Erogazione Mutui: crescono gli investimenti per l’acquisto della seconda casa

0
38

Quella di comprare la seconda casa, magari per poi metterla a reddito, è un’idea che negli ultimi mesi sta interessando sempre più italiani. A spingere questo tipo di soluzione sono i mutui quanto mai convenienti in questo periodo. Oltre ai tassi favorevoli per quanto concerne l’accesso al credito altro fenomeno importante da tenere in considerazione è quello degli affitti brevi. E’ tutto ciò a spingere i piccoli investitori a impiegare i risparmi nell’acquisto di una seconda casa, porto sicuro di rendimenti soprattutto nelle principali città dove turismo, studio e lavoro sono una fonte continua di redditività.

Mutui Italia: ecco perchè conviene investire nella seconda casa

La prima cosa da precisare è che le condizioni di utilizzo dei mutui per la seconda casa non sono le stesse di quelli riservati alla prima, nella fattispecie per quanto concerne agevolazioni e incentivi.

Fanno parte di quest’ultima categoria, infatti, gli immobili che non sono catalogati come abitazione di lusso, che si si trovano nello stesso comune di residenza del richiedente o in quello in cui egli risiederà entro 18 mesi dalla stipula del mutuo.

Il richiedente del mutuo non deve avere diritti di proprietà, uso e usufrutto, o di abitazione su altre abitazioni dello stesso comune e infine il richiedente non beneficia già delle agevolazioni prima casa su un altro immobile.

Se anche uno di questi requisiti non viene soddisfatto, non si può parlare di mutuo per la prima casa e il richiedente deve necessariamente stipulare dei mutui per la seconda casa, non potendo usufruire di importanti vantaggi per l’acquisto della stessa.

L’obiettivo dei molti che optano per l’acquisto di una seconda casa è quello di metterla a reddito. La prima sostanziale differenza tra un mutuo prima casa e uno seconda casa è che quest’ultimo è tassato al 2% invece che allo 0,25%, questo ci mostra in maniera evidente quanto convenga il primo rispetto all’ultimo.

Inoltre, proprio perché ci si aspetta che chi può permettersi di comprare una seconda abitazione sia generalmente in condizioni economiche migliori, di norma le banche impongono delle condizioni più restrittive rispetto a quelle dei mutui prima casa, limitando la durata del mutuo a 30 anni e il rapporto tra importo del mutuo e valore dell’immobile al 60%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here