Mercato Immobiliare italiano 2018: in crescita le compravendite, calano invece i prezzi

0
20

Il mercato immobiliare italiano dopo la gravissima crisi del 2008 si è pian piano ripreso.

In particolare le compravendite hanno fatto da traino, spinte anche dall’abbassamento dei prezzi.

Questo se da un lato ha invogliato le persone ad investire, dall’altro ha inevitabilmente fatto abbassare il valore degli immobili stessi.

Mercato Immobiliare italiano 2018: in crescita le compravendite, calano invece i prezzi

Il mercato immobiliare italiano dopo la gravissima crisi del 2008 si è pian piano ripreso.

In particolare le compravendite hanno fatto da traino, spinte anche dall’abbassamento dei prezzi.

Questo se da un lato ha invogliato le persone ad investire, dall’altro ha inevitabilmente fatto abbassare il valore degli immobili stessi.

Mercato Immobiliare italiano 2018: in crescita le compravendite, calano invece i prezzi

Secondo i dati forniti da Nomisma il 2018 si chiuderà comunque con un incremento delle compravendite pari + 5,6% per un totale di 572.752 passaggi di proprietà, mentre i prezzi hanno fatto segnare una nuova lieve calo dello 0,9% annuale circa.

Dall’ultima indagine sulle famiglie condotta da Nomisma nel corso del 2018 risulta che il 15,4% delle manifestazioni di interesse all’acquisto dell’abitazione risulti motivato da scelte di investimento riguardando circa 400 mila famiglie.

Nel 2017 tale componente pesava per appena il 6,1%. Questo aumento di domanda è spinto dalla migliore convenienza economica del mercato immobiliare e dalla mancanza di valide opportunità di investimento alternativo.

Come detto in precedenza nel 2018 si registreranno 573 mila compravendite residenziali pari all’1,6% del patrimonio abitativo.

Per quanto riguarda il prezzo medio di un’abitazione in Italia si aggira intorno ai 165 mila euro, il valore complessivo di mercato generato risulterà pari a circa 94,5 miliardi di euro.

Per quanto concerne le previsioni per i prossimi 12 mesi Nomisma stima un aumento delle famiglie intenzionate a prendere in affitto un’abitazione, con oltre 2 milioni di nuclei già sul mercato o che intendono attivarsi per un valore complessivo potenziale annuo dell’ordine di 11,3 miliardi di euro

LEGGI ANCHE



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here