Mutui Verdi: arriva il primo prodotto finanziario. Ecco di cosa si tratta

0
42

La Gran Bretagna è uno dei paesi più all’avanguardia per quanto concerne il rispetto per l’ambiente e per quanto concerne i mutui verdi.

Arriva proprio da qui il primo accordo sottoscritto fra Bnp Paribas Personal Finance ed E.On primo esempio pilota sorto in seno all’iniziativa Energy Efficient Mortgages, finanziata con fondi Ue-Horizon 2020, che mira allo sviluppo di un mercato continentale di finanziamenti vincolati al miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni.

Un progetto che coinvolge decine di stakeholder e banche, compresi soggetti italiani o operanti in Italia come:Abi, Enea, Crif, Green building council, Rics, Mps, Bpm, Bper, Crédit Agricole, Société Générale, Volksbank, Friulovest Banca, Unicredit.

Mutui Verdi: ecco cosa accadrà

Entro la metà del 2019, verrà testato sul mercato inglese un prodotto destinato sia a chi compra casa sia a chi sostituisce o rinegozia il finanziamento ipotecario.

Tecnicamente, come spiegato da E.On al Sole 24 Ore, si tratterà di un’accoppiata mutuo più prestito finalizzato: il cliente stipulerà il mutuo, i cosiddetti mutui verdi, con una banca retail e Bnp Personal finance interverrà concedendo una cifra aggiuntiva, sotto forma di prestito finalizzato, vincolato al miglioramento dell’efficienza energetica dell’abitazione.

Gli strumenti e la consulenza necessaria per raggiungere il risultato sono fornite da E.On e possono consistere in opere di isolamento termico, installazione di pannelli solari o sistemi per l’accumulo di energia, ammodernamento degli impianti di riscaldamento e tutto quanto concorra ad aumentare il grado di Epc.

Allo stato attuale il 71% delle abitazioni del Regno Unito non raggiunge neppure la C come grado di prestazione energetica.

Si calcola che in tutta Europa ci siano circa 250 milioni di abitazioni che necessiterebbero di interventi,per raggiungere davvero gli obiettivi ambiziosi posti dall’Ue che prevedono nel lungo termine, al 2050, di ridurre dell’80-95% le emissioni inquinanti.

Oggi gli edifici sono responsabili per il 40% del consumo di energia e per il 36% dell’emissione di Co2. I mutui verdi possono essere uno strumento importante per il miglioramento in fatto di efficienza energetica.

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here