risparmia?

Potremmo dire, in linea generale: comprare casa su carta risparmio assicurato!

Tieni presente a questo proposito che puoi beneficiare di un’IVA agevolata al 4%, se si tratta della prima casa.

Nel caso si tratti invece del secondo o del terzo immobile l’IVA corrisponde all’aliquota ordinaria del 10%.

Se una casa rimane invenduta per cinque anni, l’IVA deve essere versata dal costruttore.

Poi sarà l’acquirente a restituirgli l’imposta che lui ha già versato.

Come funziona il mutuo

Se non hai la disponibilità immediata per comprare l’intero immobile, puoi decidere di rivolgerti all’accensione di un mutuo.

Come funziona per comprare casa su carta mutuo?

In questo caso hai due soluzioni a disposizione.

Soluzione numero 1

Si potrebbe fare in modo che il costruttore si accolli il mutuo. L’accollo del mutuo è uno strumento da non sottovalutare quando si vuole comprare casa.

In questo caso però è necessario che l’impresa abbia già eseguito il frazionamento, in modo che si possa ripartire in maniera proporzionale l’eventuale debito con la banca e si possa assicurare la relativa garanzia ipotecaria.

Tra l’altro con l’accollo del mutuo puoi beneficiare di tassi ridotti e di operazioni più snelle dal punto di vista burocratico.

Soluzione numero 2

L’altra strada percorribile consiste nel contrarre un mutuo ex novo.

In una situazione come questa puoi rimandare l’acquisto e la stipula dell’atto di compravendita, quando i lavori saranno ultimati.

Però ricordati sempre che devi stipulare un preliminare in presenza di un notaio e devi versare la caparra per bloccare l’immobile.

Quando la casa sarà ultimata, devi seguire il percorso tradizionale di un mutuo, comprensivo di perizia, istruttoria e la stipula dell’atto notarile.

Consigli di Likecasa

In questa guida ti abbiamo fornito tutte le informazioni di cui hai bisogno se stai pensando di comprare casa su carta. Ti ricordiamo che comprare casa è un’operazione assai complessa che spesso necessita di molto tempo e attenzione.

Per questo motivo noi di Likecasa abbiamo preparato una GUIDA GRATUITA COMPLETA su: Comprare Casa: LA GUIDA COMPLETA!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here