Mercato immobiliare Usa: i prezzi continuano ad aumentare. Ecco quanto costa comprare casa in America

0
17

Il mercato immobiliare degli Stati Uniti è senza ombra di dubbio uno dei più grandi e importanti al mondo. Negli ultimi mesi la realtà a stelle e strisce viaggia a due velocità, i prezzi degli immobili continuano ad aumentare, mentre le compravendite diminuiscono. Forse quest’ultimo dato è condizionato dal primo, con le case che sono cresciute di valore ma anche di costo.

Una situazione diametralmente opposta a quella del mercato immobiliare italiano che vede negli ultimi trimestri un abbassamento costante dei prezzi e una conseguente crescita delle transazioni immobiliari.

Mercato immobiliare USA: ecco quanto costa una casa

La National Housing Report di Re/Max, ha effettuato un’approfondita analisi del mercato immobiliare negli Stati Uniti constatando la diminuzione delle transazioni immobiliari. La causa sarebbe da ricercare in particolare alla carenza dell’offerta: il numero degli immobili in vendita è infatti diminuito del 13,7% rispetto a un anno fa, non rispondendo più alle esigenze dell’intero settore.

Un chiaro ed evidente segno di stallo dell’intero mercato immobiliare americano. Banalmente se non ci sono più immobili da inserire sul mercato questo rimarrà bloccato.

Il punto più basso di questi primi mesi del 2018 è stato toccato a gennaio. A febbraio, infatti, c’è stata una crescita per al 3,5% anche se le transazioni sono state inferiori rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2017.

La carenza di abitazioni in vendita presenti sul mercato ha fatto ridurre, di conseguenza, anche i tempi per la vendita delle stesse che si attesta intorno ai 62 giorni, che risulta essere più basso di sei giorni rispetto al febbraio del 2017.

Come detto in precedenza, in questa prima parte del 2018, secondo i dati forniti da National Housing Report di Re/Max, il mercato immobiliare Usa ha fatto registrare un sensibile aumento dei prezzi. Per comprare una casa in America, infatti, costa in media circa 230mila dollari.

L’importo, rilevato come media delle 52 aree analizzate, fa segnare un +2,3% rispetto a gennaio 2018 e un +8,1% rispetto a febbraio 2017. Solo Albuquerque e Burlington hanno visto una diminuzione dei valori su base annua mentre gli aumenti maggiori si sono verificati a Las Vegas con un +15,6%, San Francisco con una variazione del +15,5%, Seattle con un +15,4%, Pittsburgh +14,8% e Minneapolis +13,3%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here