Pace Fiscale: cosa accade per gli immobili all’estero

0
55
mutuo cointestato

Negli ultimi giorni ha fatto tanto discutere la bozza della nuova manovra economica all’interno della quale è inserita anche la Pace fiscale.

La norma prevede la possibilità di far emergere capitali fino a un massimo di 100mila euro, per ogni singola imposta e per ogni anno di imposta, con il limite del 30% rispetto a quanto dichiarato entro il 31 ottobre 2017.

Pace Fiscale: cosa accade per gli immobili all’estero

La legge di stabilità introdurrà diverse novità riguardanti anche il settore immobiliare.

Un esempio può essere l’introduzione del reddito di cittadinanza, che fornirà un ausilio economico e non solo alle famiglie che hanno un reddito inferiore ad una certa soglia.

La legge di bilancio, inoltre, bloccherà l’aumento dell’Iva previsto per il prossimo anno. Senza dimenticare l’introduzione della quota 100 per quanto riguarda la pensione.

Entrando nel dettaglio per quanto concerne le detrazioni fiscali sui mutui e gli immobili dovrebbe esserci un taglio degli stessi.

Stando alle prime informazioni trapelate sui principali quotidiani nazionali, dovrebbero esserci gli sgravi del 19% sugli interessi sui mutui prima casa, le spese mediche, spese universitarie.

Per quanto concerne i mutui la situazione attuale è di grande instabilità. I tassi d’interesse sono in discesa a causa dell’incertezza dei mercati e della politica.

Per quanto concerne la pace fiscale, questa prevede la possibilità di far emergere capitali fino a un massimo di 100mila euro, per ogni singola imposta e per ogni anno di imposta, con il limite del 30% rispetto a quanto dichiarato entro il 31 ottobre 2017.

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here